Tra scrittura e libertà. I discorsi dei Premi Nobel per la letteratura - copertina

Tra scrittura e libertà. I discorsi dei Premi Nobel per la letteratura

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Curatore: D. Padoan
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 1 marzo 2010
Pagine: 463 p., Brossura
  • EAN: 9788886270847
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 21,00

Venduto e spedito da WONDERFUL COLLECTION

Solo una copia disponibile

spedizione gratuita

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Tra i discorsi per il conferimento del Nobel per la Letteratura pronunciati dal 1901 a oggi, sono qui raccolti quelli che sembrano privilegiare un sentimento di responsabilità verso il mondo: dai laser nazisti ai gulag sovietici. Pagina dopo pagina, attraverso la voce di uomini e donne per i quali la bellezza della parola è ricerca essenziale, il secolo che abbiamo vissuto - e l'ombra che esso continua a gettare sul nostro presente - ci sfila davanti con immagini che poco concedono alla retorica. Anche se dice il grande poeta Derek Walcott, discendente di schiavi caraibici "il destino della Poesia è di innamorarsi del mondo, nonostante la Storia".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    giovanni bauer

    12/05/2010 15:15:59

    Finalmente un libro dove le parole ritrovano gravità, significato, pienezza, dove ci si immerge nell'umano in ciò che più lo contraddistingue: l'amore per la lingua, la letteratura, la poesia. Nell'epoca della ridondanza assordante, del consumo immediato, della chiacchera incessante, un testo intessuto di testi pensati e pronunciati dai grandi uomini del novecento nel momento più denso della loro esistenza: discorsi scritti e pensati come un lascito al mondo, un epitaffio di sè e della propria opera. Si legge d'un fiato e si rimane storditi dalla grandezza etica ed estetica che prorompe dai discorsi pronunciati in un'ideale agorà periclea, una sorta di oggettivazione dello spazio pubblico arendtiano di cui siamo sempre più de-privati. L'introduzione di Daniela Padoan è poi testo fra i testi. Magnifico.

Note legali