Umafeminità. Cento poeti per un'innovazione linguistico-etica

Curatore: N. Cavalera
Editore: Joker
Collana: I fuoricollana
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 1 gennaio 2014
Pagine: 146 p., Brossura
  • EAN: 9788875363581
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Cento tra le voci più rappresentative, significative e attive del panorama nazionale dicono "no" coralmente agli obbrobri infiniti, senza soluzione di continuità, della umanità passata e presente e rilanciano il sogno dell'inderogabile cambiamento. A cominciare da un nome nuovo e più giusto che li identifichi: umafeminità. Un nome che, nulla togliendo all'uomo, rivendica un ruolo di visibilità alla donna. Nella speranza che l'uscita linguistica alla luce la spinga ad una maggiore consapevolezza di sé e responsabilità verso tutt*. Le ricordi che troppo nei millenni, per misericordia, ha tollerato, permesso, concesso. Troppo ha dimenticato. Di essere soprattutto la fonte della vita, la culla dell'esistenza, che deve tornare a proteggere, come al tempo della Grande Madre. Per far rivivere il matriarcato? No assolutamente. La dimensione dell'umafeminità è all'insegna della complementarietà e della parità tra i sessi. Dimensione che può essere attuata solo col rispetto reciproco, nell'equa effettiva ripartizione dei compiti senza prevaricazioni e soprusi. Nella costituzione di una forma amministrativa nuova che l'avveri. In una società felice. Per la riconquista del Paradiso perduto.

€ 12,35

€ 13,00

Risparmi € 0,65 (5%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    MICHELE

    16/10/2015 20:55:58

    Anche se il titolo potrebbe sembrare un invito rivolto alle sole lettrici, in realtà "Umafeminità" è una proposta d'innovazione rivolta a tutti, a tutta l'umanità, maschile e femminile... Cambiare il mondo cominciando dal linguaggio, dall'impostazione mentale che le parole danno ai nostri gesti, alle nostre scelte; integrando il valore della femminilità, il ruolo fondamentale della donna, in un ambito decisionale più ampio. L'umanità ha sostanzialmente "fallito" e quando si accusa l'umanità non si pensa solo agli uomini in qualità di genere sessuale ma agli "uomini" (comprese quelle donne che si comportano come, se non peggio degli uomini) come porzione predominante della specie che nei secoli ha preso decisioni discutibili e ha trascinato i propri simili verso guerre, violenze, ingiustizie, culture contorte... Si tratta di una raccolta libera perché ogni autore/autrice ha proposto liberamente un proprio personalissimo esempio di evoluzione psico-linguistica... 100 poeti selezionati dalla poetessa Nadia Cavalera. Da leggere, da far leggere e soprattutto da riflettere.

Scrivi una recensione