L'uomo del labirinto

Donato Carrisi

Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 4 dicembre 2017
Pagine: 400 p., Rilegato
  • EAN: 9788830448278

24° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Thriller e suspence - Thriller

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 10,26
Descrizione
Una ragazza scomparsa e ritrovata. Un uomo senza più nulla da perdere. La caccia al mostro è iniziata. Dentro la tua mente...

L’ondata di caldo anomala travolge ogni cosa, costringendo tutti a invertire i ritmi di vita: soltanto durante le ore di buio è possibile lavorare, muoversi, sopravvivere. Ed è proprio nel cuore della notte che Samantha riemerge dalle tenebre che l’avevano inghiottita. Tredicenne rapita e a lungo tenuta prigioniera, Sam ora è improvvisamente libera e, traumatizzata e ferita, è ricoverata in una stanza d’ospedale. Accanto a lei, il dottor Green, un profiler fuori dal comune. Green infatti non va a caccia di mostri nel mondo esterno, bensì nella mente delle vittime. Perché è dentro i ricordi di Sam che si celano gli indizi in grado di condurre alla cattura del suo carceriere: l’Uomo del Labirinto. Ma il dottor Green non è l’unico a inseguire il mostro. Là fuori c’è anche Bruno Genko, un investigatore privato con un insospettabile talento. Quello di Samantha potrebbe essere l’ultimo caso di cui Bruno si occupa, perché non gli resta molto da vivere. Anzi: il suo tempo è già scaduto, e ogni giorno che passa Bruno si domanda quale sia il senso di quella sua vita regalata, o forse soltanto presa a prestito. Ma uno scopo c’è: risolvere un ultimo mistero. La scomparsa di Samantha Andretti è un suo vecchio caso, un incarico che Bruno non ha mai portato a termine… E questa è l’occasione di rimediare. Nonostante sia trascorso tanto tempo. Perché quello che Samantha non sa è che il suo rapimento non è avvenuto pochi mesi prima, come lei crede.
L’Uomo del Labirinto l’ha tenuta prigioniera per quindici lunghi anni. E ora è scomparso.

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 19,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    carlo.mamprin@gmail.com

    24/12/2018 16:25:10

    Ragazzi non fate i saccenti e spiegatemi il finale. Incomprensibile. Se Carrisi si ritiene da Premio Strega sia meno criptico. Attendo risposta

  • User Icon

    Mauro

    16/12/2018 14:33:23

    Un buon Romanzo, appassionante, una storia di misteri e di aspetti oscuri dell'essere umano, di ombre e di descrizioni di esistenze di gente comune. Un romanzo con una storia ambigua avvolta nel mistero, si entra e si esce dalla realtà per inoltrarsi in un mondo surreale pregno di cattiveria e di sadismo. Alla fine il lettore non capisce se quello che sta leggendo è realtà oppure immaginazione. Anche il finale è ambiguo e lascia spazio ad illazioni e fantasie.

  • User Icon

    rafed73

    19/11/2018 11:32:48

    Non tra i migliori di Carrisi. Nella media

  • User Icon

    Giulia R.

    08/11/2018 10:15:31

    Non avevo mai letto un libro di Carrisi prima di questo e ho scoperto un autore eccellente. Sa come tenere il lettore sulle spine e come portarlo a leggere il libro tutto d'un fiato: l'ho letto in una notte, non riuscivo a staccarmi, dovevo per forza arrivare alla fine. Super consigliato!

  • User Icon

    Rosetta

    07/11/2018 16:56:33

    Bella trama, ottima scrittura, libro appassionante.

  • User Icon

    Andrea Galli

    07/11/2018 12:47:43

    Intreccio inesistente, scrittura senza un minimo di tensione. Un fenomeno commerciale senza spessore letterario.

  • User Icon

    Giuseppe

    27/10/2018 13:05:38

    Libro straordinario che conferma il talento di questo grande scrittore italiano

  • User Icon

    Alice

    03/08/2018 08:26:18

    Bel libro che finalmente chiude finalmente il cosiddetto "ciclo di Mila Vasquez". In tal proposito consiglio ai lettori di leggersi i primi due capitoli della saga prima di lamentarsi di non aver capito il finale... Non è strano non capire il finale di un libro se questo è il terzo di una trilogia e non si è letto i primi due. Mi piace lo stile molto metodico e dettagliato di Carrisi, in cui ogni dettaglio diventa utile per capire i successivi svolgimenti. Forse un po' banale la "motivazione" dietro l'intreccio della trama principale. L'unica che definirei veramente "pecca" nel libro è la realizzazione del finale, in cui si confonde il personaggio narrante e non si capisce quale prospettiva si sta guardando, ho letto le ultime pagine 4-5 volte prima di realizzare come stavano le cose.

  • User Icon

    Simona

    21/06/2018 13:56:30

    Libro geniale, chi non capisce il finale o non ha letto i precedenti con protagonista Mila Vasquez o dovrebbe tornare ai fumetti, magari non proprio quelli di cui parla questo libro. :) Non si può bocciare un libro per le proprie incapacità cognitive.

  • User Icon

    Maria Antonietta

    12/06/2018 09:55:18

    Si legge tutto d'un fiato ma il finale è deludente e incomprensibile. Ne ha scritti di migliori.

  • User Icon

    bruno46

    04/06/2018 13:05:23

    Un buon thriller, ma come tanti lettori non ho capito il finale.

  • User Icon

    MASSIMO MONTEBUGNOLI

    04/06/2018 06:21:47

    Carrisi è un discreto autore.Mi stupisce l'ennesimo ricorso alle scontate tecniche di psicologismi e salti temporali,per risolvere il caso.Possibile che il genere thriller attinga sempre allo stesso labirinto?Per quanto tempo ne avrà ancora bisogno il bravo Carrisi? Massimo Montebugnoli

  • User Icon

    archipic

    31/05/2018 12:14:40

    Voto medio per quest'ultimo lavoro di Carrisi. Il libro parte molto bene, preciso, incisivo e subito con una bella atmosfera da thriller; lo svolgimento della trama, però, perde per strada il buon incipit e si sviluppa in modo poco efficace, con qualche lungaggine di troppo. Aspettiamo il prossimo episodio.

  • User Icon

    cricri

    27/05/2018 07:38:44

    una buona tensione , ma un finale difficile da capire . assurdo,molto deluso

  • User Icon

    Tittolo

    19/05/2018 08:54:02

    Mi spiace! Non credo di essere particolarmente arguto ma il fatto di aver intuito dove si andava a parare già nelle prime 50 pagine mi fa propendere a pensare che questo thriller non sia un vero e proprio capolavoro. Bella storia ma, secondo me, non particolarmente intrigante.

  • User Icon

    Cremo

    10/05/2018 12:29:05

    Buon thriller , non semplice da capire il finale ma che regala un bel colpo di scena

  • User Icon

    Davide

    08/05/2018 08:28:02

    Un'ulteriore conferma dello stile di Carrisi che tiene sempre il lettore sul filo del rasoio. Libro che si legge facilmente, trama non semplicissima, dove bisogna prestare attenzione alla parte finale, che non voglio spoilerare pero' il tutto fa presupporre ad un'altro libro con protagonista Mila Vasquez. Il mio preferito rimane Marcus il penitenziere. Voto 3/5, nella media, consigliato.

  • User Icon

    Francesco Raugei

    07/05/2018 06:33:12

    Ho dovuto rileggere le ultime pagine perché non capivo il finale, (forse sono un pò limitato) ma ancora adesso ho qualche dubbio !!!! Comunque molto bello e intrigante.

  • User Icon

    Carlo Smania

    04/05/2018 14:38:17

    Bellissimo fino al finale, che non ho capito (ma forse sono io limitato)

  • User Icon

    Stefania

    24/04/2018 18:33:09

    Carrisi non delude quasi mai, bellissimo, letto in 2 giorni, ti inchioda, anche se si "spegne"un po' verso il finale e soprattutyto la parte conclusiva ma comunque approvato a pieni voti! Carrisi il migliore scrittore di thriller contemporaneo.....

Vedi tutte le 75 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Li chiamano "figli del buio". Sono bambini e bambine che sono stati rapiti e poi segregati in luoghi oscuri, sepolti vivi in tane sotterranee dove la luce non riesce ad arrivare, soli con loro stessi e con i loro carnefici. A volte riescono a sopravvivere e a riemergere, ma non saranno mai più gli stessi, perché ormai il buio ha infettato la loro anima.

Samantha Andretti è una di loro. È stata rapita quando aveva tredici anni, un mattino qualunque prima di entrare a scuola. Ora è in un ospedale, finalmente libera, convinta di essere stata prigioniera per qualche mese. Quello che non sa è che in realtà nel Labirinto ci è rimasta per quindici anni. Un tempo lunghissimo sotto l'effetto di droghe e farmaci, a giocare con quel rapitore che non ricorda di aver mai visto. Ma ad aiutarla a ritrovare la memoria c'è il dottor Green, profiler famoso per i suoi metodi poco ortodossi e molto originali. Insieme intraprenderanno un viaggio nella mente della ragazza, piena di immagini terribili, verità celate dietro ricordi falsati, corridoi oscuri che si aprono su porte che nessuno vorrebbe mai attraversare. Ma affrontare l'orrore, di nuovo, è l'unico modo per dare un volto al mostro.

Anche fuori dall'ospedale c'è qualcuno che farebbe di tutto per catturare il rapitore di Samantha. È Bruno Genko, un detective privato con un ottimo spirito di osservazione, che ha vissuto di inganni e sotterfugi, che non ha paura di immergersi nel deep web o di penetrare nei corridoi del Limbo, la sezione persone scomparse da cui tutti si tengono alla larga. Il dolore al petto gli ricorda che gli resta poco da vivere, ma forse può sfruttare i suoi ultimi giorni per chiudere questo vecchio caso che quindici anni prima non era riuscito a risolvere.

Ma le domande e i dubbi sono tanti, forse troppi. Perché, dopo quindici anni, il mostro ha lasciato andare Samantha? Chi è stato a fare la chiamata anonima per segnalare la presenza della ragazza a bordo della strada che attraversa la palude? E perché la sua voce era così terrorizzata? E mentre fuori il caldo si fa sempre più intenso e le persone si ritrovano a vivere di notte e a rinchiudersi in casa durante la giornata, Genko, il dottor Green e Samantha continuano a scavare alla ricerca della verità, raggiungendo luoghi e ricordi sempre più oscuri e terribili.

Donato Carrisi ci riporta in un "non-luogo" soffocante, dove è il male a dominare e non c’è spazio per la luce. E costruisce un thriller dal ritmo incalzante, dove ogni capitolo aggiunge un tassello che ci conduce sempre più vicini alla verità ma che allo stesso tempo sembra complicare il puzzle sempre di più. Tra killer con maschere da coniglio e libri che si rivelano davvero per ciò che sono solo se guardati allo specchio, finiremo intrappolati in Labirinto senza uscita, dove per sopravvivere non c’è altro modo che rispettare le regole del gioco. Bisogna solo capire quali sono.

Recensione di Mauro Ciusani