Categorie

Piero Chiara

Curatore: M. Novelli
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: XLIII-198 p. , Brossura
  • EAN: 9788804627951

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Leopoldo Roman

    06/09/2015 22.57.11

    Da giovane deve essere stato un tipo veramente irrequieto Piero Chiara, se "Vedrò Singapore?" è catalogato come suo romanzo autobiografico. Le goderecce storie del lago però questa volta non c'entrano, ma è lo stesso un romanzo godibile, ben scritto, con protagonisti personaggi a loro modo specchio di un'epoca. Ambientato al tempo del fascismo negli ambienti dei tribunali, emerge chiaramente la ripulsa dello scrittore verso quel sistema, che si manifesta non con una contestazione eroica, ma con atteggiamenti esilaranti e canzonatori che alla fine ottengono comunque il risultato di demolire l'integerrimo Alto Commissario Speciale per la Giustizia Mordace, suo acerrimo persecutore.

  • User Icon

    susanna bottini

    28/08/2013 15.51.56

    "Vedrò Singapore" è un romanzo di una bellezza rara, sono piacevolmente stupita che sia in commercio di nuovo. Chiara è un autore che pochi leggono attualmente, ma è stato un grandissimo, capace di narrare con garbo e ironia la piccola provincia italiana, in particolare la zona di Luino e dintorni, sulla sponda lombarda del lago Maggiore.In questo romanzo scritto in età matura, e fortemente autobiografico, vengono descritte le peripezie di un giovane impiegato statale inviato presso varie Preture in Friuli e nell'attuale Slovenia (all'epoca dei fatti territorio italiano), negli anni '30. Vivide descrizioni di Cividale e del Caffé Longobardo (ahimé, attualmente ben diverso da quello di Chiara, ma sempre esistente nella bellissima piazza Paolo Diacono), con magnifici personaggi che rendono il romanzo un vero gioiello che consiglio a tutti.

Scrivi una recensione