Versetti pericolosi. Gesù e lo scandalo della misericordia

Alberto Maggi

Editore: Fazi
Collana: Campo dei fiori
Anno edizione: 2011
Pagine: 190 p., Brossura
  • EAN: 9788864115016

10° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Religione e spiritualità - Cristianesimo - Studi ed esegesi biblica

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luigi Chiavarelli

    22/02/2013 18:13:07

    Libro splendido, che afferma in modo piano realtà sconvolgenti solo apparentemente già conosciute "..Dio non chiede agli uomini di purificarsi per essere degni di accoglierlo, al contrario sarà il fatto di accoglerlo a renderli puri" "..un amore di qualità completamente sconosciuta, che non dipende dai meriti degli uomini, ma dai loro bisogni.". Libro da centellinare nel silenzio come una preghiera.

  • User Icon

    Tommaso

    17/12/2012 22:14:45

    Uno dei libri più belli che abbia mai letto in vita mia, non finirò mai di dire grazie a quest'uomo per tutto ciò che fa. Questo è il vangelo, cari lettori, e non le vulgate fondamentaliste imposte da oltre Tevere e soprattutto dai movimenti ecclesiali foraggiati dalla gerarchia degli ultimi trent'anni. Maggi è straordinariamente bravo a misurare le parole e ad usare la massima prudenza, ma la verità che emerge è che il vangelo è scomodo e mette in crisi l'autorità religiosa di ieri come quella di oggi.

  • User Icon

    Maurizio Rosina

    06/02/2012 16:49:24

    Anche per me "è un libro straordinario che le gerarchie cattoliche dovrebbero tradurre in atti di magistero". Lo tengo vicino al Vangelo. Nei suoi capitoli l'essenza della ricerca cristiana. Da leggere e rileggere continuamente. Uno strumento per la propria spiritualità. Un grazie a Maggi

  • User Icon

    gianluca guidomei

    04/01/2012 19:15:04

    "Con Gesù è finita la religione e inizia la fede. Mentre la religione consisteva in quel che gli uomini dovevano fare per Dio, per ottenere il suo perdono, i suoi favori, con Gesù inizia un'epoca nuova, quella della fede, nella quale non sono più gli uomini a servizio del loro signore, ma è Dio che si mette a servizio degli uomini, un Dio che non pretende, ma dona, un Signore che non chiede, ma è lui stesso che si offre per essere accolto dagli uomini e farne la sua dimora. E' stata la religione che ha inventato la paura di Dio per meglio dominare le persone, perché non si governa con l'amore, ma con il timore".

  • User Icon

    Roger

    30/12/2011 18:59:35

    Ha ragione Vito Mancuso: In Italia, dai tempi di David Maria Turoldo, nessuno riusciva a leggere con tale forza i testi sacri del cristianesimo. Un libro straordinario che le gerarchie cattoliche dovrebbero tradurre in atti di magistero.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione