L' uomo che visse nel futuro (DVD)

The Time Machine

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Time Machine
Regia: George Pal
Paese: Stati Uniti; Gran Bretagna
Anno: 1960
Supporto: DVD
Salvato in 17 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 10,78 €)

Nell’Inghilterra di fine Ottocento, alla vigilia della festa di capodanno del 1900, un inventore, George Wells, costruisce una macchina del tempo. In un attimo si ritrova nel 1917. Ma il suo fantastico viaggio non si esaurisce con questa tappa. George visita infatti il 1940, il 1959 e il 1966. Poi, con un balzo prodigioso nel futuro, si ritrova addirittura nel 802.701...
4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Clara Parravicini

    27/12/2018 15:04:30

    Ho deciso di recuperare in home video tutti i vecchi film che adoravo da bambina, perché sono nostalgica di carattere inoltre credo che i film che si sono amati nell'infanzia siano i più significativi per noi. Anche se L'Uomo che visse nel futuro non era della mia generazione ma era precedente, da bambina lo adoravo, l'avrò visto tipo 20 volte e sarà perché da piccola la fantascienza mi piaceva parecchio, molto più di adesso temo, ma al contrario di molti film che ho recuperato e rivisto ultimamente, L'Uomo che visse nel futuro francamente me lo ricordavo più bello. Ho sempre amato il genere fantastico, apprezzando tutti e tre i suoi filoni principali: horror, fantascienza e fantasy, ma se da bambina amavo di più la fantascienza, da adolescente ero più da horror (masticavo un libro di King dietro l'altro), ora da adulta prediligo assolutamente il fantasy, quindi ovviamente questo passaggio di gusti non ha agevolato questo film cult del mio passato… Ma L'Uomo che visse nel futuro è davvero un must, che ha fatto la storia della fantascienza, talmente importante per il genere che viene spesso citato anche in The Big Bang Theory per esempio e solo per questo il film va premiato con un'ottima valutazione. Certo, rivedere dopo molti anni i Goonies, Piramide di paura, Chi ha incastrato Roger Rabbit?, Lady Hawke, La storia infinita, La storia fantastica, Mary Poppins, Mamma ho perso l'aereo, Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi, Pomi d'ottone e manici di scopa, Nel fantastico mondo di Oz, eccetera, forse mi avrà dato più soddisfazioni, ma da nostalgica e sentimentale ho gradito comunque quest'esperienza e vi consiglio di cuore di recuperare i vecchi film che amavate da bambini, saranno fonte di forti emozioni! Consigliatissimo!

  • User Icon

    Ernesto

    31/12/2014 17:23:12

    Se nell'anno 802.701 il futuro sarà questo possiamo sicuramente ringraziare Dio che ci ha permesso di vivere in quest'epoca. Infatti in quel periodo il genere umano si dividerà in due categorie, gli Eloi e i Morlock, due razze completamente diverse, gli Eloi che vivono in superficie oziosi e indifferenti a tutto, i Morlock esseri orribili che vivono nel sottosuolo e si nutrono di carne umana, superfluo dire chi è che ne farà le spese. Ma George con la sua macchina del tempo potrebbe cambiare le cose.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2017
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 103 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Inglese (Dolby Digital 2.0);Francese (Dolby Digital 2.0);Tedesco (Dolby Digital 2.0);Spagnolo (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,77:1 16:9
  • Area2
  • Contenuti: speciale
  • Rod Taylor Cover

    "Attore australiano. Dopo aver recitato a teatro in Australia, nel 1954 si trasferisce a Hollywood, dove, nel 1955, interpreta Il favorito della grande regina di H. Koster. Seguono ruoli importanti in Il gigante (1956) di G. Stevens, Pranzo di nozze (1956) di R. Brooks, Tavole separate (1958) di D. Mann e Gli uccelli (1963) di A. Hitchcock. Dopo aver interpretato, negli anni ’60, pellicole prestigiose con ruoli interessanti (Il magnifico irlandese, 1965, di J. Cardiff e J. Ford; Intrighi al Grand Hotel, 1967, di R. Quine; Zabriskie Point, 1970, di M. Antonioni), la sua carriera subisce un arresto e si dedica soprattutto alla tv." Approfondisci
  • Yvette Mimieux Cover

    Attrice statunitense. Bionda, affascinante, esordisce nel 1960 con tre film tra i quali L'uomo che visse nel futuro di G. Pal, classico di fantascienza, tratto da H.G. Wells, dove interpreta la bella Weena di cui si innamora lo scienziato George, arrivato dal passato in un futuro di trogloditi dominato dai terribili Morlocks. Di buon livello i non molti ruoli successivi in opere come I quattro cavalieri dell'Apocalisse (1962) di V. Minnelli, La porta dei sogni (1963) di G.R. Hill e Black Hole (1979) di G. Nelson. Dagli anni '80 si dedica con successo all'imprenditoria immobiliare diradando sempre più il suo impegno nel cinema. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali