Categorie

W. Somerset Maugham

Traduttore: F. Salvatorelli
Editore: Adelphi
Edizione: 5
Anno edizione: 2006
Pagine: 234 p. , Brossura
  • EAN: 9788845920493
Dalla copertina di un blu intenso ci guarda storto Greta Garbo che nell'ormai introvabile film del 1934 interpretò la superficiale Kitty Garstin. Da allora un altro sfortunato remake e un prossimo (annunciato per la fine di quest'anno) tentativo di dare un volto cinematografico all'eroina di Somerset Maugham. Che fosse uno straordinario misogino si sa certo è che questa storia anche all'interno della sua produzione rivela strappi e strane crepe. La vicenda è nota: una giovane rampolla londinese tutta vezzi e sciocchezze sposa perché un pochino troppo avanti nell'età uno strano dottore un epidemiologo che la porta con sé a Hong Kong dove incontra un play boy di cui follemente s'innamora. Chiuso in un gelido silenzio il dottor Frame scoperta la tresca le impone di seguirlo a Mei-tan-fu una città dove il colera miete le sue vittime a centinaia giorno dopo giorno. Qui per Kitty si prepara un nuovo destino mentre il dottore finisce la sua triste parabola. Nel film la Garbo conferiva uno splendore e uno spessore a Kitty talmente fuori dalla volontà dello scrittore che fu necessario cambiare il finale. In verità il romanzo non concede fini liete e non redime nessuno. Sì Kitty comprende che la morte esiste e che il marito non è l'essere anodino che pensava ma ancora tornata dall'esperienza che spiritualmente l'ha cambiata non riesce a non concedersi all'amante che ancora desidera. Il desiderio pensa Kitty il desiderio fisico è una forza superiore. Superiore soprattutto ai propri calcoli e ai valori cui vorremmo aderire. Ed è questa libertà di scegliere che la rinnovata Kitty spera di poter garantire alla figlia che porta in grembo. La storia di una formazione che a differenza di quelle classiche che si snodano lungo un percorso regolare qui segue una strada accidentata disorientante per noi che leggiamo e per l'eroina per cui infine facciamo il tifo. Incertezze sbandamenti profonde verità umanità paura costellano il cammino di Kitty che da perfetto esemplare di cocotte si trasforma in una donna. Indimenticabile la figura del dottor Frame un po' Mefistofele un po' santo che con flemma inesorabile accompagna come Virgilio e come Virgilio si fa coinvolgere Kitty nel suo viaggio per l'inferno.
Camilla Valletti

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Robi

    10/07/2016 16.13.46

    Bellissimo. Serate incollata alla scrittura di Maugham, alla sua storia poetica e crudele. Quando un tradimento è dolore. Indimenticabile.

  • User Icon

    Becky

    22/05/2015 13.04.58

    Quando inizio a leggere un romanzo e non riesco a smettere finché non l'ho finito è già di per sé una soddisfazione. Una meravigliosa domenica passata in compagnia di Maugham, un autore che non conosco abbastanza. Se a questo aggiungiamo che già avevo visto il film del 2006 con Naomi Watts e Edward Norton, non posso certo dire che fosse la suspense a mandarmi avanti. Una storia scritta magistralmente. Il libro è molto meno romantico del film, stupendo e duro nella sua sincerità.

  • User Icon

    Mauro

    15/11/2014 20.48.38

    Pur essendo poco conosciuto, si può liberamente affermare che questo libro è un capolavoro. Una trama poco articolata ma complessa con frasi incisive e brillanti, uno stile poetico e filosofico e attimi commoventi (come quello della bambina deforme) tutti raccolti in un libro di 234 pagine. Maugham, con questo romanzo, avrebbe meritato il Nobel molto più di altri scrittori.

  • User Icon

    Kitty

    05/08/2014 21.05.35

    Da tempo non riuscivo a trovare un libro che tenesse "incollati"..finalmente! Esotica sceneggiatura e stupenda evoluzione della storia. Il lato psicologico dei personaggi è descritto con grande maestria. In una parola: intenso.

  • User Icon

    TATY

    19/03/2013 10.18.43

    è un bel libro ma niente di più: lo si legge tranquillamente in poco tempo ma non è il classico libro che ti resta impresso per la vita e che consigli agli amici.

  • User Icon

    sandra

    09/09/2012 23.10.57

    Incredibile come Maugham sia capace di far evolvere la psicologia femminile e di mostrarcela in tutto il suo cinismo, tenerezza, nudità. Gli uomini - pur vincitori, a volte - non sono altro che uno splendido modo per far emegere in tutte le sue sfumature un personaggio femminile così sfaccettato, così complesso. Così vero grazie alla penna di Maugham.

  • User Icon

    Ludovica

    27/07/2012 21.58.53

    Ho letto questo libro spinta dalla curiosità dopo aver visto il film e la verità è che l'ho adorato, ciò che più mi ha entusiasmata è stata l'analisi psicologica della protagonista.

