L' ultimo samurai

Helen DeWitt

Traduttore: E. Dal Pra
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2002
Pagine: 452 p., Rilegato
  • EAN: 9788806157777
Usato su Libraccio.it - € 10,53

€ 10,53

€ 19,50

11 punti Premium

€ 16,58

€ 19,50

Risparmi € 2,92 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Angela M.

    25/04/2005 19:10:13

    E' un libro erudito e trasmette la sete di sapere, la voglia di conoscere. Affascina. E' triste il fatto che ancora una volta viene messo in evidenza che l'intelligenza e la coltura (l'ambizione di tanti di noi) non porta alla felicita'.

  • User Icon

    enrico

    10/04/2003 13:31:41

    Letti i precedenti commenti e solo in parte condivisi.Libro originale indubbiamente e non privo di fascino;di non facile lettura anche,al punto da indurmi al sospetto che la grande "capacita'affabulatoria" dell'autrice (Maurizio) e il mostruoso sfoggio culturale,altro non siano che un grande fuoco d'artificio abbastanza fine a se stesso e,per me,di scarsa efficacia narrativa.Non mi e' riuscito neppure di amare i personaggi :Ludo e' un personaggio triste ed irreale-direi proprio il bambino che non mi verrebbe mai in mente di desiderare o che mi piacerebbe essere stato;Sybilla una madre molto innamorata del figlio,ma anche molto di se' e della propria intelligenza (specchio dell'autrice?).Amo e preferisco una narrazione forse piu' convenzionale,non turbata da ridondanti e inutili "effetti speciali" che ne possano frammentare il percorso e in parte nascondere i pur validi contenuti.Voto basso

  • User Icon

    laura

    19/02/2003 12:49:59

    uno dei migliori libri che abbia letto negli ultimi anni. La De Witt ha l'incredibile capacità di frullare in un mix godibilissimo la storia del piccolo genio e del singolare rapporto di reciproco rispetto fra lui e una incredibile figura materna che gli permette di seguire le sue singolarissime inclinazioni. Il tutto condito da una multiforme e solidissima cultura di base della De Witt, che senza stancare riesce ad infarcire il romanzo con letteratura greca, giapponese, storia del cinema, letteratura di viaggio, principi di fisica, e chi più ne ha più ne metta. Da sottolineare il prezioso lavoro della traduttrice Elena dal Pra, che da tutto questo calderone, e con altrettanto solido bagaglio culturale, è riuscita ad offrirci una traduzione impeccabile e scorrevole!

  • User Icon

    Maurizio

    26/01/2003 15:03:44

    Molto bello, anche se non di facile lettura. Ludo, il figlio che tutti vorremo avere o, giunti all'età di quarant'anni, vorremmo essere stati. Notevole la capacità affabulatoria dell'autrice che lascia trasparire una cultura notevole, sia nel campo umanistico-linguistico, che nel campo scientifico cosmologico. Magistrali le descrizioni dei potenziali padri di Ludo.

  • User Icon

    Anna

    18/12/2002 11:10:29

    Non di facile lettura con tutte quelle parti in greco, giapponese e altre lingue strane ma comunque divertente e ben scritto. Indimenticabile il rapporto tra Ludo e Syb.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione