Categorie

Oliver Sacks

Traduttore: C. Sborgi
Editore: Adelphi
Edizione: 9
Anno edizione: 1990
Pagine: 256 p.
  • EAN: 9788845907531
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it € 9,72

questo libro Oliver Sacks abbandona il terreno dei disturbi neurologici per indagare un altro mondo, che generalmente viene ignorato: il mondo dei sordi. Qui, come in altri casi di menomazione, Sacks riesce a scoprire che il meno può anche nascondere un più: per esempio, una capacità acutissima di sviluppare l’esperienza visiva – base, questa, su cui si è formato un affascinante linguaggio visivo, i «Segni», che permette ai sordi di costituire comunità. Ancora una volta, è l’enorme dono di empatia, in Sacks, a guidare l’indagine, che toccherà alcuni problemi fondamentali del rapporto fra parola, immagine e cervello, ma anche renderà conto di esperienze dirette dell’autore, sino alla sua partecipazione alla rivolta nell’unica università per sordi al mondo, la Gallaudet University, nel marzo 1988. Per questa nuova edizione italiana, Sacks ha scritto una prefazione nella quale delinea la storia dei sordi in Italia, e racconta della sua visita, nel novembre 1990, alla comunità dei sordi e alla scuola di via Nomentana a Roma.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Miriam L.

    01/09/2015 14.35.57

    Leggere questo libro ha in gran parte completato la mia visione di ciò che è il mio studio sulla comunità dei sordi. Per chi vuole intraprendere un percorso didattico della Lis lo consiglio.

  • User Icon

    In questo libro Sacks va ad indagare un mondo frequentemente ignorato: quello dei sordi.Come in altri casi in cui vi è presente un handicap,spesse volte delle incapacità fisico-psichiche possono celare delle vere e proprie virtù-qualità come ad esempio,nel caso specifico dei sordi,un'acuta capacità di sviluppare un'esperienza visiva.Nei sordi l'esperienza visiva,è definita dal linguaggio dei segni,sulla cui base essi hanno costituito una vera e propria comunità.In questo libro vengono toccati alcuni argomenti fondamentali sul rapporto parola-immagine-cervello.Vengono descritte anche esperienze dirette dell'autore,tra cui anche la sua partecipazione alla rivolta nell'unica università per sordi al mondo: la Gallaudet Univerity,nel marzo 1988.

  • User Icon

    Stefano C.

    08/02/2005 14.46.32

    Per chi vuole farsi un'idea sui sordi e sul loro mondo è ottimo. Fa scoprire un mondo nuovo che tutti ignoriamo. Leggetelo...

Scrivi una recensione