Categorie

Donatella Trotta

Editore: Liguori
Collana: Teorie & oggetti
Anno edizione: 2008
Pagine: 180 p. , ill.
  • EAN: 9788820741495

Nel decennio della stagione più intensa vissuta al quotidiano «Il Mattino», fondato nel 1892 a Napoli con il marito Edoardo Scarfoglio, Matilde Serao crea e dirige alcune significative testate periodiche finora ignorate dagli studiosi: il settimanale domenicale «Mattino-Supplemento» (1894-1895) e il giornale umoristico settimanale illustrato «Masto Rafaele» (1899-1901), che precedono l'esperienza più nota della rivista letteraria «La Settimana» (1902-1904). Questo libro fa rivivere tale stagione sullo sfondo di una Napoli fin de siècle, nella quale la figura di Matilde Serao emerge come pioniera del giornalismo contemporaneo, ma anche come scrittrice, poligrafa ed epistolografa, "artefice ingenua ma non certo involontaria delle strutture industrial-espressive della letteratura". Lo conferma questo saggio che, attraverso un'ampia campionatura commentata di testi e immagini rari o inediti (e l'accluso dischetto con la collezione completa del «Masto Rafaele»), di cui si era persa traccia e memoria, arricchisce di contributi originali e di nuove prospettive critiche non solo il "caso" Serao, ma anche la conoscenza della storia letteraria e del giornalismo italiano e meridionale otto-novecentesco.
«Questo saggio si propone in modo particolarmente interessante come una nuova, più approfondita ed originale analisi di quell'autentico miracolo artistico ed esistenziale che è la vita di donna Matilde» (dalla Prefazione di Antonio Ghirelli)