L' ultimo uomo nella torre

Aravind Adiga

Traduttore: N. Gobetti
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 2 aprile 2013
Pagine: 460 p., Brossura
  • EAN: 9788806215590
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,29

€ 10,12

€ 13,50

Risparmi € 3,38 (25%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Rigus68

    15/04/2018 09:24:59

    I soliti palazzinari vorrebbero abbattere un condominio fatiscente, della Vishram Society, nella periferia di Mumbai, per costruirvi un mega-palazzo dove ogni vecchio condomino otterrebbe un appartamento nuovo di zecca. Sembra l’albero della cuccagna, ma un vecchio inquilino, Masterji, insegnante di fisica in pensione, si oppone fieramente e non c’è verso di fargli cambiare idea con ogni sorta di lusinghe. Finisce male per il povero protagonista: dopo ripetute minacce e intimidazioni, poiché lui non cede e della sua storia cominciano a parlare i giornali, elevandolo ad eroe popolare contro i palazzinari, il costruttore Shah ricorre a mezzi ben più sottili: acquista il condominio B pagando subito tutte e tre le rate promesse e fa sgomberare la palazzina iniziandone la demolizione. Questo manda in tilt i condomini del palazzo A, costringendoli a fare quello che avrebbe voluto fare il palazzinaro, cioè a sopprimere Masterij. Così, due giorni dopo l’ultimatum irrevocabile del palazzinaro, il 3 ottobre, un gruppo di condomini riesce a penetrare nell’appartamento del povero Masterij, che viene preso a martellate sul cranio, quasi soffocato sotto un cuscino poi trascinato sul tetto-terrazza della casa, da dove viene gettato giù e si sfracella al suolo. Tutti capiscono che è un omicidio, ma la polizia mette tutto a tacere emettendo un verdetto di suicidio per la sua depressione dopo la morte di moglie e figlia. Sembra quasi una tragedia di Dürrenmatt. Romanzo molto amaro e triste, ma superbamente scritto. Merita il massimo dei voti anche perché l’intreccio è avvincente e pieno di colpi di scena.

  • User Icon

    ru

    30/07/2013 02:48:01

    Libro piacevole,che con un centinaio di pagine in meno poteva essere bello. comunque consigliato per l'ambientazione in un'India ben descritta con tutte le sue contraddizioni.

  • User Icon

    Saretta

    19/11/2012 23:00:42

    Bellissimo libro. Coinvolgente, profondo e commuovente. Anche dopo averlo finito ti sembra di essere essere ancora lì, sulle scale del Vishram! Tutti quelli che vivono in un condominio dovrebbero leggerlo...

  • User Icon

    strummercave

    03/09/2012 11:31:17

    Libro bello e struggente. Anche in questo romanzo Adiga scava nell'animo umano, costruendo personaggi aridi quanto credibili. E' probabilmente l'India di oggi, ma potrebbe essere un qualunque angolo del mondo. Vivamente consigliato.

  • User Icon

    nini11

    27/05/2012 22:33:24

    Bella copertina, bella scrittura, bella storia, anche se triste. Commovente.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione