Thelonious Himself - Vinile LP di Thelonious Monk

Thelonious Himself

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Thelonious Monk
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Wax Time
  • EAN: 8436559460545

€ 15,90

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 15,90 €)

Thelonious Monk è stato un pianista e compositore conosciuto per il suo singolare stile d'improvvisazione e per il consistente contributo al repertorio del jazz. Uomo dominato dalla stranezza comportamentale, da un mutismo eccessivo e da un forte egocentrismo che inevitabilmente influenzarono la sua musica spesso screditata da critiche superficiali. Sotto quella coltre di “stranezza” si è affermato però un nuovo modo di fare jazz a cui si sono ispirate le generazioni successive. Anche se Monk generalmente registrava in quartetto, ha guidato gruppi di varie dimensioni in tutta la sua carriera. Ha registrato in trio, sestetto e ottetto. Ha anche capeggiato una big band in una registrazione alla Town Hall, a New York. Una sessione 1941 di Parigi per Vogue è stata la prima occasione in cui ha registrato in piano solo. Nel mese di aprile 1957 ha fatto il suo secondo album solista, Thelonious Himself. Nonostante la qualità superlativa della sua musica e la varietà delle sue composizioni, le registrazioni di Monk per pianoforte solo sono molto rare.
Disco 1
1
April In Paris
2
I Don’t Stand A Ghost Of A Chance
3
Functional
4
I’m Getting Sentimental Over You
5
I Should Care
6
‘Round Midnight
7
All Alone
8
Monk’s Mood
9
Well You Needn’t
  • Thelonious Monk Cover

    Pianista e compositore statunitense di jazz. Nel 1941 partecipò alle «jam sessions» sperimentali dei musicisti di bop al Minton's e al Monroe's di New York; incise nel '44 con Coleman Hawkins e in proprio nell'immediato dopoguerra. A lungo ignorato dalla critica, ottenne il successo alla fine degli anni '50, soprattutto nella formazione del quartetto (per lo più con il sassofonista Charlie Rouse, in forza dal 1959 al '72). Informale tanto nel comportamento (apparentemente chiuso al mondo esterno) quanto nella musica, è stato uno dei protagonisti in assoluto del jazz moderno, più per l'influenza generale esercitata sulle nozioni essenziali della musica (in particolare dagli anni '70, quando M. si era ritirato dall'attività in pubblico) che per il singolare stile pianistico.?Come interprete... Approfondisci
Note legali