  • User Icon

    sabry

    20/12/2011 22.42.31

    Stupendo, scritto in modo magnifico. Da leggere.

  • User Icon

    elda

    10/06/2011 17.32.35

    Ho molto apprezzato lo stile elegante, sobrio ed incisivo, il fine lavoro di scavo psicologico e la straordinaria capacità dell'autore di rappresentare le più intime emozioni.

  • User Icon

    sara

    15/03/2011 13.58.38

    Bellissimo: Maugham non delude mai, scrive divinamente e i suoi personaggi sono semplicemente eccezionali. Dovrebbero farlo studiare a scuola.

  • User Icon

    maxxam66

    12/01/2011 15.31.06

    La scrittura di Maugham e' efficace e nitida.L'arte di narrare scorre in tutte le pagine del libro , nei dialoghi come nelle immagini che le parole evocano. Siamo in presenza di un bel romanzo che , pur non avendo i connotati di un capolavoro assoluto , conferma un talento letterario.

  • User Icon

    Valentina

    14/12/2010 09.50.51

    una storia originale e convincente, una scrittura precisa, l'evoluzione dei personaggi e delle vicende assolutamente coerente e mai forzata... bellissimo libro.

  • User Icon

    Yellow

    06/05/2009 17.35.26

    Una storia drammatica e avvincente scritta in una maniera soave e gentile. Un libro d'altri tempi. Ce ne fossero altri così...!!

  • User Icon

    Enrico P.

    27/01/2009 18.34.45

    Letto il libro dopo aver visto il bel film con Edward Norton e Naomi Watts. Il finale è diverso da quello della trasposizione cinematografica: sullo schermo la protagonista Kitty scopre il valore del marito e se ne innamora, sia pure tardivamente; nel romanzo prima si redime poi ricade preda del desiderio. Di Maugham avevo già letto l'ottimo Il filo del rasoio e anche questo racconto è all'altezza. Grande capacità di introspezione, trama imprevedibile e ben congegnata, personaggi vivissimi in cui si si può riconoscere, merita il massimo dei voti.

  • User Icon

    nuni

    12/11/2008 18.20.14

    Ho letto quasi tutti i libri di W.S.Maugham e quest'ultimo non ha deluso le mie aspettative . E' autore elegante , introspettivo , e ,soprattutto, di grande spessore spirituale. Consiglio ,in particolare, "La luna e sei soldi" e "Il filo del rasoio".

  • User Icon

    Maria R.

    22/11/2007 14.57.42

    Romanzo sull'Amore ma anche e forse soprattutto romanzo di formazione. E' incredibile l'abilità di Maugham nel descrivere l'evoluzione psicologica della frivola Kitty, la profondità d'animo e l'intelligenza dello scostante Walter, la pochezza morale del vanaglorioso Charlie. Storia superba che, pagina dopo pagina, mai rallenta il ritmo.

  • User Icon

    Leonardo Banfi (Novate Milanese)

    31/10/2007 17.15.58

    Dopo pioggia, letto molti, molti anni fa, riscopro con piacere l’autore W.S.Maugham e la sua eccezionale capacita’ di entrare nella psiche dei personaggi, in modo tale che durante la lettura ci si affeziona a loro. I tre personaggi principali, sono ben descritti e Maugham li fa muovere e parlare in modo sublime, mantenendo gli occhi del lettore incollati sulle pagine del libro. Il linguaggio e’ ottimo e la struttura... cosa dire! , non delude. Un libro ottimo, da leggere tutto d’un fiato, anche se il prezzo e’ un po’ alto, 18.00 euro per una rilegatura neanche cartonata.

  • User Icon

    Patroclo

    25/06/2006 12.44.33

    bella la caratterizzazione dei personaggi, realistico e allo stesso tempo cinematografico il dialogo. il libro perde un pó nella parte centrale "misticheggiante" ambientata nel paese cinese, soprattutto in riferimento al tema religioso. curiosi alcuni riferimenti proto-new/age (che Coelho abbia scopiazzato da qui?). comunque un ottima lettura di evasione

  • User Icon

    marilia gallus

    19/05/2006 13.41.00

    stile, arte della narrazione,ritmo perfetto solo caratteristiche positive per un romanzo profondo e che fa riflettere. scrittore perfetto un appunto qualche licenza troppo audace del traduttore.

  • User Icon

    silvia

    01/05/2006 12.33.24

    Maugham è sempre garanzia di grande letteratura. Anche questo romanzo non deluderà nessuno. Si legge veloce come un racconto d'avventura: i colpi di scena non mancano, dalla prima all'ultima pagina. Ma al contempo è un racconto ricco di contenuti, con acute descrizioni psicologiche, e per certi aspetti ricorda le atmosfere Hitchcockiane. Non stupisce che ne sia stato tratto un film. Leggetelo.

Vedi tutte le 21 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione