La trilogia di Fabio Montale: Casino totale-Chourmo-Solea

Jean-Claude Izzo

Traduttore: B. Ferri
Editore: E/O
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 16 marzo 2011
Pagine: 689 p., Brossura
  • EAN: 9788876419621

53° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Antologie

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
In un solo volume la trilogia marsigliese di Jean-Claude Izzo con protagonista uno dei personaggi più memorabili della letteratura contemporanea. Nel primo romanzo, dopo anni di vagabondaggi nei mari del Sud, Ugo torna a Marsiglia per vendicare Manu, l'amico di gioventù assassinato dalla malavita. Ma anche lui resta ucciso e toccherà a un terzo amico, Fabio Montale, il compito di fare giustizia. Fabio era cresciuto con gli amici nei vicoli poveri del porto di Marsiglia, tra piccoli reati e primi amori, ma poi è diventato uno strano poliziotto, più educatore di strada nei quartieri difficili che sbirro. La sua umanità si nutre dei dettagli della vita vera: le donne che ama innanzitutto, le amicizie, la musica, il pastis, il vino, il mare e il cielo di Marsiglia. Ed è questa stessa umanità, ancor prima del suo mestiere di poliziotto, a metterlo in una guerra durissima con il sistema degli intrecci illeciti tra imprese, politica e malavita. In una città, Marsiglia, simbolo di un Mediterraneo diviso tra bellezza e violenza, tra due colori: l'azzurro del cielo e del mare e il nero della morte e dell'odio.

€ 16,58

€ 19,50

Risparmi € 2,92 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Corrado

    09/10/2018 11:49:08

    Izzo sa scrivere molto bene. Il suo amore per Marsiglia, per le donne e il buon cibo si ritrova in tutte le pagine. Così come la sua avversione senza limiti nei confronti dei razzisti e dei lepenisti. Un po' "deboli", forse, le trame noir. Montale è simpatico, mai banale, intelligente. Certo, un poliziotto che odia le armi lascia un po' perplessi anche perché, prima o poi, in un noir ci si aspetterebbe che un poliziotto ne facesse buon uso...o no? Comunque consigliato.

  • User Icon

    Federica

    18/09/2018 13:11:11

    Tre romanzi con il quale immergersi nella Marsiglia di fine anni '90, descritta con amore e rispetto. Un personaggio, quello di Fabio Montale, ben costruito e caratterizzante. Esteta per caso, vi farà venir voglia di avere un balcone dove affacciarsi una sera d'estate per guardare il mare e assaporare un sorso di Lagavulin.

  • User Icon

    luciano

    15/03/2017 15:16:38

    Un libro semplicemente stupendo. La trilogia di Marsiglia offre al lettore uno spaccato esemplare delle condizioni di vita delle minoranze etniche immigrate in questa città dalle colonie oltremare e dall'Italia, nella seconda metà del secolo scorso. L'emarginazione, la disoccupazione e la crisi economica che colpirono inesorabilmente gli immigrati già vent'anni prima del terzo millennio, spiegano come, soprattutto in Francia, la radicalizzazione del fondamentalismo islamico, sia sfociata nelle rivolte delle banlieue Parigine, negli attentati terroristici degli anni novanta sino ai più recenti e terribili del "Bataclan" e di Nizza. Non vorrei essere frainteso. Non posso assolvere coloro i quali nel segno di Allah compiono efferatezze di quel genere. Cercare in qualche modo di vendicare i torti subiti infliggendo ai "nemici" punizioni esemplari non li rende eroi ma assassini. Forse, coloro che pretendono di difendersi con la violenza, con la corruzione di politici, di poliziotti, con la collusione con la Mafia e la Camorra, a mio modo di vedere lo sono anch'essi. La storia purtroppo pare non essere in grado di svolgere alcuna azione propedeutica al bene ma soltanto quella di lasciare ai posteri un interminabile elenco di nefandezze dell'unico animale di cui la natura farebbe volentieri a meno: l'uomo.

  • User Icon

    Claudio

    22/06/2015 11:26:39

    La trilogia di Izzo apre un mondo: mondo di noir, di psicologia e di problemi sociali. In seguito alla lettura di questo splendida raccolta non ho smesso di ricercare altri autori stile Izzo: Morchio, Carlotto, Pandiani...

  • User Icon

    Guido

    21/02/2015 14:33:22

    La trilogia di Fabio Montale è un libro che non ha riscosso il successo che meritava. I difetti di Izzo, uno dei fondatori del noir mediterraneo, sono noti: una descrizione un po' "naif" di situazioni e personaggi, un dominio non completo della trama, un forse eccessivo malinconico pessimismo. Ma i pregi dello scrittore sono ben superiori: una perfetta conoscenza di Marsiglia, città che letteralmente "vive" nelle sue storie, un linguaggio unico, che può non piacere a tutti, ma connotato da un intenso lirismo, con frasi bellissime che restano scolpite nella memoria. E' questo il problema di Izzo con il grande pubblico: era più un poeta che un narratore polar.

  • User Icon

    Emiliano

    19/09/2013 20:43:34

    Non ci sono parole per descrivere questa trilogia. Emozionata ed emozionante. Le descrizioni di Marsiglia sono come pennelate di un opera d'arte, la narrazione serrata e piena di colpi di scena. Il noir mediterraneo per eccellenza. Assolutamente da non perdere

  • User Icon

    Cri

    25/04/2012 03:03:31

    Chiedo scusa per la doppia recensione ma ci tenevo a lasciare le mie opinioni a libro finito. Ebbene sì, l'ho iniziato il 16 e non sono più riuscita a lasciarlo fino a ora. Fino all'ultima pagina, al momento di separarsi a malincuore da Fabio Montale e dalla Marsiglia di Izzo. Tre grandi noir, tre avventure in cui Izzo ci parla del bene, del male, ma soprattutto della speranza di rinnovamento. Fabio Montale è un grandissimo personaggio, l'ho apprezzato libro dopo libro con tutte le sue debolezze, i suoi lati oscuri, le sue paure, passato al setaccio fino al nocciolo della sua anima di uomo sì, ma soprattutto di uomo mediterraneo. Un perdente, forse, ma votato alla giustizia e alla fedeltà ai propri ideali. Sempre e a tutti i costi. Non so nemmeno dire quale dei tre romanzi mi abbia appassionato di più; Casino Totale che per primo mi ha immerso nell'atmosfera marsigliese, Chourmo che mette a nudo il disperato grido di protesta di quest'uomo buono e coraggioso, o Solea, che mi ha tenuto sveglia fino a notte tarda trasmettendomi l'angoscia della corsa contro il tempo, non solo quella di Montale ma di Marsiglia e del mondo. Libri assolutamente fantastici, li consiglierò a tutti. Che tristezza pensare a quante altre storie altrettanto emozionanti, a quanti altri specchi di realtà avrebbe potuto regalarci questo autore se fosse ancora fra noi. Punteggio 5/5.

  • User Icon

    Cri

    17/04/2012 18:59:22

    Acquistato ieri, ne ho già lette più di cinquanta pagine e non riesco a staccarmi dall'atmosfera di una Marsiglia evocata con tutti i suoi colori, le sue luci e le sue ombre. Izzo entra di diritto nella mia personale pleiade di scrittori noir, non conoscevo questo autore e sono felice di aver inaugurato il 2012 con una simile scoperta. Da regalare e da regalarsi, assolutamente.

  • User Icon

    lucioluc

    29/08/2011 19:07:14

    Che meraviglia leggere tutta di seguito questa trilogia di cui tanto avevo sentito parlare! Izzo/Montale è duro e malinconico ma nel suo sguardo, a dispetto di tutto, resistono dolcezza e desiderio di continuare ad amare la vita e gli uomini tanto attraversati da violenza e cinismo. Scritti a metà anni '90 sono romanzi anticipatori di quello che stiamo vivendo adesso: crollo della convivenza multiculturale, emergenza razzista cavalcata dall'opportunismo politico, rivolte delle bainlieue, ecc. Un'edizione splendida per apparati, materiale, grafica. Lettura divorata in pochi giorni. Non ti conoscevo JC. Grazie di tanto amore nonostante tutto...

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione