L' uomo e i suoi simboli

Carl Gustav Jung

Traduttore: R. Tettucci
Editore: TEA
Collana: Saggistica TEA
Edizione: 5
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 marzo 2004
Pagine: 326 p., Brossura
  • EAN: 9788850205523
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ceci

    27/07/2013 13:09:25

    Eccellente il saggio di introduzione all'inconscio di Jung, approfondito e ben esposto. Un po' meno i saggi dei suoi studenti...

  • User Icon

    Giovanni

    25/10/2007 13:54:41

    Opera testamento del fondatore della psicologia analitica è in realtà soltanto introdotta nel primo capitolo da Jung stesso, i successivi capitoli sono ad opera di suoi discepoli con la sua supervisione. Per me che non sono psicoterapeuta è stato di non facilissima lettura data la complessità e profondità dell'argomento. Indubbiamente la valuto un opera di grande importanza per l'uomo contemporaneo che ha perso il contatto con la sua natura interiore e ne paga il prezzo con le nevrosi individuali e collettive.

  • User Icon

    marco d

    18/04/2007 13:20:45

    quanti psicologi in tv a dare commenti... riflessioni prese al volo brevi lampi di interpretazioni analisi, suggerimenti. e quanti studenti nelle facoltà di psicologia...giustamente l'uomo moderno si rivolge alla psiche e si guarda si interroga , riflette. ma la tv è frettolosa non c' è mai abbastanza tempo, e poi chi sono questi psicologi televisivi ? come sono arrivati fino a lì? ecco invece una voce sicura e paterna...di un grande maestro. ricominciamo da qui?

  • User Icon

    Fabio Marzocca

    25/09/2006 18:06:10

    Una lettura indispensabile per avvicinarsi ai simboli dell'uomo, ai miti che ne governano la struttura, ma soprattutto una traccia verso l'invisibile.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione