Categorie

Tra emozione e ragione. Il cinema di Guido Chiesa

Curatore: D. De Gaetano
Editore: Lindau
Collana: La via lattea
Anno edizione: 2000
Pagine: 144 p., ill.
  • EAN: 9788871803425
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 4,65

€ 9,30

Risparmi € 4,65 (50%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Chiesa conclusi gli studi universitari va negli Stati Uniti per lavorare come assistente sul set di produzioni indipendenti firmate da «giovani» registi, tra cui Jim Jarmusch e Amos Poe: un’esperienza formativa che è alla base del suo modo di lavorare così pragmatico. Per intraprendere la carriera di «regista», torna in Italia e gira «Il caso Martello». Tra impegno «politico» e passione musicale, Chiesa negli anni è diventato un chiaro esempio di cineasta «indipendente», come testimoniano le sue opere, da «Babylon» a documentari come «Non mi basta mai» a lungometraggi di successo e coraggiosi come «Il partigiano Johnny» tratto da Beppe Fenoglio. Il volume, curato da Domenico De Gaetano, contiene una lunga intervista esclusiva al regista e le testimonianze di vari collaboratori e amici (dal produttore Domenica Procacci al fotografo Gherardo Gossi allo sceneggiatore Antonio Leotti al montatore Luca Gasparini, fra gli altri). Completano il libro sei racconti e/o soggetti originali di Chiesa, filmografia e bibliografia ricchissime.