DISPONIBILITA' IMMEDIATA

Gli ultimi

Pino Petruzzelli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Chiarelettere
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 498,8 KB
  • EAN: 9788861901865
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

“Gli ultimi che intendo – scrive l’autore – sono persone che riescono a capovolgere le sorti di una vita in apparenza compromessa.” Solitari ma non soli. La dignità prima di tutto. A volte provocano, a volte possono disturbare, ma è la loro semplicità che può dar fastidio. La semplicità è una dote difficile da conquistare, diceva Chaplin. Petruzzelli accompagna il lettore in un viaggio lungo dieci anni. Incontri sorprendenti come quello con uno degli ultimi beduini che ancora vivono nel deserto del Negev, o con Zeidan, muratore palestinese che si è guada-gnato da vivere costruendo il muro della vergogna che separa Israele dai Territori palestinesi. Fuori dal coro c’è il guardaboschi amico di Mario Rigoni Stern che difende la montagna e la sua cultura, il maestro d’ascia di Lampedusa che conduce una battaglia solitaria contro l’inquinamento, e molti altri. Non sono perdenti né vincenti. Loro hanno scelto altre regole del gioco.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    gianluca guidomei

    06/04/2011 00:45:53

    Il titolo scelto mi piace, ma potrebbe ingannare. E bene ha fatto l'editore a precisare "Vivere fuori dal coro". E' questo che fa Pino Petruzzelli, sommessamente, senza gridare, senza voler indicare una strada o una soluzione. Semplicemente racconta; storie di semplice umanità, di persone mestamente eroiche e purtroppo silenziose ed invisibili al mondo. Gli Ultimi di Petruzzelli non sono i poveri, i miseri, ma piuttosto dei resistenti. Resistenti alla malattia di questo millennio: il cinismo. Il cinismo si ciba del cadavere della Bellezza, la azzanna, la mastica e poi la vomita. Ma a lungo andare risulta infertile e questi uomini l'hanno capito prima degli altri. Facendo cosa? Non "fanno". "Agiscono". Il fare è cieco, l'agire guarda più in là. Per questo non bisogna mai fidarsi di chi sbandiera ai quattro venti il suo "fare". Pino Petruzzelli ci ricorda che si può vivere fuori dal coro. Racconta dodici storie, dodici vite eretiche e per questo "invincibili". Niente eroi, niente menti geniali, ma esseri umani che sono scintille che provano ad accendere un piccolo fuoco. Ma al di là del merito, è il metodo di Petruzzelli che mi rincuora. Credo che in Italia manchi una vera narrazione del sentimento e dell'anima del paese. L'individualismo del Novecento dovrà pur finire, si avvicina il suo tramonto, si apre una nuova stagione e la letteratura ha il dovere di raccontarla. Esigo la narrazione di un mondo nuovo. Che sta

  • Pino Petruzzelli Cover

    Regista, autore e attore, Pino Petruzzelli nasce a Brindisi e, dopo gli studi a Roma, lavora per mettere la cultura al servizio di importanti cause sociali, andando a conoscere in prima persona le realtà che poi racconta.Nel 1988 crea con Paola Piacentini il Centro Teatro Ipotesi, che si occupa di temi legati al rispetto e alla conoscenza delle culture. Inizia così un viaggio che lo porta dalle riserve indiane del Nuovo Messico fino ai territori della ex Jugoslavia. Per anni attraversa le nazioni dell’area mediterranea vivendo come e con le persone che incontra. È ospite in case palestinesi e israeliane, dove tocca con mano la fatica di vivere quel conflitto, dall’una e dall’altra parte. Dorme sotto lo stesso tetto di chi trascorre la propria vita nei... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali