L' urlo e lo stupore

Luigi Paglia

Anno edizione: 2003
In commercio dal: 1 gennaio 2003
Pagine: IV-188 p.
  • EAN: 9788800841320

€ 21,25

€ 25,00

Risparmi € 3,75 (15%)

Venduto e spedito da IBS

21 punti Premium

Disponibile in 2 settimane

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Eugenio Ceccuto

    25/09/2005 12:47:21

    L’endiadi del titolo (urlo e stupore) della monografia di Luigi Paglia sintetizza efficacemente i due registri fondamentali: la violenza espressionistica e la sublimazione simbolistica, in cui si modula la poesia dell’Allegria di Ungaretti, individuati dallo studioso con “una prova di lettura e di inquisizione testuale stringente, attentissima, perfino virtuosa”, secondo le parole di Mario Luzi che firma una partecipe testimonianza al libro. Esso si raccomanda come la prima lettura testuale globale ed approfondita della rivoluzionaria opera ungarettiana, attuata con una metodologia di “indagine stratigrafica” dei diversi livelli della raccolta.

  • User Icon

    Giulio Lanza

    20/09/2005 13:51:01

    Il volume presenta un duplice livello di interesse. Infatti, sono analizzate, una per una, tutte le poesie dell’Allegria di Giuseppe Ungaretti, uno dei massimi poeti del Novecento, con una metodologia di indagine stratigrafica che si riferisce ai vari livelli dei testi poetici, da quelli del significante (fonico, ritmico metrico, sintattico ecc.) a quelli del significato (tematico, semantico, simbolico, spaziale, temporale ecc.), e che – per usare le parole di Giorgio Bàrberi Squarotti – è “minuziosa, attenta, acutissima… preziosa per la complessità dei punti di vista”. Inoltre, tale accanita lettura testuale è preceduta da un discorso globale sulla raccolta ungarettiana, che è inserita nel contesto storico-culturale e di cui sono indagate le strutture portanti, le articolazioni logico-semantiche, simbolico-archetipiche, linguistico-metaforiche e spazio-temporali. Mediante un assiduo collegamento intertestuale, e con l’utilizzazione dello schema semiologico elaborato dallo studioso francese della comunicazione letteraria, A. J. Greimas, vengono individuati i nuclei tematici e semantici fondamentali dell’Allegria, i cui “assi semici” si stabiliscono sulle relazioni di contrarietà “guerra-pace” e “vita-morte”, legate alle situazioni vissute e sofferte dall’io lirico e che trovano la loro folgorante espressione in testi capitali dell’esperienza poetica novecentesca come Soldati o San Martino del Carso (“Di queste case/ non è rimasto/ che qualche/ brandello di muro”). Giulio Lanza

Scrivi una recensione