I viaggi di Jupiter. Il giro del mondo in motocicletta

Ted Simon

Traduttore: C. Barzin
Editore: Elliot
Collana: Manubri
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 31 gennaio 2015
Pagine: 382 p., Brossura
  • EAN: 9788861928145
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,91
Descrizione
Partito il 6 ottobre 1973 in sella a una Triumph Tiger 100 con un motore da 500 cc, Ted Simon ha viaggiato per quattro anni in solitaria, attraverso quarantacinque paesi, da un capo all'altro del pianeta. Ha superato deserti, montagne, oceani, giungle, oltrepassando incolume la guerra tra Egitto e Israele, la rivoluzione in Mozambico e in Perù, il fuoco dei cecchini afghani e le carceri brasiliane. È caduto e si è rialzato centinaia di volte grazie alla forza del suo spirito e all'incontro con uomini straordinari. Sulla strada, in compagnia di una sottile miscela di suoni - ottanta esplosioni al secondo, cuscinetti a sfera che ruotano, pompe dell'olio vibranti, una frenesia di metallo - si è abbandonato all'ignoto, convinto che per conoscere il mondo, allora come oggi, non basta navigare, né volare, ma bisogna restare a terra, sentirlo sotto le dita dei piedi, annusarlo e inghiottire i moscerini: solo così il mondo diventa immenso. Ritornato in Europa nel 1977, ha raccolto le sue esperienze in questo libro conquistando il cuore di ogni viaggiatore. I viaggi di Jupiter è la testimonianza di un uomo che ha avuto il coraggio di abbandonarsi al richiamo dell'avventura, sperimentando la fragilità della vita e al tempo stesso la sua infinita bellezza.

€ 14,02

€ 16,50

Risparmi € 2,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luca Taj

    08/05/2016 17:47:53

    Mi fa molto ridere che la casa editrice l'abbia messo nella collana "I Manubri". Simon Ted ha girato il mondo (ma proprio tutto) con la sua Triumph 500, in quale altra categoria potevi metterlo? E' un libro molto affascinante e anche molto ben documentato. Si legge con molta invidia. Ma secondo me lo può capire a fondo chi tra il 1973 e il 1977 aveva almeno vent'anni. Ideale per chi ama sognare seduto sulla poltrona di casa. Ora Simon, giornalista britannico, ha 85 anni ed è la dimostrazione vivente che la moto non fa venire il mal di schiena! Luca Tajani

  • User Icon

    roberto

    22/09/2010 11:48:44

    E' un classico dei racconti di viaggio in moto, ma la narrazione, a mio parere è piuttosto piatta. Dogane, frontiere, strade (belle o brutte), uomini e donne (belle o brutte). E' difficile emozionarsi. Lo definirei un bel diario di viaggio ed un libro così e così. Sicuramente, nel genere, c'è di molto meglio.

  • User Icon

    dany

    08/09/2010 12:47:05

    Un libro incantevole e interessantissimo. Non preoccupatevi se non capite nulla di moto (come me). Di dettagli tecnici ce ne sono pochissimi ma, alla fine del libro, sembra di essere stati seduti sul sellino posteriore e questo è il massimo che si possa chiedere ad un libro di viaggi. In più lo scrittore ha uno stile fluido e gradevolissimo. Ho letto che ha ripetuto questo tour infernale a 70 anni (complimentissimi) e ne ha tratto un sequel che spero venga tradotto quanto prima. Sarebbe bello leggerlo quando il primo è ancora fresco nella memoria per sapere tutti i cambiamenti che questo globe-trotter delle due ruote avrà trovato nel suo viaggio. Insomma...uno dei migliori libri di quest'anno. Consigliatissimo. Anche ai pigri.

Scrivi una recensione