Categorie

Enrico Pandiani

Editore: Instar Libri
Collana: FuoriClasse
Anno edizione: 2010
Pagine: 311 p. , Brossura
  • EAN: 9788846101099

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Trixter

    06/06/2014 12.11.56

    Classico poliziesco alla francese in salsa noir; condito di crudezza ed ironia, confezionato con uno stile disilluso e crepuscolare. Pandiani sa il fatto suo e riesce a rendere accattivante e godibilissima una storia non particolarmente originale. Mi sono piaciuti moltissimo sia i personaggi che i dialoghi utilizzati per caratterizzarli. Bravo Pandiani.

  • User Icon

    luca ambrogi

    09/11/2011 11.53.57

    Bravo Pandiani, ha scritto un giallo ben orchestrato, condotto sapientemente dall'inizio alla fine, senza quella ricerca ossessiva dell'originalità a tutti i costi che a volte, in alcuni scrittori, si traduce in appesantimenti e prolissità eccessive. Un libro che, a parte forse qualche lentezza (tollerabile) all'inizio, si legge tutto d'un fiato, senza alcun intoppo. Consigliato.

  • User Icon

    corrado

    13/07/2011 20.03.44

    un ottimo esempio di poliziesco alla francese, una ottima ambientazione, dei personaggi credibili e ben delineati. Peccato che la storia presenti qualche inconguenza di troppo.

  • User Icon

    pacifico

    04/06/2010 10.50.25

    Dopo aver letto il primo ed aver lasciato pochi giorni fà un commento, ho letto è finito in 2 giorni questo. Ribadisco, questi 2 libri sono tra i gialli più belli letti quest'anno( ne compro e ne leggo un centinaio all'anno) spero vivamente che la serie degli ITALIENS prosegua a lungo. VIVA PANDIANI

  • User Icon

    Luisa

    31/03/2010 00.21.46

    Ho letto Troppo piombo e, arrivata alla fine, sono rimasta come sospesa per un po’ di tempo, come se il desiderio che il romanzo non fosse veramente finito cercasse di impedirmi di staccarmi dal libro. La storia mi ha presa da morire. Mi ha trascinata in una specie di vortice di gelo e disperazione. L’autore è però riuscito a stemperarlo, rendendolo più lieve con un’ironia leggera e un umorismo sufficiente a impedire che il dolore che mi ha comunicato la storia potesse sovrastarmi impedendomi di respirare. L’inizio è forte, fa male e mette a disagio, ma lentamente il racconto mi ha catturata, ipnotizzata, il commissario Mordenti mi ha presa per mano e mi ha portata con se in un’indagine tragica e difficile. I personaggi sono veri, i luoghi magistralmente descritti, la neve che cade ricoprendo tutto è fredda come quella vera. Troppo piombo è un poliziesco duro e sentimentale come se ne scrivevano una volta.

  • User Icon

    Nicola

    30/03/2010 12.45.32

    La grandiosa conferma di una delle più promettenti penne del panorama editoriale. Dopo i fuochi pirotecnici trovati in Les Italiens, l'autore ci porta nuovamente a spasso per Parigi. In Troppo Piombo troverete tutto ciò di cui chi legge davvero ha bisogno, troverete ritmo, troverete introspezione, troverete passione, troverete ironia, troverete una strepitosa colonna sonora e quell'innata capacità che solo i grandi narratori posseggono, la capacità di rendervi partecipi di quello che state leggendo, di trovarvi collocati attivi in una storia sapientemente resa tridimensionale e prospettica, così come diventano tridimensionali gli indimenticabili protagonisti che si manifestano durante la vicenda. Bravo.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione