Categorie

Hélène Grimaud

Traduttore: P. Farese
Collana: Varianti
Anno edizione: 2006
Pagine: 169 p. , Brossura
  • EAN: 9788833917160

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    maresa th. paoli

    14/11/2013 14.53.14

    è una confessione intensa e interessante della brava pianista francese. la sua scrittura (l'ho letto nell'originale francese) è molto forte e ricca, frastagliata, profonda. tutto rivela una personalità che non si ferma mai alla superficie, che non si fa metter paura da un ostacolo, che non si abbandona alle convenzioni per comodità. una lottatrice e una sognatrice. fuoco e seta. da leggere.

  • User Icon

    elisabetta

    20/07/2009 00.36.22

    la grimaud narra nel libro la sua passione per i lupi e la formazione di musicista,in modo speciale mi è piaciuto l,aneddoto dell,ultimo concerto del pianista vlado perlemeuter,quando alla fine il pubblico si alza dalle poltrone per applaudire il pianista e corre a fargli da scorta d,onore all,uscita,molto commovente.

  • User Icon

    Salvatore

    19/01/2009 19.02.13

    Eccellente la capacità descrittiva dell'autrice, non solo in relazione agli ambienti visitati, ma, soprattutto per gli aspetti introspettivi e di autoanalisi psicologica. La sua sensibilità d'animo traspare in ogni riga, tanto da assimilare il testo alle tante pagine pianistiche, anch'esse rigorosamente e dettagliatamente descritte, al punto da percepirne non solo le note, ma addirittura da riviverne le emozioni da esse provocate. Un libro che conferma la grandezza dell'autrice come scrittrice oltre che come musicista. L'averla scoperta prima come scrittrice mi ha permesso di apprezzarla in maniera più intima come splendida interprete pianistica.

  • User Icon

    Siria

    30/04/2007 17.52.19

    E' una descrizione sorprendenete dei dettagli, dello stato d'animo di una bambina che come ognuno di noi riscopre un pò di se stessa attraverso la musica!! Ho avuto la sensazione che stesse parlando di me...meraviglio il suo di scrivere e autentico ciò che riesce a trasmettere. In ogni parola riesce a far vivere l'amore per la MUSICA!!! Lo consiglio a tutte le persone che vogliono viaggiare nel "proprio universo"!!

  • User Icon

    zaphir girl ex ceci '93

    23/02/2007 18.36.23

    Che libro! Le descrizioni sono raffinate e poetiche, molto sincere, e la Grimaud scrive talmente bene che si direbbe una scrittrice piuttosto che pianista! Ma è la storia il fulcro del libro, interessante, autentica, ribelle, proprio come la Grimaud e la sua passione per i lupi.

  • User Icon

    luca bianchi

    06/02/2007 23.51.04

    Tempo da lupi. Qualcuno di voi, forse, ha sete, più o meno conscia, di natura, di istinto primordiale, di sopire quel disagio che la vita protetta delle città moderne semina nell’animo dell’uomo, per vivere una variazione selvaggia del proprio destino. “Variazioni selvagge”, quindi, di Hélène Grimaud. E’ la biografia di una delle più famose e affermate pianiste, già a 37 anni. Anzi è la sua non-biografia, non una cronaca dei successi pianistici; invece un ricamo di sincere, inquiete, lucide, sagge riflessioni sulla maturazione di una bambina irrequieta ma straordinariamente presente che prende consapevolezza del suo talento di musicista. La musica, però, non esaurisce la sua sofferta ricerca interiore, che trova completezza nell’incontro con Alawa, una lupa. Nel 1991 la Grimaud ha aperto, negli Stati Uniti, un centro per l’allevamento e la reintroduzione del lupo nel suo ambiente naturale, realizzando dal nulla un sogno che non sapeva di avere ma che ha incontrato alle due di un mattino.

  • User Icon

    Irene

    03/02/2007 02.47.53

    Un libro stupendo, magico e poetico, mi ha coinvolta dalla prima all'ultima pagina, nonostante io non sia grande amante delle autobiografie: va oltre il genere a cui apaprtiene. L'amore di questa donna per la musica e per i lupi vi farà sognare. Lo consiglio a tutti coloro i quali vogliano scoprire nuove passioni dentro di sé.

  • User Icon

    cristina

    26/01/2007 17.49.26

    Una splendida autobiografia, di un personaggio la Grimaud, che, se anche non ne si conosce bene come pianista, trapela fascino e cultura da vendere, uno stile sincopato ed estremamente fluido, inframezzato di spaccati di ricordi infantili alternati all'amore per i lupi e la ricerca di se stessa attraverso la natura...che è anche fautrice di musica secondo la Grimaud. Da leggere tutto d'un fiato.

  • User Icon

    l'indiscreto

    04/12/2006 18.20.30

    una rara confessione intima. una gradevole sorpresa tra un lupo accarezzato e un brahms sognato. una registrazione di rachmaninov e la creazione di un -campus- per l'animale preferito. una donna dolce delicata come un notturno di chopin. imperdibile

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione