Traduttore: A. Gasbarro
Editore: Leggereditore
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2012
Pagine: 544 p., Brossura
  • EAN: 9788865081617
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 5,00

€ 10,00

Risparmi € 5,00 (50%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Silvia

    11/11/2012 18:26:11

    Il cerchio si è chiuso!! Bello!!! Devo dire che, ad un certo punto, le idee cominciavano a confondersi, ma poi tutto è ritornato e ho letto davvero con voracità questo terzo libro della Rose. Brava, brava,brava!!!!

  • User Icon

    Giova84

    08/07/2012 21:22:22

    L'ho letto in una settimana..questa trilogia è migliore assai di Millennium!!!devastante e ricco di colpi di scena!!!

  • User Icon

    Manuela

    25/05/2012 12:33:44

    Sono stata molto indecisa se dare o meno la sufficienza a questo romanzo, e alla fine ho optato per l'insufficienza, semplicemente perchè questo terzo capitolo ha gli stessi difetti degli altri due romanzi, elevati però all'ennesima potenza. E il pregio dello stile della Rose, ovvero quello di saper costruire trame intricatissime facendo poi combaciare alla fine tutte le tessere del puzzle, non copre comunque le grandi pecche del suo modo di scrivere troppo prolisso. L'inizio è disorientante, non solo perchè riprende i fatti esattamente dalla fine del romanzo precedente, ma anche perchè ripete la narrazione di alcuni eventi già raccontati alla fine del secondo. E' stato difficile, leggendo questo a distanza di mesi dall'altro, riprendere in mano i bandoli della matassa, e ho fatto fatica a ricostruire nella mia mente gli eventi. La trama poi scorre, le psicologie del personaggi sono curate nei minimi dettagli e approfondite con realismo, ma, come negli altri due romanzi, ci sono sempre troppi nomi, troppi eventi concentrati in poche ore, troppi morti, troppi cattivi organizzati alla perfezione, manco fossero dei geni della pianificazione. Insomma, la Rose è bravina, ma infarcisce i suoi romanzi di troppi dettagli e troppi avvenimenti. Da rivedere.

Scrivi una recensione