L' ultima legione

(The Last Legion)

Titolo originale: The Last Legion
Regia: Doug Lefler
Paese: Gran Bretagna; Italia; Francia; Slovacchia
Anno: 2007
Supporto: DVD
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,99

€ 9,99

Risparmi € 2,00 (20%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Descrizione
A Roma nel 476 d.C. impero è in pericolo. Alla vigilia della cerimonia che deve incoronare imperatore il dodicenne Romolo Augusto, arriva a Roma il generale barbaro Odoacre per trattare con Oreste. Odoacre chiede l'impero romano come equa ricompensa per il suo decennale sostegno alle legioni romane in Oriente. Ma Oreste rifiuta. Nella notte, dopo l'incoronazione di Romolo, Odoacre torna a Roma con il suo esercito. Oreste viene massacrato e Romolo è catturato insieme ad Ambrosino, suo tutore, e chiuso nella fortezza di Capri. Aurelio, comandante della quarta legione e sopravvissuto alla battaglia, parte alla ricerca di Romolo, accompagnato da un piccolo gruppo di uomini e da un misterioso guerriero bizantino, che si rivelerà essere una bellissima e giovane donna, Mira. Romolo viene liberato, ma presto si scopre che i bizantini hanno unito le loro forze all'esercito goto di Odoacre: l'unica salvezza è partire alla ricerca della nona legione in Britannia, l'ultima rimasta fedele a Roma.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    BEATY

    19/02/2014 14:35:16

    Sicuramente pecca per la ricostruzione storica...sicuramente non è una trasposizione fedele del libro di Manfredi...in ogni caso è avvincente, gli attori sono bravi e alcune trovate ironiche e divertenti...Comunque un film piacevole da vedere

  • User Icon

    Daniele Santarosa

    06/10/2009 22:23:38

    Il film ha un buon ritmo e ti tiene sulla corda, ma sono troppe le incongruenze rispetto al libro di Manfredi e la realtà storica. Il libro inizia nel 476 dc mentre il film nel 460 dc. La capitale dell'impero romano d'occidente ai tempi era collocata a Ravenna e non a Roma. Un film avvincente ed emozionante, ma non attendibile dal punto di vista storico

  • User Icon

    Nicola

    23/07/2009 16:31:36

    Sono assolutamente d'acordo con Giacomo, il film mi è parso bello, ma in alcuni tratti è decisamente scontato e banale. Il sui difetto principale è l'incongruenza con il libro di Manfredi, che raconta la vicenda in modo diverso, e anche più realistico. Tuttavia è un film abbastanza buono, e sebbene non presenti nulla di "nuovo" sarà senz'altro apprezato da tutti gli amanti dei film d'avventure.

  • User Icon

    Giacomo

    23/07/2009 16:25:15

    Ho trovato questo film interessante e, benchè il tema sia un po' scontato, le vicende mi sono parse raccontate in modo originale e ricche d'avventura. Insomma, un bel film, forse in alcune parti un po' "difficile" da seguire, ma molto affascinante.

  • User Icon

    maurizio

    02/08/2008 17:25:23

    Occasione sprecata. Manfredi scrive degli ottimi libri ma questa interpretazione cinematografica "low cost" non è un granchè. Cast minore, trama confusa ("ispirata" al romanzo) colonna sonora non all'altezza. Peccato perche' da un buon libro andrebbe tratto un buon film.

  • User Icon

    massimo

    30/07/2008 23:39:00

    Mah. Il libro non era male (anche se a tratti contorto e improbabile). Il film derivato è nell'insieme pessimo (per i motivi già esposti da altri). Se pero' guardate il film, inteso come spettacolo, in maniera acritica, avrete un discreto b-movie d'azione in costume (lontano miglia da Il gladiatore o da King Arthur, ma si vede che i mezzi a disposizione della produzione sono un decimo e la regia è quella che è ...). Godetevi, se potete, il discreto spettacolo accontentandovi di cio' che passa il convento. Certo, affittate il DVD o pagatelo a prezzo "d'offerta" .....

  • User Icon

    mari

    06/04/2008 22:46:27

    Dimostrando enorme competenza cinematografica :-) do 3 a questo filmone solo perché Colin Firth (capace di ben altri ruoli) è sempre e comunque stupendo!

  • User Icon

    genio

    20/02/2008 22:04:17

    Ho letto il libro dl V.M.Manfredi, avvincente, mi ha catturato, rapito(come del resto ahche gli altri suoi libri), dalla prima all'ultima riga, bella la sorpresa finale. Il film mi ha deluso:troppo "compresso",personaggi estromessi nella sceneggiatura poca aderenza al testo con strafalcioni storici (i testi di Manfredi sono sempre inseriti nel contesto storico). Può piacere di certo a chi non ha letto il libro.

  • User Icon

    paperino68

    11/02/2008 12:13:51

    Un disastro. Tipico B-movie pretenzioso, ha una regia affrettata e superficiale, che banalizza il testo di Manfredi (gradevole anche se a parer mio già parecchio inferiore a tanti altri suoi romanzi). Quanto alla recitazione, stendiamo un velo pietoso. Firth da almeno dieci anni ha sempre la stessa espressione sul viso, la bellissima Rai farebbe meglio a rimanere a Bollywood dove sanno valorizzare le sue indubbie doti anche recitative, Ben Kingsley è costretto a portare un trucco patetico e i cattivi sono semplici macchiette. Peccato

  • User Icon

    Vittorio

    11/02/2008 11:21:07

    De Laurentis come produttore dovrebbe capire che i tempi sono cambiati e che le convenzioni da lui utilizzate per fare film non portano piu' nulla. Invece, prende un libro stupendo come "L'ultima legione" di Manfredi e semplcemente lo massacra cambiandone personaggi e ambientazioni, mettendo gli attori sbagliati al posto sbagliato, usando un regista semplicemente modesto e riducendo il tutto ad un fumetto di basso rango con un livellod i realizazzione inqualificabilmente limitato. Livia che trasformata in una guerriera Indiana Ninja (?) invece che l'amazzone in fuga dalla futura Venezia, il cannone sparafrecce e d Ravenna a Roma sono gli esempi piu' eclatanti del massacro del testo originale. E il regista dovrebbe dare prima una occhiata a "il Gladiatore" o al piu' vicino "King Arthur" per avere una idea di come andrebbero girate le scene di battglia in costume ai giorni nostri. In un guazzabuglio di personaggi improbabili e stacchi temporali assurdi (i nostri vanno da Capri a Dover in meno di cinque minuti di film, contro un terzo abbondante del romanzo), qualcuno e qualcosa si salvano. Ben Kingsley fa del suo meglio, ed e' certo il personaggio meglio reso tra film e romanzo. La spada di Cesare e' quella che ci si aspetta. Poi, qua e là, qualche scena del film che avrebbe potuto essere e che non e' stato, anche se risulta sempre impietoso il confronto scena per scena e personaggio per personaggio con il già citato King Arthur. Come confrontare "Conan il Distruttore", altro immortale esempio dgli scempi di De Laurentis, con il primo e unico "Cona il Barbaro". Da vedere per capire come NON deve essere fatto un film ai giorni nostri, e nella speranz che qualcuno, fra qualche decennio, riprenda il romanzo e ne faccia una versione piu' degna.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2008
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 98 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Italiano (DTS 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of); foto; scene inedite in lingua originale; trailers