Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Tutto l'amore che c'è di Sergio Rubini - DVD

Tutto l'amore che c'è

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Sergio Rubini
Paese: Italia
Anno: 2000
Supporto: DVD
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 3,74 €)

In un paesino pugliese a metà degli anni Settanta, un ragazzo ha amici più grandi di lui, ama una compagna di classe e ha un rapporto conflittuale con il padre. Il suo sogno è diventare famoso come musicista.
4,44
di 5
Totale 16
5
11
4
2
3
2
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Davide

    17/05/2020 18:15:40

    Delicato e interessante film di Sergio Rubini. Girato nella natia Puglia e in parte autobiografico, racconta la storia degli abitanti di un paesino a metà degli anni settanta che incontra e si scontra con l'arrivo di una famiglia milanese, di cui fanno parte tre bellissime ragazze, molto spregiudicate rispetto ai giovani del luogo. Commedia solare, con una bella fotografia, delicata e ben scritta. Rubini, Buy e Depardieu interpretano personaggi minori, diversi giovani sconosciuti, sono i veri protagonisti. Tra loro Vittoria Puccini all'esordio, il compianto Damiano Russo e Michele Venitucci.

  • User Icon

    Pasquale

    24/01/2017 10:09:43

    Film deludente nel complesso nonostante alcune scene divertenti. Forse avevo delle alte aspettative per i nomi di Rubini e Buy.

  • User Icon

    Leyla

    01/07/2008 13:26:06

    Bellissimo, pura poesia. Attori eccezionali, ottima regia, bella la storia e l'ambientazione.

  • User Icon

    simona

    21/11/2007 17:20:59

    Bel film: storia interessante, attori bravi e soprattutto una grande regia. Soldi davvero ben spesi!

  • User Icon

    Radio Anydaynow

    08/07/2007 12:42:41

    Nel suo piccolo un capolavoro.

  • User Icon

    LAURA

    20/05/2007 20:50:12

    BELLISSIMO. CAST VERAMENTE ECCEZIONALE: LA BUY E RUBINI MITICI. DEPARDIEU EFFICACE E SIMPATICO

  • User Icon

    Marco

    29/03/2007 22:23:23

    Cinema che diventa poesia. E' una di quelle pellicole che mi fa ancora sperare nel cinema italiano. Complimenti a tutti gli attori ma sopratutto a Sergio Rubini per la sua regia, la sua recitaziuone e la scelta delle splendide musiche.

  • User Icon

    sara

    08/07/2006 10:59:12

    Un film davvero buono. Una storia piacevole (seppur, forse, con qualche luogo comune), ben raccontata, un cast di attori veramente bravi (dal primo all'ultimo). Uno di quei film che si lasciano guardare con estremo piacere e che, nella loro semplicità, trovano la forza di far arrivare il proprio significato dritto al cuore dello spettatore. Mitica la Buy che parla pugliese!!!

  • User Icon

    Nicola

    31/03/2006 14:02:06

    Film quasi carino, più per l'atmosfera da vacanza estiva che per altro; nonostante i tentativi di approfondire (o trattare con levità) i problemi della Puglia, è quasi la cronistoria delle avventure estive di un gruppo di ragazzi prima del rientro a scuola, oppure dell'ultima estate da ragazzi prima di tuffarsi nel mondo del lavoro. Da guardare in una sera in cui si vuole ritornae ragazzi.

  • User Icon

    Alex

    26/01/2006 17:25:55

    IL DVD E' STUPENDO UNA BELLISSIMA AMBIENTAZIONE...GLI ATTORI SONO BRAVISSIMI SPECIALMENTE: MICHELE VENITUCCI E VITTORIA PUCCINI. ANZI PROPRIO TUTTI. COMPLIMENTI RUBINI

  • User Icon

    giannimemoria

    02/11/2005 06:35:51

    Un tuffo nel come eravamo che mi ha lasciato senza fiato. Non ho problemi a definire questo film uno dei più belli che ho visto in vita mia. Rubini è un grande e meriterebbe più attenzione e rispetto anche all'estero. "Tutto l'amore che c'è" ha un unico problema: è ambientato nel barese e per questo l'Italia non l'ha apprezzato. Fosse stato ambientato a Ferrara o a Rimini se ne sarebbe parlato molto di più (vedi le tante schiocchezze felliniane). Comunque, grazie per avermi fatto fare il pieno di nostalgia. Grazie Rubini per i sogni che ci regali.

  • User Icon

    Fango

    17/03/2005 11:24:57

    magico, poetico, e mentre lo guardi i tuoi pensieri sono accarezzati da un leggero vento che muove la nostalgia. bravo rubini, un capolavoro che meriterebbe maggiore attenzione

  • User Icon

    rino colamonico

    10/03/2005 11:23:47

    E'assolutamente necessario far notare con quale garbo e intelligenza Rubini racconta la provincia barese degli anni '70.Lui c'era e lo si avverte in tutto il film.Da non perdere,veramente godibile!Dimenticavo...c'ero anch'io!

  • User Icon

    Cosmo Mario Andriani

    16/07/2004 17:44:52

    Una brezza leggera che, mentre ti spinge ai pensieri più malinconici, di colpo sa strapparti una fragorosa risata... Un film tutto da godere, opera che soltanto il vero Comico (con la "C" maiuscola) potrebbe realizzare.

  • User Icon

    Riccardo

    04/03/2004 21:45:10

    Non ho parole. Un film che dalla semplicità suscita forti emozioni. Colonna sonora disarmante dalla bellezza dei pezzi scelti, attori giovani e bravi, Sergio Rubini impeccabile come sempre sia in regia sia davanti la telecamera, Margherita Buy incantevole. Massimo voto.

  • User Icon

    Anna Laura

    27/10/2003 15:43:40

    UN "TUFFO NEL PASSATO" PER I NOSTRI GENITORI E UN "COME ERANO" PER NOI RAGAZZI. I PROBLEMI ERANO PIU' O MENO GLI STESSI MA VISSUTI IN MANIERA DIFFERENTE....DA VEDERE, DEPARDIEU CHE PARLA IN BARESE E' IMPERDIBILE

Vedi tutte le 16 recensioni cliente
  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2000
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 97 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: biografie; filmografie; interviste
  • Sergio Rubini Cover

    Attore, sceneggiatore e regista italiano. Esordisce sul grande schermo come attore alla metà degli anni '80 e nel 1987 è già protagonista di Intensità di F. Fellini. Bruno, fisico asciutto e temperamento nervoso, è perfetto per ruoli sopra le righe a metà tra il comico e il drammatico ma soltanto pochi registi lo sfruttano al meglio: è un fedifrago ossessionato dalla sua ex fidanzata nella commedia Storie d'amore con i crampi (1995) di P. Quartullo, padre immaturo di quindicenni in crisi nel drammatico L'albero delle pere (1998) di F. Archibugi, ansioso divorziato terrorizzato dai dentisti nel surreale Denti (2000) di G. Salvatores. Negli anni '90 tenta con successo la strada della regia e dirige, sceneggia e interpreta le commedie agrodolci La stazione (1990, David come miglior regista esordiente)... Approfondisci
  • Margherita Buy Cover

    "Attrice italiana. Diplomatasi presso l’Accademia d’arte drammatica, esordisce al cinema in La seconda notte (1985) di N. Bizzarri. Bionda con gli occhi azzurri, timida e in apparenza fragile, è un volto ormai consacrato del cinema d’autore italiano. È la ragazza snob in La stazione (1990) di S. Rubini, l’innamorata enigmista in La settimana della sfinge (1990) di D. Luchetti, la nevrotica farmacodipendente in Maledetto il giorno che t’ho incontrato (1992) di C. Verdone, la contestatrice in Facciamo paradiso (1995) di M. Monicelli e la suora tentata dalla maternità in Fuori dal mondo (1999) di G. Piccioni, forse il suo ruolo più convincente, che le ha portato meritati riconoscimenti. Segue il percorso artistico dei registi con cui ha iniziato la sua carriera: C. Verdone (Ma che colpa abbiamo... Approfondisci
Note legali