Categorie

E venne il giorno

(The Happening)

Paese: Stati Uniti; India
Anno: 2008
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
  • EAN: 8010312080845
  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2008
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 91 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1) - Inglese (Dolby Digital 5.1) - Spagnolo (Dolby Digital 5.1) - Tedesco (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Danese; Finlandese; Inglese; Italiano; Norvegese; Spagnolo; Svedese; Tedesco; Turco
  • Formato schermo: 1,85:1
  • Area 2
  • Contenuti: scene inedite in lingua originale; interviste; documentario; errori; dietro le quinte (making of)
Per l'insegnante di scienze che lavora in un liceo di Philadelphia, Elliot Moore, la preoccupazione principale è trovare un modo per fuggire a un fenomeno misterioso e mortale. Sebbene lui e la moglie Alma si ritrovino nel mezzo di una crisi coniugale, viaggiano prima in treno e poi in macchina assieme all'amico di Elliot, l'insegnante di matematica Julian e a sua figlia di otto anni Jess , dirigendosi verso le fattorie della Pennsylvania, dove sperano di trovare un rifugio sicuro da questi spaventosi attacchi, che diventano sempre più forti. Tuttavia, in breve tempo diventa chiaro come nessuno sia veramente al sicuro, perché questo terribile assassino non può essere seminato. Soltanto quando inizia a scoprire la vera natura di quello che sta accadendo e che ha scatenato questa forza minacciosa per il futuro dell'umanità, Elliot riesce a trovare un barlume di speranza per la sua vulnerabile famiglia e un modo per tentare di sfuggire a questi eventi.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giuseppe

    27/08/2012 05.27.00

    molto bello voto 5

  • User Icon

    James

    13/10/2011 16.01.04

    La natura si rivolta con la sua forza incontrollabile e imprevedibile contro l'uomo che la minaccia in continuazione e lo fa nel modo più terribile, Night Shyamalan sorprende e sconvolge anche in questo film dove niente è banale, splendida Zooey Deschanel!

  • User Icon

    Francy

    06/05/2009 21.44.09

    Sono sempre molto particolari i film di Shyamalan. Questo è senza dubbio uno dei più belli. Sicuramente il più violento tra tutti quelli che ha fatto. Da vedere. Buona anche la morale che sta alla base del film!

  • User Icon

    dany

    24/02/2009 23.21.38

    sembra ke giri sempre nello stesso posto. 1 pò lento. nn t coinvolge in pieno. cosi cosi....

  • User Icon

    mmh

    13/12/2008 17.13.44

    mmh...peccato perchè poteva essere un colossal! girato interamente in campagna perde la change di contrastare Io sono leggenda e L'ombra dello scorpione. Funghi per tutti,sorry.

  • User Icon

    Fabio Scarnati

    11/12/2008 09.38.02

    Trasposizione cinematografica (non particolarmente felice) del racconto "The Willows" di Algernon Blackwood.

  • User Icon

    Francesco

    30/11/2008 20.00.58

    I film di Shyamalan, a mio parere, devono essere ricondotti ad un genere thriller (che sfiora l'horror) tutto specifico: minacce sconosciute, che non riusciamo a cogliere nella loro pienezza (gli extraterrestri di "Signs"), avvolte dal mistero (le creature di "The Village") e semplici presenze ("Il sesto senso") colpiscono continuamente il lato che riesce a fare più paura della dimensione umana. E se, questa volta, la minaccia fosse invisibile e difficile da razionalizzare? Però, anche negli altri film, non cogliamo l'esatta dimensione della minaccia: non sappiamo molto dei fantasmi (alla fine buoni), men che meno dell'esistenza degli extraterrestri (deboli), mentre le creature, che circondano il villaggio, sono misteriose (e non quello che sembrano). Qui, Shyamalan ci lancia una sfida: quanto sappiamo della natura? Del mondo vegetale? Del nostro pianeta? A mio avviso, "The Happening" è costruito bene, con immagini e specialmente dialoghi ricercarti, curati, simbolicamente significativi (l'automobile che sgomma sul ciglio della strada, distruggendo un piccolo angolo di terra erbosa; la divina casetta campagnola, che ospita, sullo sfondo, una fumante centrale nucleare; l'avversione del popolo contro sè stesso, per cui nessuno - o quasi - è disposto ad aiutare, o semplicemente a fidarsi, degli altri). Il profondo senso interno, che si riscontra sempre nei film di Shyamalan, qui, è più palese, anche se ci sono particolari espressioni che riconducono ad uno scenario più ampio: Alma che esclama l'indignazione, dinanzi alla gente che "fa schifo", o come nella scena, purtroppo tagliata, che sarebbe dovuta essere quella d'apertura del film, in cui sempre Alma esprime il disagio, davanti alle incertezze - a volte crudeli - del mondo. Insomma, nel complesso è un film girato bene, che intrattiene nel modo giusto, ci fa tremare nel modo giusto e, specialmente, ci dice che la scienza (alias la conoscenza su cui l'uomo tende sempre di più a basarsi, errando, ma non di molto) non può tutto, davanti alla vastità del mondo.

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    29/11/2008 16.22.25

    non è certo un capolavoro, ma neanche un film che merita stroncature come ho visto in alcuni forum...livello di tensione alto...molto più angosciante di tanti horroretti che ci sono a giro ora...

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione