Editore: Cinquemarzo
Collana: Melpomene
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 21 ottobre 2017
Pagine: 188 p.
  • EAN: 9788869701146
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,40

€ 12,00

Risparmi € 0,60 (5%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Carlotta

    03/05/2018 20:27:32

    Dopo la lettura del primo, joshua, la riconferma della bravura di Massimiliano Riccardi. Mi è piaciuto moltissimo, narrazione cinematografica, ti sembra di partecipare attivamente allo svolgimento della trama. Consigliato a tutti coloro che amano le emozioni forti, un thriller con la giusta dose di noir che non guasta.

  • User Icon

    flora

    13/04/2018 19:37:12

    Appena finito di leggere e mi sembra giusto scrivere qualche riga a commento. Avevo già letto Joshua precedente libro di Massimiliano e ne avevo apprezzato le doti narrativa, questo si presenta come il seguito , a mio parere, Joshua non c'è più ma l'ambientazione, l'atmosfera e un personaggio , Dumpsey ( o forse un Max americano? ) ci sono. "Una caccia al killer si rivela un gioco delle scatole cinesi: narcotrafficanti, servizi segreti, polizia, agenti federali, fanatici religiosi, logge segrete… Tutto appare confuso. L’amore e l’abnegazione sono le caratteristiche di alcuni poliziotti che scoprono a loro spese il labile confine tra legge e giustizia. Da che parte stare? Scegliere tra la luce o le tenebre, oppure decidere di percorrere quella lunga linea grigia anche a costo di rinunciare a se stessi?" Qui si riassume l'anima del libro. Il dualismo permea tutto il racconto, bene/male, Tenebre/luce, amore/odio..... E dietro tutto ciò i poteri occulti che governano il mondo, nulla è come ci appare o come vogliono farci credere, la sete di vendetta, guidata soprattutto dall'incapacità di pacificarsi con il proprio vissuto fa da linea conduttrice in tutto il romanzo. Personaggi scomodi, odiosi si incontrano e agiscono fingendo di avere a cuore le sorti e il destino del mondo, ma il potere e la brama di ricchezza guidano le loro azioni . Non aggiungo nulla se non quello che ho già detto per il precedente libro: Massimiliano non giudica mai i suoi personaggi, lascia che sia il lettore a formarsi un'opinione, la "pietà" per i malvagi ha caratterizzato il suo precedente romanzo e anche qui traspare nei confronti di chi dovrebbe essere condannato. Debolezza dell'autore per i "cattivi"? No Conoscenza dell'animo umano e delle umane vicende, questo è il grande merito di Massimiliano Riccardi.

Scrivi una recensione