Unruly (DVD)

Méditerranées

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Méditerranées
Paese: Francia
Anno: 1999
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri
Pitou torna a Marsiglia dopo 7 anni di prigione e scopre che tutto è cambiato: suo fratello ha sposato la sua ex fidanzata Margherita, Gilles, il suo migliore amico, è diventato un boss della mafia locale, violento e corrotto. Pitou si è appena ambientato, che già viene coinvolto di nuovo in un omicidio. Ma stavolta rifiuta l'aiuto del suo vecchio amico e decide che, in qualche modo, se la caverà da solo in un mondo dove non vige nessuna regola...
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Produzione: Cecchi Gori, 2018
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 100 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Francese (Dolby Digital Stereo 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1 Anamorfico
  • Area2
  • Monica Bellucci Cover

    "Propr. M. Anna Maria B., attrice italiana. Sensuale ed elegante, è una delle più richieste top model prima di compiere il salto al cinema. Il primo ruolo vero è quello della moglie messa in palio in La riffa (1991) di F. Laudadio, cui seguono una decina di film nei quali però non riesce a trarsi dall'impaccio di una certa legnosità e dal regionalismo della provinciale procace. Il cinema francese le fornisce qualche occasione d'emancipazione con alcune parti più surreali e meno convenzionali come in Dobermann (1997) di J. Kounen. A Hollywood e in patria, invece, non sempre riesce a sottrarsi ai cliché della «sensualità mediterranea», che ripropone in Under Suspicion (2000) di S. Hopkins; mentre in Malèna (2000) di G. Tornatore usa la sua presenza scenica e il suo portamento altero per incarnare... Approfondisci
  • Vincent Cassel Cover

    Nome d'arte di V. Crochon, attore francese. Figlio di Jean-Pierre C., dopo esperienze teatrali e televisive esordisce sul grande schermo nel 1988 con un ruolo di sfondo nella commedia Les cigognes n’en font qu’à leur tête (Le cicogne fanno di testa loro) di D. Kaminka, ma il grande successo arriva anni dopo come protagonista di L’odio (1995), cupo racconto sulla degradata periferia metropolitana francese di M. Kassovitz. Attore dal viso segnato e dallo sguardo freddo e magnetico, negli anni seguenti interpreta con un certo eclettismo film commerciali, spesso accanto all’attrice italiana M. Bellucci (Irréversible, 2002), fino al kolossal Giovanna d’Arco (1999) di L.?Besson e al successo del giallo psicologico I fiumi di porpora (2000) di M. Kassovitz, con J. Reno. Il suo ruolo più intenso e... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali