L' uomo che scoprì il tempo. James Hutton e l'età della terra

Jack Repcheck

Traduttore: S. Moriggi
Collana: Scienza e idee
Anno edizione: 2004
Pagine: XV-233 p., Brossura
  • EAN: 9788870788648
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 10,69

€ 16,83

€ 19,80

Risparmi € 2,97 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ciceropaolo

    12/05/2009 11:28:37

    Bellissimo libro che partendo dalla storia e dalla scoperta di questo Scienziato, ci illustra anche quello che "bolliva in pentola" nel mondo scientifico della Scozia del 18° secolo. Un genio a quei tempi abbastanza incompreso che però aveva intuito chiaramente come si modificasse il terreno sul quale viviamo. Anche lui, come moltissimi altri anche adesso, osteggiato da chi voleva credere nella infallibilità dei libri sacri.

  • User Icon

    christian

    01/11/2005 00:01:26

    il libro merita di essere letto anche per una sola ragione:quella di mostrare come un "paradigma" scientifico fondato sulla fede e non sulla ragione faccia fatica a cadere.

  • User Icon

    Francesco

    17/01/2005 14:25:51

    Il libro è piuttosto interessante e la lettura scorrevole. C'è qualche imprecisione "tecnica" non so se dovuta alla traduzione o all'originale ma si tratta comunque di cose marginali. In generale un discreto libro, fruibile anche da chi non è geologo. Un paio di difetti: le digressioni storiche sono un po' troppo ampie e dispersive anche se un inquadramento del contesto storico e sociale del tempo di Hutton è senz'altro utile; il prezzo mi sembra un po' troppo alto per un libro di circa 200 pagine.

  • User Icon

    Lorenzo Laurino

    01/12/2004 00:40:23

    “L’uomo che scoprì il tempo” è un libro che non richiede una particolare preparazione e predisposizione scientifica, bensì attrae qualsiasi “esemplare” di lettore, grazie ad una storia cominciata nella seconda metà del settecento, tanto affascinante quanto sconosciuta per chi non conosce approfonditamente la Rivoluzione Scientifica. Il protagonista, James Hutton, naturalista scozzese di Edimburgo, attraverso approfonditi studi dei minerali e della loro topografia diviene il responsabile di una rivoluzione temporale che non solo creerà le basi della geologia moderna divenendone di conseguenza il “padre”, ma andrà a smentire definitivamente ciò che gli studi dei testi biblici da sempre avevano affermato riguardo la giovane età del pianeta. Hutton infatti attribuisce alla terra il peso di un passato vertiginoso, divenendo la sua una scoperta a carattere blasfemo per i canoni dell’epoca, non abituati al pensiero di una collocazione di tipo laico dell’uomo nell’universo. La rivoluzione Huttoniana presenta dunque come primo attore il tempo, considerato dal geologo scozzese come il motore di tutte le metamorfosi subite dalla Terra nel corso dei secoli, ponendo fine così alle teorie di carattere catastrofico legate alle Sacre Scritture. Sebbene ricostruita in maniera chiara e particolareggiata, la biografia di James Hutton è continuamente interrotta da capitoli di approfondimento riguardanti sia gli avvenimenti storici, che si intrecciano ai fatti, sia la storia dell’evoluzione della scienza e i risultati ottenuti dalla comunità scientifica contemporanea e non ad Hutton. Questo continuo salto da una tematica all’altra e l’eccessiva presenza di riferimenti storici estranei a quello che è il tema principale,la geologia, rendono a tratti dispersivo il romanzo e non permettono al lettore di comprendere facilmente il succedersi degli avvenimenti legati al protagonista. In questo modo il libro di Repcheck risulta più che

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione