Categorie

Federico Moccia

Editore: Feltrinelli
Collana: Fuori collana
Anno edizione: 2005
Pagine: 395 p. , Brossura

Età di lettura: Young Adult.

Scopri tutti i libri per bambini e ragazzi

  • EAN: 9788807421075

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Eugenia

    11/01/2012 20.22.34

    Non sono una puritana, ma le scene di sesso non mi piace né leggerle né scriverle. A parte questo, è un libro che ho letto più di una volta perché mi è piaciuto. E' finito come mi aspettavo: due ragazzi che sono l'esatto opposto l'uno dell'altra possono sì innamorarsi e sentirsi tre metri sopra il cielo... Ma è difficile restarci ed è improbabile che la storia duri. Alla tempesta di ormoni iniziale, più che logica a quell'età, sopraggiunge la routine e si studiano i diversi "giri": lei trova orripilanti gli amici di lui, lui si annoia con quelli di lei. Sono sempre le ragazze di buona famiglia a innamorarsi dei "belli e dannati" e questo sentimento è anche alimentato dalle proibizioni di mamma e papà. Ma poi si ritorna con i piedi per terra e "l'incidente" di percorso viene dimenticato, seppure con grande sofferenza da parte di entrambi. Su questo Federico Moccia è stato realistico.

  • User Icon

    sony

    06/10/2008 13.25.05

    ho letto questo libro xchè era oggetto di un esame di università (sociologia della devianza)e devo dire che mi è piaciuto molto..rispecchia la realtà, i comportamenti dei giovani d'oggi.. in alcuni tratti mi ha fatto anche sognare ad occhi aperti...io lo consiglio

  • User Icon

    Jenis

    21/06/2008 15.33.15

    Questo libro fa sognare...è bellissimo! Spero ke Moccia continui a scrivere all'infinito!

  • User Icon

    Roberta

    03/06/2008 19.58.53

    Assolutamente terribile! Non mi ha delusa, perchè era assolutamente brutto come mi aspettavo(l'ho letto per PENITENZA, ci tengo a specificarlo): trama di una banalità estrema, personaggi stereotipati, lingua italiana accuratamente massacrata (e sostituita dal linguaggio che ognuno di noi può adottare giornalmente quando spettegola al telefono con un amico), descrizioni scialbe e piene zeppe di riferimenti a griffe e firme delle quali la letteratura (ma no, che dico, questa non è letteratura) può fare decisamente a meno. e a quelle ragazzine immature che a chi come me ha criticato il libro danno dell'acidona che non si è mai innamorata, vorrei dire che l'amore vero non è questo, o per lo meno non si racconta così: leggetevi la yourcenar, la woolf, dostoeskj, la bronte, o senza schizzare dirattamente ai grandi della letteratura internazionale, leggetevi un semplice ma efficace baricco o margaret mazzantini o paulo coelho (che per quanto non siano dei mostri sacri, sanno scrivere)...è ben altro il saper raccontare l'amore e il saper raccontare in genereale.

  • User Icon

    laura

    11/02/2008 10.23.52

    Non c'è da meravigliarsi..il successo che hanno avuto il libro e i suoi sequel rispecchia appieno i gusti effimeri delle ragazzine dagli anni 90 ad oggi, vogliose di immergersi in una storia identica a quella di step e babi...lui bello e maledetto, lei borghese e superficialotta. Ma il clamoroso successo è passeggero. Primo, perchè i gusti delle ragazzine cambiano in fretta e basterà un altro Moccia a far dimenticare il libro. Secondo, sono altri i capolavori che la critica premia come tali. Se proprio vogliamo riconoscere qualcosa all'autore, questi ha solamente il " merito" di aver colto i sentimenti di un' epoca di teenager (peraltro non che fosse ardua impresa). Pessima invece la scrittura: descrizioni che si sforzano di sembrare ben fatte, ma che non decollano mai, frasi sempre brevi e mal costruite, lessico ridotto ai minimi termini. Insomma, il classico caso editoriale che fa vendere miglialia di copie in tempi record e poi, dopo il polverone iniziale, finisce nel dimenticatoio. Ma per confermare la mia tesi c'è solo da attendere..

  • User Icon

    nirda

    03/01/2008 17.04.38

    Questo libro mi è stato appena regalato per Natale da mia cugina. Quando ha saputo che un paio di mesi fa avevo comprato per caso "Scusa se ti chiamo amore" senza aver letto la saga completa mi ha insultato...e così appena ha potuto me lo ha regalato. Il primo che avevo letto mi era piaciuto e sinceramente mi ha fatto ridere e sorridere parecchie volte....non sarà un Pirandello, Trilussa...ma sa come tenere attaccato alle pagine un lettore. Ho letto commenti di persone che si lamentavano di queste frasi così brevi, di continui dialoghi...bha può piacere come no..a me personalmente è piaciuto un sacco.Noto che il piacere o meno è un sentimento fortemente soggettivo, quello che posso dire a difesa di questo libro è che è piaciuto sicuramente a chi ha voglia ancora di sognare, chi cerca la storia d'amore impossibile o chi l'ha vissuta e adesso, se l'ha superata, si culla nel suo ricordo, doloroso o meno esso sia....e questo è il mio caso....personaggi molto simili alla mia realtà, storie già viste...o vissute almeno in parte che ora fanno parte del mio passato. In realtà dico "Grazie per questo libro"!

  • User Icon

    IMA

    25/12/2007 22.03.31

    Premessa: ho quasi 25 anni e ho vinto due Concorsi Nazionali di Narrativa e un concorso Nazionale di letteratura contemporanea. Ho letto quasi tutti i libri di Moccia e, se devo essere sincera, mi hanno affascinata. Sì, è vero, forse "le storie" possono risultare, sotto certi aspetti, scontate, ma il suo stile è inconfondibile. Amo molto i suoi "punti". Mi spiego: apprezzo molto le sue frasi brevi, senza giri di parole ha la capacità di arrivare al punto... Ho apprezzato moltissimo anche "La passeggiata". Breve, ma molto intenso.

  • User Icon

    marzio

    13/12/2007 13.22.53

    io non sono andato oltre le tre pagine....ripeto NON OLTRE LE TRE PAGINE!! non mi sono nemmeno sprecato a comprarlo ,l'ho letto nella libreria. questo libro un cASO editoriale ???? IO DIREI UN CASO E BASTA!! PER FORTUNA TRA GLI IMMORTALI DELLA LETTERATURA NON COMPARE IL NOME DI FEDERICO MOCCIA!!

  • User Icon

    Anjelica

    27/08/2007 21.55.15

    Personalmente, sono davvero indignata dal fatto che sia stato tributato un successo tanto clamoroso ad un libro tanto mediocre. Lo stile è pessimo, non è possibile leggere più di 300 pagine scritte in linguaggio da sms, è una cosa snervante per gli occhi e la mente. Oltretutto l' opera è un vero e proprio inno al consumismo, con tutte quelle - noiosissime - pagine piene zeppe di marche ecc. I personaggi non hanno spessore, l' unico che ha qualcosa su cui soffermarsi è Step, ma a parte ciò anche lui si confonde nelle mischia come tutti gli altri. Babi fa una pessima figura, e così tutte le persone che stanno attorno. Se i giovanissimi riescono ad apprezzare - e a glorificare - un lavoro del genere vuol dire che il livello di cultura sta miseramente scadendo. Anche la storia di per sè è ben lontana dal regalare emozioni come potrebbe fare un "Cime tempestose", un "Notre - Dame de Paris", o anche solo una poesia di Garcia Lorca.

  • User Icon

    gattusa

    16/06/2007 14.18.18

    dire che è pessimo è fin poco. estremamente banale e prevedibile, si legge senza provare emozioni, di una indefinibile piattezza, non lo consiglio a nessuno. c'è di meglio, anche se non ci vuole molto per superare questo libro. ci si chiede se moccia abbia almeno la licenza media, am da come scrive lo ritengo improbabile

  • User Icon

    Ele

    11/05/2007 11.04.54

    Non sono riuscita ad arrivare alla fine. Una delusione.

  • User Icon

    carolibro

    17/04/2007 14.44.09

    Massimo voto per la capacità di farti sognare e la capacità di diventare commerciale. Non è sicuramente un best seller ma semplicemente un libro da sotto l'ombrellone in spiaggia, e per quel genere, è uno dei migliori. Furbo il buon Moccia

  • User Icon

    _Ale_

    13/04/2007 23.49.54

    posso dire solo poche cose...io nn leggo molto ma questo libro mi ha fatto appassionare alla lettura. Ricco di particolari, di emozioni...e di tutto ciò ke è vita..e poi non ci scandaliziamo di cm è impostata la vita di Step perchè se ci pensate bene ci sono persone ke fanno molto di più altro ke bravate con gli amici o cose del genere..ragazze aprite gli okki...cmq sono felice di aver letto questo libro non me ne sono pentita assolutamente..anzi subito dopo sono corsa a comprare "ho voglia di te" e "scusa se ti chiamo amore"...

  • User Icon

    Anonimo

    25/03/2007 13.11.15

    La letteratura è proprio caduta in basso(sempre che questo libro sia davvero letteratura). P.S.:mA PERCHè NON SI PUò METTERE IL VOTO 0?

  • User Icon

    alessandra

    19/03/2007 13.53.12

    Ho comprato il libro dopo aver visto il film,mi ha deluso moltissimo.L'autore si sofferma su troppi particolari inutili che distolgono il lettore dalla storia.Io adoro leggere ma credetemi per arrivare alla fine di questo libro ho faticato moltissimo.Ora devo iniziare "ho voglia di te"....speriamo.....

  • User Icon

    Assunta

    25/02/2007 11.09.02

    Ho letto questo libro è l'ho trovato bellissimo.Tutte le descrizioni di Moccia sono dettagliatissime e lo sfondo sul quale si appoggia la storia d'amore tra Step e Babi ti riporta indietro nel tempo.La scintilla del primo amore non si dimentica mai, è il ricordo più bello che portiamo con noi sempre. Il primo bacio, la prima volta ci hanno dato emozioni stupende e non possiamo ma soprattutto non vogliamo dimenticare. L'amore non si spiega così come non si spiega perchè ci sono cose che non riusciamo oppure ci rifiutiamo di dimenticare, semplicemente perchè ci fanno stare bene. Questa storia mi ha fatto stare bene, e mi ha catapultato nel passato, il mio passato che ho fortemente amato e continuerò ad amare. Ognuno di noi è il frutto di ciò che ha vissuto ieri, ognuno di noi dovrebbe apprezzare le esperienza passate e non rimpiangere mai. Bisogna vivere fino in fondo le proprie esperienze perchè l'adolescenza passa e non ritorna più. Quando si diventa grandi non si riesce a sognare. I sogni accompagnano solo alcune fasi della nostra vita fasi che non ritornano e l'adolescenza è una di quelle. Nel tempo noi cambiamo , le circostanze cambiano ma l'amore ci accompagna per tutta la nostra vite, e sempre con la stessa intensità. L'amore va vissuto non spiegato.

  • User Icon

    Federica

    22/02/2007 16.19.58

    Ragazzi,secondo me ci si sta dilungando troppo. Ma prendiamo questo libro per quello che è! Cioè una storiella carina con nessun intento educativo (almeno voglio sperare!). Perchè accanirsi tanto? Ce ne stanno di porcherie in giro...anche peggio di questa (vedi melissa p.!).

  • User Icon

    anna

    10/02/2007 18.19.04

    io ho letto il libro ma ho anche visto il film, tutti e due sono bellissimi, e logico che il video e più bello ma il libro ti da le immaginazioni, nel senso che ti immagini le scene. BRAVISSIMI.

  • User Icon

    la gabbianella e il gatto

    20/01/2007 10.16.46

    il libro è vomitevole e quanto di più stereotipato possa esistere per descrivere i giovani borghesi. tristemente apprendo, dalla libreria in cui lavoro, che giovani cervelli si ostinano a cercare della letteratura valida in certe operette. forse qualcuno può apprezzare lo stile quanto mai scorrevole, ma non una storia in cui il massimo del colpo di scena è che i due alla fine si mollano, e in cui lo scrittore pur di far versare una lacrima al giovane lettore (perchè di giovane pubblico lettore si tratta) e quindi di colpirlo proprio per questo, fa morire il miglior amico del protagonista che fino ad allora aveva fatto da ombra all'eroe. voto zero spaccato. ma avete mai letto i veri capolavori in vita vostra???

  • User Icon

    Maria Teresa

    15/01/2007 22.35.34

    Scritto male? Insegna cose sbagliate? Mi ha fatto piangere, cosa che ho fatto solo per questo libro e "Le parole che non ti ho detto". Emozioni, quelle emozioni che inseguiamo, che ci passano davanti veloci e vogliono essere afferrate, sono dentro un libro, trasgressioni innocenti, amore, desiderio folle, sfida con se stessi, romantica "doccia calda/fredda" che se non l'avete mai provata... io si, piccole sciocchezze e grandi sentimenti assieme. Amore. Anche se l'amore non si sa come e perchè inizia, e non si sa come e perchè finisce, esiste, ed è così, come è descritto nel libro. Folle.

Vedi tutte le 174 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione