Categorie
Paese: Stati Uniti; India
Anno: 2011
Supporto: DVD
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,29

€ 9,99

Risparmi € 0,70 (7%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    armando

    20/12/2014 19.45.40

    Un'esperienza irripetibile,un viaggio colmo di meraviglia e stupore che intreccia la creazione del mondo con la vita di una semplice famiglia e si interroga,come poche volte negli ultimi anni era successo al cinema,sulle domande ultime del cuore umano,sul rapporto tra uomo e Dio,sul significato del dolore e della grazia.

  • User Icon

    frida rizziello

    16/04/2014 20.47.15

    Dopo Tarkovskij per me c'è Malick, due geni che rigenerano l'anima, non ho la pretesa di capire a fondo il significato recondito dei loro capolavori(tutti i film di Tarkovskij lo sono,dei capolavori, di Malick lo è The Tree of life)per me sono i corrispettivi di Dovstoevskij e Gogol in letteratura e di Mozart e Beethoven in musica....Geni assoluti.

  • User Icon

    chicco

    27/07/2013 11.32.37

    Lento all'infinito. Immagini su immagini, la voce che ripete le stesse frasi come un mantra...dopo mezz'ora ti viene voglia di prendere il dvd e buttarlo dalla finestra! Nessuno mette in dubbio la fotografia ma un film è ben altro, deve appassionare, divertire, coinvolgere e questo almeno secondo me, annoia a morte.

  • User Icon

    michele

    01/07/2013 00.53.16

    C'è qualcosa di ineffabile nelle opere di questo regista. Ha ragione Christopher Nolan quando dice che c'è un legame inscindibile tra la narrazione e l'immagine, un film di Malick non può esistere al di fuori dell'arte cinematografica, ogni descrizione verbale o scritta non gli renderebbe giustizia. Memorabile la lunga sequenza della nascita e dello sviluppo dell'universo, la grandiosa bellezza della materia inanimata e la comparsa della vita in forme sempre più raffinate e coscienti, accompagnata in sottofondo dalle domande rivolte al Creatore, in un sussurro: "Signore, perché? Dove eri? Lo sapevi? Chi siamo noi per te? Rispondimi!"

  • User Icon

    Il Cinefilo

    22/05/2013 15.02.09

    Ovviamente chi ha messo 1 non ha capito che questo film NON vuole essere il tipico blockbuster sulle famiglie da mulino bianco. Perché The Tree of Life è più di un film, più di un capolavoro, è un'esperienza, una grande ed epica sinfonia dell'esistenza da cui lasciarsi trasportare e incantare dall'inizio alla fine, proprio come la vita che ci trasporta e ci incanta con le gioie e i dolori del mondo, dalla nascita alla morte.

  • User Icon

    Boschetto matteo

    15/05/2012 23.53.55

    Un senso mistco avvolge tutto il film, fino a toccare il sublime... Non so aggiungere altro.Bellissimo.

  • User Icon

    cuccureddu

    31/12/2011 15.18.00

    Il Cinema si è fermato con TREE OF LIFE Esiste il cinema prima di Tree of life.. esistrà quello dopo. Ma qui si è raggiunto il punto massimo per questo tipo di arte. Niente sarà più lo stesso dopo. A differenza di altre volte in cui mi sono dimostrato insofferente verso recensioni brutte per grandi capolavori... in questo caso posso comprenderle. Non è un film per tutti, non tutti possono entrare in sintonia con quello che viene proposto. Sinceramente, non ne consiglierei la visione ad almeno 19 persone su 20 tra chi conosco. NON E' UN FILM PER TUTTI, COME NON è PER TUTTI LEGGERE DI FISICA NUCLEARE, DI COSMOLOGIA O DI POESIA... non c'è nulla da offendersi ;)

  • User Icon

    nadia

    08/12/2011 23.31.28

    Non sono assolutamente d'accordo con il commento precedente. A mio parere questo film è un gioiello. L'ho visto due volte di fila, nel tentativo di comprenderlo meglio, e che dire? mi ha affascinata e colpita. Certo si tratta di una pellicola impegnativa, ma... quanta bellezza, quanto stupore, quanta verità ci regala! Colonna sonora superba, fotografia mozzafiato, interpreti più che convincenti. Insomma, per me si tratta di un capolavoro. Per certi aspetti mi ha ricordato "2011: Odissea nello spazio". La trama non c'entra niente, ma vi ho ritrovato la stessa complessità e la stessa profondintà.

  • User Icon

    Franca

    08/12/2011 19.35.32

    Si tratta di un genere di film che non amo. Fin dall'inizio la sensazione di non sapere cosa mi avrebbe atteso mi ha stressato. Quasi quanto un horror troppo diluito. La psicanalisi, la natura, la sociologia, la foto scientifica tutto confezionato in una mirabile fotografia . Decisamente troppo.

  • User Icon

    Emanuele

    08/12/2011 15.11.21

    Mi trovo in disaccordo con la "recensione" di Sugar. Ho amato "The Tree of Life" fin dalla prima visione al cinema, tanto da tornare in sala altre due volte. Per potenza evocativa e profondità tematica, mi ha ricordato "2001 Odissea nello spazio", ma l'opera di Malick riesce addirittura a superare quella del maestro Kubrick in grazia e poesia. Non un film facile, questo è certo, ma indubbiamente una sinfonia ardua e complessa che colpisce dritta al cuore. Un capolavoro che non ha eguali nella storia del cinema degli ultimi vent'anni.

  • User Icon

    Gio

    22/11/2011 21.35.30

    Un capolavoro. Uno di quei film che ti fanno capire perché esiste il cinema, perché si usa il cinema e non il teatro o la scrittura. Pura sinestesia: musica, fotografia, sceneggatura, dialoghi, attori diretti da un vero regista, montaggio, etc....La profondità purtroppo non è per tutti, capisco che a molti possa avere fatto lo stesso effetto della Corazzata Potemkin, del resto in quanti hanno finito di leggere la Recherche di Proust? L'arte è a disposizione di tutti, ma non è per tutti purtroppo....

  • User Icon

    Stefano Cinchielli

    16/11/2011 10.06.17

    Non posso che dissentire con coloro i quali dipingono il film come noioso e inutile. Chi si ferma a questo giudizio dimostra un'insensibilità enorme nei confronti non tanto del film, quanto piuttosto della propria vita. The Tree of Life è un film straordinario capce di metterci di fronte alla drammaticità e alla grandezza della vita. Un film in cui nulla è caso e dove ogni immagine ci pone una domanda. E' un film per tutti, capace di parlare a tutti. Voto 5/5....se fosse possibile aggiungerei anche la lode.

  • User Icon

    Matteo

    14/11/2011 14.44.41

    Ostico come tutti i film di Terrence Malick, e siamo d'accordo. Derubricarlo a una fesseria, però, è troppo. Malick ha questo stile, che da "La sottile linea rossa" si è fatto sempre più presente, e la visione di un suo film richiede anzitutto la giusta predisposizione: immagini splendide, dialoghi pressochè inesistenti, tantissima voce off. E tantissimo succo concettuale. Questo film è profondamente religioso, lavora sulla contrapposizione tra la Natura "indifferente", che dispone a suo piacimento della nostra vita, e la Grazia "salvatrice", che ci apre una visione diversa del mondo, fondata sull'amore donativo. Il tutto raccontando la storia di una famiglia americana degli anni '50, con una splendida colonna sonora e la solita maestria nel comporre le immagini. Sì, è un film lento, lentissimo... ma se ci si accosta a mente libera e aperta può essere una grande sorpresa.

  • User Icon

    Daniele Falcioni

    14/11/2011 14.00.40

    Questo film è un capolavoro. Naturalmente chi ha una sensibilità mediocre non lo apprezzerà e neanche potrà parlarne male con cognizione di causa.

  • User Icon

    Michele B.

    13/11/2011 12.37.47

    Sugar, lascia perdere Malick. Sta per uscire il cinepanettone. Corri. The Tree of Life non è solo un film. E' arte, altissima. Non intrattenimento. Bisogna avvicinarsi con rispetto, con pazienza, con voglia di ascoltare. Così come ci si avvicina a un bambino appena nato e gli si tocca un piedino, a una pittura di un maestro fiammingo, alle Gymnopédies di Satie, a una miniatura medievale. Visto per due volte al cinema, e tornerei ancora. Ma ormai bisogna accontentarsi del dvd. Ricorda 2001 Odissea nello spazio, 8 e 1/2. Ricorda che il cinema è Arte. Riscoprite se avete voglia anche 'i giorni del cielo', malick non delude. E' un pittore splendido, il suo pennello è il cinema.

  • User Icon

    Lorenzo

    12/11/2011 10.36.59

    Uno dei film più belli, complessi, magniloquenti, grandiosi che io abbia mai visto. Denso di riflessioni filosofiche, religiose, universali che spiazzano e disorientano, commuovono e incantano. Il suo impatto sulla storia del cinema e' paragonabile soltanto a 2001 odissea nello spazio. @ sugar: visto che le tue conoscenze cinematografiche sono pari a zero, guardati discovery channel. Il cinema lascialo ai grandi

  • User Icon

    Jellyfish

    11/11/2011 15.37.36

    Inizia e finisce con una fiammata nel buio. In mezzo una riflessione ad ampio respiro sul senso della vita e della morte, partendo dall'elaborazione di un lutto (la morte del fratello). Elaborazione che coinvolge microcosmo (la famiglia, la casa, il contrasto col genitore) e macrocosmo (la nascita dell'universo). Famiglia e universo come un continuo pulsare di cellule. In tutto il film si cerca Dio (nella natura e nella grazia, persino in un ipotetico paradiso mentale), ma alla fine questo Dio rimane silenzioso e invisibile. Non ci sono risposte alle domande, soltanto il continuo pullulare della vita, e di conseguenza della morte. La metafora finale del ponte è molto suggestiva: un ponte che collega i vivi e i morti, ma che esiste soltanto nella costruzione della memoria. Per me il film più suggestivo e affascinante dell'anno.

  • User Icon

    Mauro C.

    10/11/2011 18.52.18

    I commenti su questo film si sono sprecati. Ha diviso tutti: il pubblico, la critica, gli addetti ai lavori. Penso si tratti di un quasi capolavoro. Questo viaggio chiamato "vita", passa attraverso la Nascita, i rapporti tra gli esserei umani, le incomprensioni, il senso dell'esistenza, la ricerca di Dio, la consapevolezza del dolore, il vortice dei sentimenti, lo sguardo sull'incredibile bellezza del mondo. Un'istantanea sul tempo e sulla creazione di questo "tutto". A livello visivo è straripante. A livello emotivo non ha eguali. Poche parole ma devastanti. C'è tanto, forse troppo. Non può essere considerato bello solo per il fatto che anziché dare risposte pone domande? Forse perché le pellicole filosofiche di questi tempi vengono snobbate, cosicché un film che scruta nel dettaglio tutti gli aspetti della natura e del dolore umano passa per "pesante". Malick o lo si ama o lo si odia. Non c'è una via di mezzo e mai ci sarà. Io faccio parte della prima categoria e ne sono fiero. Voto 5 solo perché non posso mettere 10!!!

  • User Icon

    Alessandro

    09/11/2011 23.04.23

    capolavoro sensoriale e filosofico, film non giudicabile con un voto...da guardare rigorosamente con mente aperta, per cui si astengano quelli con canoni cinematografici rigidi

  • User Icon

    Butch

    09/11/2011 12.58.30

    La migliore opera d'arte mai realizzata.

Vedi tutte le 21 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2011
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 139 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,78:1
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of): "Esplorando The Tree of Life"; trailers