Categorie

La trilogia Adamsberg: L'uomo dei cerchi azzurri-L'uomo a rovescio-Parti in fretta e non tornare

Fred Vargas

Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 911 p., Brossura
  • EAN: 9788806198527
Usato su Libraccio.it - € 10,26

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giordano

    17/07/2016 10.43.41

    Mi sono fermato al primo atto della trilogia. Francamente ho trovato insopportabili quasi tutti i personaggi, così forzatamente bizzarri e originali che finiscono per essere solo noiosi e inautentici, a mio parere. Per non parlare dello stile.. Il "giallo poetico" come lo autodefinisce l'autrice, mi pare solo un "simpatico", e inutile, ossimoro.

  • User Icon

    mocciosa

    20/11/2014 12.40.28

    la Vargas sa scrivere e sa catapultarti, nonostante i tempi propri del commissario, nei suoi racconti. nella sua atmosfera, molto francese e però piacevole e coinvolgente. i suoi personaggi riusciti, io adoro Adamsberg ci si affeziona e riesce, nella descrizione, modi etc a sfuggirci, come infine fa il suo pensiero e come capita nel libro agli altri... sfuggire.. libri piacevolissimi, coinvolgenti e ben scritti, anche se forse un pò di variazione sul tema delle soluzioni non spiacerebbe... esiste anche una serie televisiva - mi pare ci siano all'attivo 4 o 5 episodi... purtroppo difficili da trovare e solo in inglese, speriamo in una disponibilità anche in italiano... perchè meritano davvero, al pari di quanto meriterebbero un film i suoi I tre evangelisti. buona lettura

  • User Icon

    Materlab

    05/09/2014 09.14.16

    Sono tre romanzi che si leggono bene, anche se non condivido giudizi troppo entusiastici. La Vargas sa scrivere, questo è certo, e il personaggio di Adamsberg è decisamente riuscito, ma a volte si fatica a sopportare la spocchia dell'autrice che spunta spesso tra le pagine. L'uomo dei cerchi azzurri è un pò acerbo ma a tratti interessante; l'uomo a rovescio l'ho trovato un pò meno coinvolgente; il terzo è pure discreto, ma forse un pò troppo lungo per quanto aveva da dire. In definitiva: successo meritato, ma parliamo pur sempre di letteratura di evasione

  • User Icon

    francesca

    03/03/2013 12.36.19

    Ho cominciato a leggere la vargas a settembre del 2012, dopo aver letto una recensione di baricco su repubblica. non sapevo cosa aspettarmi dalla vargas.... Beh, mi sono divertita tantissimo !! i personaggi sono singolari, le trame avvincenti e respiri aria di francia fino al midollo con tutte quelle viuzze... Spinta dall'entusiasmo, ho comprato pure la trilogia dei tre evangelisti : non mi ha deluso mai, nemmeno un secondo ...non ci si annoia mai!!! Admsberg e i tre evangelisti- san luca, san marco e san matteo - sono entrati nel mio cuore e di sicuro leggerò gli altri libri della vargas di cui apprezzo anche il senso dell'umorismo, la preparazione,la scrittura...leggete i suoi libri : il divertimento è assicurato !! la fantasia vola.......

  • User Icon

    ferdi

    11/01/2013 12.37.00

    Un crescendo: dai primi timidi, incerti e un po' ingenui passi de "L'uomo dei cerchi azzurri" (dove xaltro si comincia a delineare la figura del commissario acchiappanuvole e del suo fidato collaboratore, Danglard), alla piu' complessa indagine della seconda avventura, con qualche concessione di troppo al genere fantasy , "l'uomo a rovescio", per finire con la quasi perfezione di "Parti in fretta e non tornare", molto piu' di un giallo. Un vero e proprio romanzo su Parigi e i suoi abitanti che sconfina in un realismo concreto di matrice zoliana. Chi cerca colpi di scena ha completamente sbagliato strada. Brava la Vargas, di cui avevo letto qualche anno fa "Sotto i venti di Nettuno" (che a dire il vero non mi aveva entusiasmato...). Probabile affronti adesso anche la trilogia degli Evangelisti.

  • User Icon

    Marco

    21/11/2012 22.36.32

    Nessuno dei tre romanzi mi ha particolarmente colpito. Mancano spesso colpi di scena e purtroppo la storia diventa eccessivamente lenta, troppo dettagliata e con poca azione. I personaggi non sono particolarmente brillanti, ma piuttosto anonimi e goffi, rendendo la lettura a volte particolarmente noiosa e piatta. Traduzione pessima con errori ortografici e verbi sbagliati!

  • User Icon

    Christian

    10/04/2012 13.54.26

    L'inizio delle vicissitudini del commissario francese, il simpatico e strano "spalatore di nuvole"...un libro che merita con tanti spunti e riflessioni di vita quotidiana...intrattiene e appassiona. Consigliato!!!

  • User Icon

    Adriana

    20/12/2011 09.13.37

    Pur trovandomi d'accordo, in linea di massima, con il giudizio negativo di Camilleri riguardo le donne gialliste, devo dire che la Vargas, dopo la partenza tiepida de 'L'uomo dei cerchi azzurri', con 'L'uomo a rovescio', invece, mi ha proprio convinta e divertita. I personaggi sono particolari e ben tratteggiati, la trama è soddisfacente, l'ironia efficace e gli spunti, da cui le storie traggono origine, interessanti. Sono solo all'inizio di 'Parti in fretta e non tornare', ma il banditore e compagnia bella promettono moooolto bene...

  • User Icon

    BACCARO BENEDETTO

    06/01/2010 20.05.26

    Bel libro per gli appassionati di Jean-Baptiste... Compratelo se vi piace l'ispettore francese...

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione