Categorie

Paulo Coelho

Traduttore: R. Desti
Editore: Bompiani
Collana: Romanzi Bompiani
Anno edizione: 2003
Pagine: 260 p. , Rilegato
  • EAN: 9788845254710
Usato su Libraccio.it € 9,72

Nel suo nuovo romanzo Paulo Coelho continua la sua meditazione sulla vita, sull'animo umano e sulla spiritualità che è da sempre al centro dei suoi libri. Questa volta le sue riflessioni ruotano attorno al tema della sessualità, considerata uno strumento di conoscenza ed esplorazione di sé. Lo scrittore brasiliano, divenuto famoso grazie all'Alchimista, Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto, Il Cammino di Santiago e altri romanzi di successo internazionale, affronta senza reticenze il tema del sesso in tutti i suoi risvolti, dalla masturbazione al sadomasochismo, dall'orgasmo al "punto G", mantenendosi però sempre fedele a quell'ansia di ricerca spirituale che lo ha reso caro ai lettori di tutto il mondo.
Tutto comincia con il sogno di una giovane donna brasiliana, Maria, che, dopo avere conosciuto un impresario teatrale sulla spiaggia di Rio de Janeiro, accetta di trasferirsi a Ginevra per intraprendere la carriera di ballerina di samba. Purtroppo non riuscirà a realizzare il suo progetto e finirà presto in un night club di Rue de Berne, il quartiere a luci rosse di Ginevra. Con l'ingenuo cinismo di chi non ha ancora conosciuto l'amore, Maria eserciterà la prostituzione non solo per sopravvivere e recuperare il denaro necessario a tornare in Brasile e comprare un'azienda agricola, ma anche per conoscere appieno il mondo e l'anima delle persone. «Il mio obiettivo è comprendere l'amore», scrive la protagonista tra le pagine del suo diario: cercherà di farlo sforzandosi di cogliere l'essenza del sentimento attraverso la lente di fugaci appuntamenti che la sua attività le impone. Ma solo l'incontro con un uomo speciale, un artista di nome Ralf Hart, riuscirà a farle vivere e comprendere ciò che conta davvero…
Esperto narratore e fine indagatore dei segreti dell'anima, Paulo Coelho, riesce ad affrontare anche i temi più impegnativi senza rinunciare a una narrazione scorrevole e di piacevole lettura. La passione, la magia del desiderio, i piaceri, i misteri, la spiritualità e la sacralità dell'amore sono i veri protagonisti di questo suo primo romanzo erotico; una storia di grande intensità emotiva che invita alla riflessione senza mai perdere la sua freschezza e la sua spontaneità.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marco

    19/08/2015 21.39.43

    Secondo libro dopo L'Alchimista, per me, ovviamente. Tanti messaggi da parte dell'autore per chi vuole e/o può recepire. Storia semplice ma piena di significati espliciti e subliminali. Personalmente credevo in un finale diverso, meno scontato, forse, ecco il perché del "4". Comunque un altro bel lavoro di Coelho che parla di vissuto (al femminile!) e di Amore, quello con la "a" maiuscola.

  • User Icon

    Iryna

    29/06/2015 21.21.18

    Nella mia vita ho letto tanti libri, ma questo e' uno dei miei preferiti. Condivido con quelli che lo considerano il libro piu' bello di Paulo Coelho. E' molto scorrevole, affascinante, dove il sesso ha una forma diversa e non solo un desiderio fisico. Non c'e' niente in comune con tanti romanzi rosa, dove la protagonista femminile e' descritta come una sempre innamorata e fedele. Invece, qui il sesso ha un altro lato piu' filosofico, piu' carnale. Magari, la storia della protagonista che e' stata descritta piuTtosto rara, ma veramente esistente. Il mestiere piu' antico del mondo non gli ha fatto perdere l'anima e per questo lei e' riuscita ad avere la vita migliore. Lo consiglierai a tutte le donne, che hanno perso la fede nell' amore, alle persone che erano le vittime di stupri e maltrattamenti. Con questo libro scoprirete un lato diverso della sessualita'.

  • User Icon

    Silviez

    25/11/2014 15.02.09

    Niente di speciale, solita storiella poco accattivante con un finale che lascia davvero perplessi. Il vantaggio è che è breve e piuttosto fluido anche se alcuni punti risultano essere un po' noiosi. Sicuramente non è il miglior lavoro di Coelho e lo sconsiglio vivamente come prima lettura. L'autore merita e spero di trovare un'altra sua opera all'altezza dell'alchimista

  • User Icon

    Alberto

    26/09/2014 15.44.48

    2 più. Il problema è sempre lo stesso e cioè le aspettative che ti crei leggendo un libro. E' innegabile che dopo aver letto altri libri di Coelho ti aspetti sicuramente molto ma molto di più. Solo il diario di Maria regala un po' di emozioni. Per il resto un romanzo come un altro.

  • User Icon

    zeno

    02/08/2014 18.14.21

    Mancano sia la tecnica narrativa che i contenuti:scrittura semplice,scialba,banale..addirittura elementare.E i contenuti quali sono?l'aspirazione ad una vita migliore? l'ingenuità? l'erotismo? Piuttosto bisogna riflettere sulle motivazioni che libri del genere accolgano successo.

  • User Icon

    Luigi

    08/06/2013 14.29.42

    Il sesso visto da Coelho e, a dire il vero, visto male. E' la storia di una ragazza "braZiliana" che si trova "prostituta per caso", indecisa se seguire la strada del denaro e della perdizione o inseguire il suo sogno. Così passa dalla disperazione all'amore, dal sesso sfrenato e inerte al limpido sentimento amoroso. Un coacervo di banalità condito da frasi, modi e situazioni scontati, triti e ritriti. Insomma niente di nuovo all'orizzonte. In più l'autore, sapendo di essere ripetitivo inserisce i suoi soliti "rappezzi" presi un po' qua un po' là, leggi Gibran e facendo timide allusioni alla religione della Grande Madre (Ishtar) e al rapporto dell'uomo con il dolore. Cioè un libro intero per dire che la prostituzione è un qualcosa di negativo e che nella vita bisogna vivere veramente inseguendo i propri sogni?

  • User Icon

    kine

    15/04/2013 13.41.51

    Libro molto delicato, morbido quando lei comincia ad innamorarti.. Alcune cose nn le ho capite,tipo qualche "prstica sessuale", insieme ad un finale troppo melenso, mi fa dare 4 come voto... Nel complesso buono...

  • User Icon

    claudio

    07/02/2013 19.27.20

    Abbandonare un libro mi mette sempre un po' di tristezza. Penso, ogni volta, che si dovrebbe comunque arrivare fino alla fine. Dare all'autore, ed alla sua storia, la possibilità, fino all'ultimo, di conquistarti. Ma questo è stato uno dei casi in cui proprio non ce l'ho fatta. Di "Undici minuti", interrotto più o meno alla metà, non sono riuscito (scrivo così perché la circostanza potrebbe anche essere imputabile ad una mia incapacità) ad apprezzare nulla. Non la storia, apparsami non solo in sé banale ma anche banalmente trattata; non il tipo di scrittura, una via di mezzo tra il vetusto e il moderno; non la caratterizzazione del personaggio centrale - una sorta di "prostituta per caso" - del quale l'autore, "uno dei più importanti della letteratura mondiale", come ricordato in terza di copertina, fornisce un ritratto sbiadito, del tutto privo di un qualsivoglia spessore psicologico. Decisamente mediocre (a mio personalissimo giudizio, ovviamente).

  • User Icon

    Ange

    15/12/2012 19.04.22

    Di Coelho ho apprezzato molto Veronika decide di morire, ma questo no. Tratta temi un po' banali e sembra che ti dica ciò che vuoi sentirti dire (infatti i dialoghi sono abbastanza inverosimili). In generale non mi ha lasciato molto.

  • User Icon

    Chiara

    07/10/2012 17.19.41

    Un "pretty woman" su carta, banale, scontato, ma scorrevole, il che lo salva.

  • User Icon

    RAMONA

    21/09/2012 10.42.38

    è il primo libro dell'autore che leggo,non adoro il suo modo di scrivere, trovo la sua scrittura troppo semplicistica anche se molto scorrevole e immediata. non nasconde quello che vuole trasmetterti. i personaggi, gli eventi sono al limite dell'assurdo e ritorna difficile immedesimarsi..ma credo che coelho non volesse raccontare una sporia, ma raccontare delle emozioni..dei pensieri, delle riflessioni e sono queste che rimarranno del libro. la storia della prostituta maria è solo un pretesto. però il finale mi ha deluso..non dovevano rincontrarsi, lei doveva tornare in brasile, riprendere la sua vita, aprire la sua azienda agricola e dare spiegazioni a che era a casa ad aspettarla,riprendere contatto con la realtà. e riflettere su quello che l'esperienza le aveva insegnato..

  • User Icon

    Bettina

    12/09/2012 22.11.32

    Me l'ha consigliato un'amica, ebbene avrei fatto meglio a leggere un altro libro, Coelho diventa sempre più banale, sarà per questo che in Brasile non ha praticamente lettori?

  • User Icon

    annalisa

    05/09/2012 13.26.46

    il più bel libro di Coelho. La sensibilità, la raffinatezza e l'empatia che si respira è ineguagliabile...un raro esempio di psicologia al maschile. L'ho letto appena uscito e riletto pochi giorni fa...confermo lo splendido ricordo che avevo. uno dei libri che ti lasciano veramente qualcosa di buono addosso.

  • User Icon

    kate.tiffany

    26/07/2012 17.26.29

    questo libro mi è piaciuto tanto. una storia appassionante. semplicemente bello.

  • User Icon

    Michael Moretta

    18/03/2012 12.00.25

    Sono proprio testardo e quindi ben mi sta.....mi ero ripromesso di non leggere più nulla di Coelho ma un'amica mi ha detto che non potevo non aver letto questo libro, e quindi eccomi qua. Dopo il Cammino di Santiago e l'Alchimista un altro pessimo libro di Coelho! Ho fatto più volte il Cammino di Santiago e ho un albergo sul Cammino ed ogni giorno vengo in contatto con le persone più diverse, di ogni parte del mondo, ognuna con la propria storia, bella o brutta. Nelle persone ed in quello che leggo cerco la profondità e la spiritualità, ma in queste 260 pagine fatico a trovarle entrambe. Come le altre storie raccontate da Coelho anche questa mi sembra banale e scontata. Ok, la differenza tra amare e possedere, fare l'amore solo con chi si ama, l'importanza della mente che controlla tutto....ma sono forse concetti nuovi questi? E sono forse concetti profondi? Boh, per me le questioni importanti sono altre! E poi la scrittura di Coelho....davvero piatta e lenta. Per fortuna che almeno stavolta il libro era in prestito!

  • User Icon

    ina

    07/03/2011 02.05.58

    E' un libro che mi ha lasciato molto amaro in bocca . Una donna che ha il cervello a posto che non ha nessun problema a studiare che poi si perde nel mestiere antico del mondo è un modo attuale oggi di donne che hanno forse la rabbia dentro trasmessa dalle loro mamme e del tradimento dei loro padri o dal tradimento della mancanza d'amore . Non credo che sia la vera natura femminile la ricerca dell'appartenenza per soli 11minuti e dopo aver provato la vera trasgressione volersi sposare e costruire una famiglia ma ..... è un modo contraddittorio che io non ho mai accettato quando qualche amica si è confidata con me , ho ascoltato e ho privato vergogna di essere donna .Ho capito che dietro tanta trasgressione di molte c'è una vera perdita di amore per tutto e sopratutto per se stesse . Vorrei un libro che ci aiutasse a vivere la nostra vera interiorità fatta di quotidianità di donne che lavorano dopo aver disperatamente studiato per migliorare il loro stato socioeconomico le quali senza aiutini vari riescono ad arrivare ai loro obbiettivi da sole . Senza prostituirsi o attivando atteggiamenti simili .Ma siamo davvero cosi frivole tutte ? Per poi desiderare la maternità e tornare indietro nell'immaginario del passato delle nostre nonne di cui non conosciamo i loro tradimenti verso se stesse e verso le altre ? Come ci si sente ad andare con uomini che ti pagano e ti prendono la parte intima che hai ? e che anche tu rubi ad un'altra donna la parte intima del suo uomo ...ma ....io non riesco a comprender questi antichi giochi sempre attuali ma le donne che giocano a questi personaggi sono felici ,provano la felicità ,che è di questi tempi un miraggio ?

  • User Icon

    angela

    11/11/2010 18.48.33

    Noioso, con un finale scontato. Mi aspettavo molto di più, ma è solo la storia di una prostituta, con tanto di particolari piccanti.

  • User Icon

    Benedetta

    19/02/2010 11.10.56

    Ho apprezzato altri libri di Coelho ma non questo. Noioso, prevedibile, scontato. Una sorta di pretty woman braziliana. Soldi buttati.

  • User Icon

    Lulù78

    11/01/2009 11.32.32

    E' stata per me una lettura davvero appassionante, con risvolti critici di alta levatura. Dare un senso a tutte le cose che si fanno nella propria vita e riuscire a vedere nella sessualità il lato puramente "sacro" che ti conduce per strade che non tutti sono ingrado di raggiungere.. "Undici minuti" deve far riflettere anche sull'importanza che diamo al "tempo" e pensare che ognuno di noi debba "darsi il tempo per..", fermarsi quando occorre ed assaporare ogni attimo della nostra magnifica esistenza che.. comunque vada vale la pena di essere vissuta in pieno..

  • User Icon

    Elisa Iacobellis

    12/12/2008 00.35.22

    Lo trovo il piu' bel libro di Paulo Coelho, assieme all'Alchimista! Ho apprezzato molto il tatto, la classe, la maestria e la naturalezza, con cui l'autore e' riuscito a toccare argomenti che, spesso, a sproposito, vengono considerati dei tabu', da un gran numero di individui. Seguendo una precisa linea, Coelho ha saputo toccare tutte le sfumature della sessualita', i suoi aspetti piu' o meno evidenti, non tralasciando affatto i risvolti psicologici della protagonista, ai quali ha dato notevole importanza. Quasi come se anche il sesso abbia un'anima vivente, pulsante, sia un essere coscenziente e non solo qualcosa di fisico e carnale. Consiglio questo libro soprattutto alle persone vittime di tabu' e inibizioni, perche' grazie a questo volume, possono riscoprire il piacere della sessualita'.

Vedi tutte le 344 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione