Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni Tōkyō tutto l'anno

  • User Icon
    xR
    25/02/2021 10:38:10

    E' piuttosto difficile recensire questo libro: ho apprezzato molto le note "personali", i racconti delle esperienze vissute in famiglia e delle emozioni che solo una città come Tokyo sa dare, però a tratti mi è sembrato che virasse un po' verso il saggio storico-politico, che probabilmente non è la tipologia di testo letterario che ci si aspetta prendendo in mano questo volume. Nel mio caso è stata una lettura veramente bellissima. Ho avuto la fortuna di poter vivere a Tokyo per qualche mese ed è stato veramente affascinante rileggere e rivivere i luoghi che ho visto e conosciuto di persona. Capisco però che una persona che non ha presente visivamente ciò di cui si parla potrebbe non apprezzare a pieno questo romanzo. L'assenza di una cartina dettagliata che consenta di seguire "fisicamente" le strade e i quartieri citati rende il tutto piuttosto confuso e sono presenti davvero tantissimi termini tecnici, il significato di alcuni dei quali viene dato per scontato. Credo che non sia una lettura "per tutti": dal mio punto di vista si riesce ad apprezzarla solo se si hanno già delle discrete conoscenze della città e della cultura giapponese. Purtroppo questa è la grande pecca di questo libro, che io invece ho letto affiancandolo ai miei ricordi, con tanta nostalgia e rivivendo le emozioni che quella stessa città mi ha dato in passato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/01/2021 11:39:51

    un saggio/guida di tokyo completo. Bellissimi i disegni di Igort

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/12/2020 04:59:25

    una lettura pesante, una sorta di guida della citta' che non riesce nel suo intento .

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/11/2020 05:21:09

    Speravo di apprezzarlo maggiormente. Acquistato per le emozioni che pensavo avrei rivissuto leggendolo, l'ho invece finito molto lentamente. Ho vissuto a Tokyo per un anno e mezzo, mi sono riconosciuta in quei luoghi, ho un ricordo stupendo di tutto ciò che riguarda il giappone e le sue peculiarità, ma ho trovato questo libro lento..vissuto non per emozioni, ma per susseguirsi di date e, quindi, eventi, che avrei potuto trovare su una normalissima guida. Gli scorci della sua vita, dei suoi bambini, del suo passato sono molto belli, ma li si coglie solo qua e là tra le mille nozioni, kanji e date che vengono date.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/10/2020 14:02:39

    Un viaggio a Tokyo così bello che appena finisce ti viene voglia di ricominciarlo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/10/2020 07:44:09

    "La bellezza (bi 美) è del resto intrinsecamente legata al concetto di caducità nella cultura del Sol Levante, l'allegria alla malinconica tristezza nella contemplazione della fine. Tutto quanto vive e pulsa, è destinato a terminare. Cogliere l'attimo presente, contemplare l'immanenza che già volge al tramonto è tutto quanto serve a essere coscienti, presenti a se stessi e alla vita che si ha a disposizione" Laura Imai Messina è riuscita a prendere l'idea che mi ero fatta di Tōkyō e stravolgerla completamente. Ero convinta che Tōkyō fosse esclusivamente metropoli, che Shibuya e il suo famosissimo incrocio fossero l'esempio di quello che la città ha da offrire in ogni suo angolo. In questo saggio -anche se, a mio avviso, definirlo saggio è un po' riduttivo- la scrittrice ci prende per mano (esattamente come fa con Sosuke, il suo primogenito) e ci fa scoprire non solo le sfaccettature di Tōkyō, ma anche le tradizioni che permeano la cultura giapponese. Uno degli aspetti che mi ha più colpito è che Tōkyō ha fatto proprio il concetto di "memoria": se noi siamo qui, è solo grazie a ciò che siamo stati: basti pensare al tram della Toden Arakawa-sen, che è letteralmente l'ultimo tram di Tōkyō sopravvissuto per volontà di alcuni cittadini alla modernizzazione costante dei trasporti, ma anche a tutte le tradizioni che vengono assimilate dalle nuove generazioni. Per non parlare poi del fascino della stessa lingua giapponese: dai kigo associati ad ogni stagione e che vengono utilizzati anche nella composizione degli haiku, alle infinite sfaccettature con cui si può descrivere un evento atmosferico, o al termine specifico per il bicchiere di acqua bevuto il primo dell'anno. L'abilità di Laura Imai Messina è stata quella di offrirci uno spaccato della sua vita quotidiana all'interno della sua metropoli, con estrema delicatezza; le parole che la scrittrice dedica alla sua città sono inoltre impreziosite dalle bellissime illustrazioni di Igort. Straconsigliato!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    30/09/2020 13:13:23

    Un libro meraviglioso, ricco, colto, avvolgente. Solo chi conosce Tokyo sa quanta nostalgia possa provocare. Questo libro ti riporta lì, immediatamente. Senza bisogno neanche di un biglietto per partire. Basta aprire la prima pagina per iniziare a viaggiare. Consigliatisssssssssssssssimo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/09/2020 10:10:58

    L'unica cosa bella di questo libro? La copertina e le illustrazioni di Igort. Per il resto, libro didascalico e pieno zeppo di frasi e concetti ridondanti. Uno stile di scrittura veramente pesante e noioso.

    Leggi di più Riduci