-15%
Torino oltre la crisi. Una «business community» tra Otto e Novecento - Ivan Balbo - copertina

Torino oltre la crisi. Una «business community» tra Otto e Novecento

Ivan Balbo

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Il Mulino
Collana: Percorsi
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 7 giugno 2007
Pagine: 312 p., Brossura
  • EAN: 9788815114389

€ 18,70

€ 22,00
(-15%)

Punti Premium: 19

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Torino oltre la crisi. Una «business community» tra Otto e N...

Ivan Balbo

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Torino oltre la crisi. Una «business community» tra Otto e Novecento

Ivan Balbo

€ 22,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Torino oltre la crisi. Una «business community» tra Otto e Novecento

Ivan Balbo

€ 22,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La vicenda di Torino tra Otto e Novecento, con la transizione da una crisi profonda alla scoperta di una nuova identità, offre spunti d'attualità e spinge a chiedersi grazie a quali risorse la città si sia risollevata. Per rispondere a quest'interrogativo il volume adotta un approccio originale, centrato sulla "business community" intesa come insieme delle imprese e degli imprenditori uniti da relazioni sociali ed economiche. Attraverso la dislocazione degli uomini nei diversi Consigli d'amministrazione, i legami familiari e i rapporti che uniscono i membri della minoranza protestante, vengono ricostruite le reti di relazione tra gli imprenditori, le imprese e i settori e dunque anche le vie attraverso cui si muovono i capitali. Ne emerge una città economicamente forte grazie a un nucleo di banchieri privati, a una rete di cotonieri protestanti per lo più svizzeri, e a un tessuto di "boite", di piccole imprese meccaniche che per alcuni versi compongono un distretto. Ma sono determinanti anche l'avvento dell'elettricità, in cui Torino è all'avanguardia in Italia, e le banche miste come la Banca commerciale e il Credito italiano, mentre il decollo di inizio Novecento traina produzioni tradizionali come i saponi, il cioccolato, i liquori e la birra. Torino esce dunque dalla crisi grazie a forze diverse e con un profilo multiforme, non ancora schiacciato sulla monocoltura automobilistica, attraverso un percorso che si propone tra l'altro come utile termine di confronto con il presente.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Questa ricerca di Ivan Balbo si inserisce in un filone di importanti lavori che, in anni recenti, hanno fatto dialogare in maniera proficua la storia economica con la storia sociale, privilegiando non più e soltanto le imprese, le loro dimensioni e la loro produttività, ma gli individui e, tra questi, soprattutto gli imprenditori e il loro agire. Questo libro ci parla di Torino, e cioè di uno dei principali centri dello sviluppo economico durante quella prima "rivoluzione industriale" italiana che si compie tra gli anni ottanta dell'Ottocento e la crisi del 1907. Balbo lavora sugli atti di costituzione e di scioglimento di società e su una serie di altre fonti che gli permettono non solo di ricostruire la demografia delle imprese dell'area, ma anche gli intrecci e i rapporti che legano tra loro gli esponenti di quella che chiama la "business community", e cioè "l'insieme degli imprenditori e delle imprese (…) che intrattengono relazioni sociali ed economiche". L'insistenza sul sociale, oltre che sull'economico, consente a Balbo di mettere insieme dati ed elementi che lo portano a proporre un'interpretazione nuova e più complessa delle vicende economiche torinesi e, di riflesso, del capitalismo italiano. L'analisi particolareggiata delle società commerciali e industriali, degli intrecci societari, dei settori produttivi, delle relazioni amicali, matrimoniali e parentali spinge così l'autore a mettere in discussione in modo convincente alcuni decenni di ricerche e una vulgata storiografica: quella cioè che descriveva la vicenda economica della ex capitale come segnata dal provincialismo e dalle brusche rotture di un ciclo convulso che conteneva la crisi del "modello economico di impostazione cavouriana, incardinato sulle 'industrie naturali'", il crack edilizio degli anni ottanta e la resurrezione del sistema sotto la spinta dell'industria automobilistica a partire dall'ultimo decennio del Novecento.
Utilizzando una strumentazione e una serie di concetti importati dalla sociologia economica (network analysis, gruppi economici, capitale sociale, fiducia, reputazione) e prestando quindi molta attenzione al peso che i fattori culturali, per esempio la religione, hanno sui comportamenti economici, Balbo riesce a porre l'accento sulle permanenze e sulle continuità e a spiegare come e perché il sistema economico resista al crack edilizio e soprattutto su quali basi si sviluppi l'industria automobilistica. Per far questo, valorizza aspetti e settori che erano finora rimasti un po' ai margini della spiegazione: i banchi privati, attraverso cui getta luce nuova sulle difficoltà delle banche miste a entrare nel sistema; la dinamica del settore cotoniero, che viene analizzata guardando anche all'importante contributo della minoranza evangelica straniera, di cui si indagano i comportamenti sociali, le pratiche comunitarie e i rapporti con la componente imprenditoriale locale; l'elettricità e soprattutto la meccanica, settori decisivi, e indispensabili premesse, sia in termini di conoscenze che di risorse anche organizzative, al decollo dell'industria automobilistica. Una ricerca originale e densa di spunti, questa di Balbo, a cui, ed è un'indicazione di ricerca più che un appunto critico, resta da aggiungere la politica perché il quadro sia veramente completo. Daniela Luigia Caglioti
Note legali