Venivamo tutte per mare - Julie Otsuka - copertina

Venivamo tutte per mare

Julie Otsuka

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: S. Pareschi
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 5 novembre 2015
Pagine: 142 p., Brossura
  • EAN: 9788833927190
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 7,65

€ 9,00
(-15%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Venivamo tutte per mare

Julie Otsuka

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Venivamo tutte per mare

Julie Otsuka

€ 9,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Venivamo tutte per mare

Julie Otsuka

€ 9,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 9,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Da anni" ha dichiarato Julie Otsuka, "volevo raccontare la storia delle migliaia di giovani donne giapponesi - le cosiddette "spose in fotografia" che giunsero in America all'inizio del Novecento. Mi ero imbattuta in tantissime storie interessanti durante la mia ricerca e volevo raccontarle tutte. Capii che non mi occorreva una protagonista. Avrei raccontato la storia dal punto di vista di un 'noi' corale, di un intero gruppo di giovani spose". Una voce forte, corale e ipnotica racconta dunque la vita straordinaria di queste donne, partite dal Giappone per andare in sposa agli immigrati giapponesi in America, a cominciare da quel primo, arduo viaggio collettivo attraverso l'oceano. È su quella nave affollata che le giovani, ignare e piene di speranza, si scambiano le fotografie dei mariti sconosciuti, immaginano insieme il futuro incerto in una terra straniera. A quei giorni pieni di trepidazione, seguirà l'arrivo a San Francisco, la prima notte di nozze, il lavoro sfibrante, la lotta per imparare una nuova lingua e capire una nuova cultura, l'esperienza del parto e della maternità, il devastante arrivo della guerra, con l'attacco di Pearl Harbour e la decisione di Franklin D. Roosevelt di considerare i cittadini americani di origine giapponese come potenziali nemici. Fin dalle prime righe, la voce collettiva inventata dall'autrice attira il lettore dentro un vortice di storie fatte di speranza, rimpianto, nostalgia, paura, dolore, fatica, orrore, incertezza, senza mai dargli tregua.
4
di 5
Totale 5
5
2
4
1
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Elena

    06/03/2019 21:44:39

    Libro molto particolare...Non è un romanzo ma nemmeno un saggio. E' una storia corale delle spose giapponesi in America. Donne che hanno accettato di sposare uomini visti solo in foto per sfuggire ad un destino nelle risaie, ma che si ritrovano in America a servire i bianchi come domestiche o coltivandone la terra, qualcuna anche nei bordelli. E il loro essere stranieri le farà finire nei campi di prigionia, dopo l' attacco di Pearl Harbour, quando i giapponesi diventano il nemico. Non c'è un'unica testimone, ma sono tante. Spesso descritte in un paio di righe. Nonostante questo particolare modo di scrittura ho trovato la storia molto forte, appassionante, con vari spunti di riflessione. Non contava il luogo o la vita che facevano ma solamente il loro essere stranieri.

  • User Icon

    Francesca Braghetto

    24/10/2018 07:43:46

    Due temi interessanti sono contenuti in questo breve libro: la situazione dei Giapponesi emigrati negli Usa poco prima della guerra mondiale e in particolare delle donne, e la deportazione in luoghi remoti durante il conflitto. Tematiche poco note. A molti. Da leggere.

  • User Icon

    Olga

    21/09/2018 16:25:29

    “Venivamo tutte per mare” di Julie Otsuka è un romanzo che parla delle donne del Giappone che si sposavano con giapponesi che vivevano in America. In realtà non si conoscevano, si sposavano per corrispondenza, queste spose prendevano la nave, arrivavano in America andando in contro al loro destino, soprattutto a ridosso della Seconda Guerra Mondiale. Le vicende narrate in questo libro mi hanno interessata un sacco, ma il modo in cui è scritto è molto particolare, non ci sono protagoniste, non ci sono personaggi secondari, abbiamo solo nomi. Ogni capitolo perla di situazioni diverse. L’effetto elenco non mi è dispiaciuto.

  • User Icon

    Nadia T

    08/09/2018 10:24:16

    Questo "noi" narrante l'ho trovato perfetto. Lucido. Per conoscere una parte di storia (da me) ignorata.

  • User Icon

    zombie49

    21/12/2015 19:17:54

    Negli anni immediatamente successivi alla Prima Guerra Mondiale molte donne giapponesi lasciarono il loro paese x andare in spose x procura a connazionali che vivevano negli Stati Uniti. Poco più che bambine, nel lungo viaggio x mare si scambiavano confidenze e timori, mostravano alle altre la fotografia di un uomo mai conosciuto. Le speranze di una vita migliore erano presto deluse: i mariti erano spesso violenti, infedeli, ubriaconi. Le aspettava un duro lavoro nei campi, nelle lavanderie, nelle case dei ricchi come cameriere e lavapiatti, sempre ai margini di una società di cui non conoscevano lingua e usanze. I figli, divenuti adolescenti, ripudiavano le tradizioni di un paese lontano che non avevano mai visto. Nel 1941, dopo l'attacco di Pearl Harbor, le famiglie giapponesi residenti negli USA furono internate in campi di concentramento come "enemy aliens", le loro case bruciate, i negozi devastati, i campi espropriati. Tutti conoscono la tragedia degli ebrei durante il nazismo, pochi questa, che non fu sterminio, ma comunque deportazione d'innocenti. Il romanzo è una storia corale, un mosaico di minuscoli frammenti di testimonianze, raccontate da un noi narrante di voci unificate nel dolore come in una tragedia greca. Tuttavia, avrei preferito un romanzo con una protagonista e un filo conduttore che unisse le vicende delle donne: la miriade di episodi è troppo dispersiva e genera confusione. Ci sono centinaia di periodi di una riga, pagine intere di frasi che iniziano con lo stesso verbo. Lo spunto è interessante, pregevole il tentativo di rievocare, con delicatezza e pudore, una pagina oscura e vergognosa di storia americana, ma a mio avviso è un'occasione mancata. Sembra un passato lontano, ma è una vicenda ancora attualissima, se, al posto dei giapponesi, si immaginano gli immigrati mediorientali o africani di oggi, e la demonizzazione che in Occidente, e soprattutto negli USA, si fa degli arabi dopo l'11 settembre.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
| Vedi di più >
Note legali