Categorie

James Salter

Traduttore: K. Bagnoli
Editore: Guanda
Collana: Le Fenici
Anno edizione: 2015
Pagine: 351 p., Brossura
  • EAN: 9788823511545
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    DANIELA

    11/03/2015 13.47.31

    Un libro insulso e volgare. Scritto male, salta da un argomento all'altro senza logica, la narrazione è noiosa e banale e ad un certo punto utilizza un linguaggio volgare senza motivo e a sproposito. Il protagonista è un uomo insipido e sbruffone molto antipatico. Vorrei capire se chi scrive le recensioni entusiastiche ha letto il libro. Un libro inutile!

  • User Icon

    Fracasso Fabio Piero

    21/02/2015 19.24.06

    A parte le iperboli che compaiono sulla copertina (richiamo incongruo a Shakespeare), un libro che davvero penetra il punto oscuro che ognuno cela in sé e che ne governa la sua collocazione nel mondo. Lo srotolarsi del nastro della vita di Bowman - amore, sesso, ambizioni professionali - procede incurante degli effetti "letterari", è scrittura aderente ai fatti senza scadere nella piattezza descrittiva, sino a spandersi anche negli spazi e negli angoli delle vicende esistenziali parallele a quella dello stesso Bowman, questo, tuttavia, senza trovate a freddo.Quasi una pianta che cresce per accumulazione: e proprio per questa capacità di filtrare le scorie, di assumere il respiro di un processo vegetale, il libro penetra il "punto oscuro" di cui dicevo sopra, pervadendoci con una strana malinconia. Notevole, poco al di sotto di un "Chiamalo sonno" di Henry Roth

  • User Icon

    Tenca 46

    23/09/2014 11.52.41

    Ho letto questo libro dopo aver letto entusiastiche recensioni: Ho trovato un affascinante protagonista, donne eccezionali sotto.....tutti i punti di vista, qualche riferimento storico su personalità del periodo di qualche interesse poi......IL NULLA.... Probabilmente non ho "colto".

  • User Icon

    william dollace

    26/08/2014 09.53.39

    Fiume di ricordi, collegamenti, vicissitudini, sesso, solitudine, vita che sale e scende e si ritrova, come a pensare - questa è la volta buona -, scorrere e vivere che è come un fremito dopo il fermentare della noia, sere a leggere, con le luci spente della città e il whisky a portata di mano, gioco e magia delle parole, costanti, parallele alla vita come un microscopio disarcionato dalla bellezza di un equivoco o da un attimo di attenzione, nelle hall degli Hotel così come nei cottage silurati da un temporale o da una moglie annoiata, prosa che ascende e trascende, svicola e ritorna, zoppicante, fluida, micidiale, frammentata, caotica, in un potente spettacolo che è una vita, mai doma, mai ferma, mai solo immaginata. "Spesso, a tarda notte, quando i rumori della città si spegnevano, lui se ne restava seduto a leggere. Vivian era già andata a letto. L'unica luce proveniva da una lampada a stelo accanto alla sedia, e a portata di mano c'era qualcosa da bere. Gli piaceva leggere in compagnia del silenzio e del whisky dorato. Amava il cibo, la gente, la conversazione, ma leggere gli dava un piacere inesauribile. Le parole sulla pagina erano per lui ciò che per gli altri erano le gioie della musica".

  • User Icon

    PIERO

    26/06/2014 12.37.35

    sono d'accordo con le cattive recensioni precedenti. Libro di uno snobismo al limite della nausea, vuoto e totalmente insipido. Citazioni di viaggi e racconti a sfondo sessuale da fotoromanzo. Cercate altri scrittori americani please.

  • User Icon

    vally

    11/05/2014 15.22.27

    Che delusione! Ho acquistato questo libro in seguito alle recensioni entusiastiche con cui era stato presentato, ma posso dire che non vi ho trovato nessuna buona qualità.Pessimo stile,frammentario e disorganico,con continui dialoghi banali,un'ininterrotta apologia delle capacità amatorie del protagonista,una cronaca vuota di esperienze e di personaggi incontrati,senza alcun spessore.D'ora in poi diffiderò di ogni recensione.

  • User Icon

    Piero Liago

    26/04/2014 18.23.04

    Ho acquistato questo libro dopo aver letto una entusiastica recensione di Mario Fortunato sull'espresso che reputo uno dei migliori critici in giro. Spiace dirlo ma il libro è una DELUSIONE grandissima. Terribilmente noioso, senza capo ne coda , difficile da finire.

  • User Icon

    Alina

    23/04/2014 15.44.23

    Ho comprato il libro perchè le note e recensioni entusiastiche di copertina mi hanno fatto pensare ad un gran romanzo, scritto con un'ottima prosa. Ho cercato nelle righe e nella storia l'evento letterario e l'esuberanza linguistica (addirittura paragonata a quella di Shakespeare) dell'autore. Ne esco con un senso di incompiutezza, di mancanza e di delusione. Noia inclusa. Peccato.

  • User Icon

    Tomas il pittore

    22/04/2014 16.52.23

    Lo stile asciutto fa ben sperare ma presto si riduce ad una mera cronologia delle ripetute (e doviziosamente descritte) imprese amorose del protagonista, vero epigono dei "tombeurs de femmes" altrove meglio decritti. Di modo che per assaporare quel delicato senso di riscatto dell'uomo semplice è meglio rivologersi altrove: da Gary al recente Stoner, senza scomodarne altri.

  • User Icon

    aldebaran23

    21/04/2014 15.40.58

    Acquistato perchè tanto decantato. Un bel libro sicuramente, ma letto con difficoltà. A tratti scorrevole, a tratti richiede impegno per ricordare nomi di diverse persone che si inanellano e si confondono. Non è una lettura facile anche se confermo trattasi di un libro di un certo spessore.

  • User Icon

    paola

    19/04/2014 15.18.25

    libro molto noiso e poco coinvolgente

  • User Icon

    cesare

    22/03/2014 19.10.21

    Philip Bowman ci rende partecipi della sua vita dai 20 anni fino ai 60, parte imbarcato su una nave da guerra americana per andare a bombardare Okinawa , poi finita la gurerra, trova lavoro nell'editoria, conosce ragazze bellissime, una la sposa, poi viene lasciato e lui ricomincia a fare la solita vita, amici, bar, cene, party, lavoro, viaggi, altre avventure bellissime, fino alla sua maturità. Un romanzo bellissimo per la trama, la scrittura ed il tomo dimesso.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione