Categorie

James Patterson

Traduttore: A. Biavasco, V. Guani
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Edizione: 2
Anno edizione: 2003
Pagine: 298 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830420427

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marco69

    28/01/2009 14.21.30

    Credo il peggior libro di Patterson e uno dei più brutti e irreali che abbia mai letto. Non sembra nenche scritto da lui.

  • User Icon

    veruschka

    24/07/2004 23.22.46

    avvicente libro,avvincente trama.non smentisce la sua arte di scrittore.mi intriga dalla prima all'ultima pagina.

  • User Icon

    Ines

    13/02/2004 13.38.17

    non male, anche se la parte centrale è un pò tormentata, ora si attende la prossima puntata

  • User Icon

    marina61

    27/12/2003 21.18.07

    io non so come facciano gli altri a dire che il libro è deludente. L'ho comprato e l'ho "divorato" in due giorni. Io l'ho trovato BELLISSIMO!!!

  • User Icon

    ettore

    20/12/2003 21.37.28

    ho letto gli altri commenti e mi aspettavo giudizi contrastanti... per me è un buon thriller ma non mi aspettavo una dose di horror così massiccia... teso, senza tregua ma scontato... le sorprese erano nel precedente romanzo di patterson... bizzarro... voto: 7

  • User Icon

    Nazario

    12/12/2003 08.15.14

    Da un maestro del thriller il lettore pretende sempre il meglio. Gli affezionati del giallo sono soggetti molto passionali, che vivono intensamente le storie dei loro autori preferiti. Aspettano con ansia ogni libro da essi pubblicato e gridano subito alla frode, se il romanzo non ha quel coinvolgimento emotivo che si aspettano. Per gli scrittori non basta avere delle idee buone, degli incipit accattivanti per garantirsi la loro accondiscendenza… Personalmente mi giudico un avido lettore, un tifoso del genere, difficile da accontentare… Per esempio, questo racconto di PATTERSON lo trovo molto deludente! Anzitutto, l’identità del Mastermind, lo psicopatico omicida, è già nota dal suo precedente romanzo (capitolo 124 di ROSES ARE RED). Il colpo di scena, magnifico, era già avvenuto allora. È vero che Cross è ancora all’oscuro della perfidia di Craig, ma giocare per centinaia di pagine, solo per telefono, senza azione per giunta, sull’indovinello: chi è la mente superiore, chi è questo strafottuto assassino onnipresente, non mi ha aiutato ad apprezzare il libro… Poi c’è l’incredibile storia dei vampiri… Confesso che l’idea di rappresentare la perfezione del male estremo, impersonata da sadici assassini che uccidono e bevono il sangue delle vittime, riproponendo in chiave moderna il mito del vampirismo, mi aveva impressionato all’inizio del libro. Ma poi, il maldestro svolgimento della storia dei fratelli vampiri, mi ha fatto sorridere più che spaventare. Per 250 pagine, ovvero tra una telefonata e l’altra del Mastermind ad Alex, l’autore ci porta a spasso, da una costa all’altra degli Stati Uniti, seguendo le gesta di due esaltati vampiri, sempre assetati e bisognosi di essere saziati da ettolitri di sangue. Tre quarti del libro sono spesi per un contorto complotto, che un oscuro personaggio chiamato Sire, ordisce manipolando i vampiri a compiere missioni di morte. Non c’è niente di fantastico e di ultraterreno nelle loro azioni, ma solo desideri proibiti. Il finale della storia è molto aggiustato e forse non tutto

  • User Icon

    Marco

    21/11/2003 12.53.18

    Mai letto una schifezza del genere. Tutti belli i libri di Patterson, ma questo........indecente

  • User Icon

    Luigi Azzarone

    15/11/2003 11.52.29

    Bello ed intrigante ma forse non all'altezza dei precedenti capitoli.Risulta in definitiva molto meno avvincente e credibile.Inoltre prevedibile.

  • User Icon

    christian

    04/11/2003 12.57.15

    Abbastanza intrigante, anche se mastermind era sicuramente migliore. Sono comunque rimasto deluso dal finale, a mio modo di vedere poco curato e troppo affrettato. Chi mi consiglia un bel thriller da leggere?

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione