Trilogia della città di K. - Agota Kristof - copertina
Trilogia della città di K. - Agota Kristof - 2
Salvato in 94 liste dei desideri
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Trilogia della città di K.
6,25 €
;
LIBRO USATO
Dettagli Mostra info
Trilogia della città di K. Venditore: IL PAPIRO + 7,00 € Spese di spedizione Solo una copia disponibile
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
IL PAPIRO
6,25 € + 7,00 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
IL PAPIRO
6,25 € + 7,00 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Nome prodotto
12,35 €
Chiudi
Trilogia della città di K. - Agota Kristof - copertina
Trilogia della città di K. - Agota Kristof - 2
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Quando "Il grande quaderno" apparve in Francia a metà degli anni Ottanta, fu una sorpresa. La sconosciuta autrice ungherese rivela un temperamento raro in Occidente: duro, capace di guardare alle tragedie con quieta disperazione. In un Paese occupato dalle armate straniere, due gemelli, Lucas e Klaus, scelgono due destini diversi: Lucas resta in patria, Klaus fugge nel mondo cosiddetto libero. E quando si ritroveranno, dovranno affrontare un Paese di macerie morali. Storia di formazione, la "Trilogia della città di K" ritrae un'epoca che sembra produrre soltanto la deformazione del mondo e degli uomini, e ci costringe a interrogarci su responsabilità storiche ancora oscure.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2
2005
Tascabile
384 p.
9788806173982

Valutazioni e recensioni

4,36/5
Recensioni: 4/5
(130)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(91)
4
(15)
3
(10)
2
(8)
1
(6)
cry6379
Recensioni: 5/5

<b>Di quell'eterno, inesauribile, assurdo bisogno di sentirsi amati... e di quanto fa star male.</b> Come soda caustica... su cuore, anima e cervello. Uno di quei libri che o lo si ama o lo si odia e che, se lo si ama, è in grado di spostare talmente tanto i vecchi parametri di lettura, che mai più i libri letti in seguito meriteranno 5 stelle! N.b. gli "esercizi" dei gemelli... geniali! Bella, in generale, questa cosa che hanno i bambini.. di immedesimarsi per gioco nelle situazioni. Peccato che crescendo si perda un po'... Sarà per quello che invecchiando ci si instronzisce?!

Leggi di più Leggi di meno
Giulia
Recensioni: 3/5

Non sono pienamente soddisfatta dopo la lettura di questo romanzo. Mi era stato presentato come il libro della vita, di quelli che fai fatica a "sostituire" invece devo ammettere di aver letto di meglio. Questa scrittura così essenziale, a tratti quasi come se fosse un telegramma, inizialmente mi ha colpito ma a lungo andare si è rivelata un po pesante. L'ultimo capitolo molto confusionario tant'è che in alcuni tratti ho fatto fatica a capire se il narratore fosse Claus o Lucas. Anche il finale un Po deludente, dopo tutto quello che era successo mi aspettavo un finale leggermente diverso. Il fatto che le vicende non fossero orientate in uno spazio e un tempo definito mi ha un Po infastidito e anche lo scorrere del tempo risultava difficile da seguire in alcuni casi. Per me èimportante anche la contestualizzazione in un ambiente e un epoca storica che diventato parte integrante della narrazione. Si intuisce il tempo e il luogo ma cmq questa cosa non mi ha pienamente soddisfatta. In conclusione non so...mi aspettavo di più

Leggi di più Leggi di meno
Andrea
Recensioni: 5/5

Meraviglioso: mi ha stregato dalle prime pagine fino al finale che ho trovato sconvolgente. Può non piacere a tutti, lo stile di scrittura è asciutto e molto crudo; non avevo mai letto nulla di simile.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,36/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(91)
4
(15)
3
(10)
2
(8)
1
(6)

Conosci l'autore

Agota Kristof

1935, Csikvánd (Ungheria)

Scrittrice ungherese. Nel 1956 è spettatrice dell’invasione del suo paese da parte dei carri armati sovietici. Fuggita con la famiglia in Svizzera, trova un impiego presso una fabbrica di orologi. Comincia a scrivere nella sua lingua di adozione, il francese, prima testi per il teatro, poi romanzi che la impongono all’attenzione del grande pubblico: Il grande quaderno (1987), La prova (1990), La terza menzogna (1992) – che nella traduzione italiana confluiscono a formare La trilogia della città di K (1998) – in cui le storie parallele di due gemelli, Klaus e Lucas, si dipanano in un labirinto di disperazione morale e bruciante dolcezza, sullo sfondo di una guerra divoratrice. Anche nelle opere successive (Ieri, 1995; L’analfabeta, 2004; Dove sei...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore