Categorie

Andrea Camilleri

Collana: Burextra
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
Pagine: 90 p. , Rilegato
  • EAN: 9788817041379

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Renzo Montagnoli

    15/02/2015 09.07.07

    Per quanto il racconto non sia lungo, pur tuttavia presenta indubbie valenze tali da ritenerlo meritevole di lettura per le riflessioni a cui esso porta. È strano il destino di Michele Sparacino, nato alla mezzanotte tra il 3 e il 4 gennaio del 1898, da famiglia poverissima, con un padre ubriacone e sempliciotto che ha già un bel problema all'anagrafe nel denunciarne la nascita. Sarà il 3 o il 4 gennaio? Risolve il tutto l'impiegato, provocando, però, involontariamente, tutta una serie di conseguenze che non toccano la famiglia del pargolo, ma che si manifestano in sommosse e tumulti, eventi eclatanti che attirano l'attenzione di un giornalista che per farsi bello inventa il Masaniello di turno, attribuendogli per un caso del tutto fortuito il nome di Michele Sparacino. Da allora il vero Michele Sparacino proverà sulla propria pelle cosa voglia dire essere scambiato per un facinoroso, tanto che a militare verrà considerato prima un disfattista, poi connivente con il nemico (siamo nel corso della Grande Guerra) e infine, poiché scompare durante la ritirata di Caporetto, anche un disertore. Il destino però gli ha riservato una sorpresa, lui che in effetti, al di là della nomea immeritata, è sempre stato uno sconosciuto, diventerà ignoto in assoluto, con onori e gloria, quali spettano a chi riposa nell'Altare della Patria. Si tratta solo di un racconto, ma le finalità di Camilleri non sono tanto quelle di imbastire una storia che si legge con molto piacere, ma vanno ben oltre. In fondo avrebbe potuto intitolarlo le tre vite di Michele Sparacino, ma in tal caso sarebbe venuto meno al suo intento, poiché in effetti la vita di Michele Sparacino è una sola, mentre sono altre e più quelle che gli uomini gli attribuiscono scambiandolo per altra persona e questo nel solco tracciato da un altro grande siciliano, Luigi Pirandello. Da leggere.

  • User Icon

    Cristiano

    07/03/2011 12.09.33

    Dire bello è dire poco. Camilleri ha costruito la storia di Michele Sparacino in maniera magistrale, con una tecnica straordinaria. Il libro, che tra l'altro è di poche pagine, si legge tutto d'un fiato e con grande piacere. Da non perdere!

  • User Icon

    Maunakea

    05/02/2011 09.44.47

    Del 2009. Raccontino che si legge d'un fiato, carino, ben orchestrato e molto camilleriano, una lettura piacevole e molto interessante anche l'intervista che segue il racconto e chiarisce alcuni pensieri dello scrittore. La piacevolezza di questo raccontino fa comunque parte della serie, chiamiamola così "starnuti" di Camilleri ossia il pubblicare a sè stante qualsiasi cosa, quindi non faccio questioni di prezzo o di rapporto storia/costo, ma credo sia bene fare inquadrare il libro a chi è indeciso o meno sull'acquisto, o lo compra on-line e non ha la possibilità di sfogliarlo. Ok 90 pagine, non sono tutte racconto diciamo solo una metà circa (non ho il libro sottomano per controllare con precisione), quindi consigliato solo ai fan devoti.

Scrivi una recensione