Categorie

Terry Brooks

Traduttore: R. Valla
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 291 p.
  • EAN: 9788804519843
Usato su Libraccio.it € 5,40

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Hathor

    31/05/2013 22.17.40

    Questo libro è di una profondità commovente. Nessuno se ne rende conto? Non lo dovrebbero conoscere solo gli amanti del fantasy. È qualcosa che va al di là di ogni classificazione. Terry Brooks ha dimostrato di essere un autentico scrittore, perché nelle sue storie, e soprattutto in questo libro, parla al cuore dell'uomo.

  • User Icon

    armando

    29/12/2011 22.31.52

    In questo secondo libro del ciclo" il viaggio della jerle shannara" terry brooks si mantiene su buoni livelli,donandoci un ottimo romanzo.Davvero notevole ancora una volta il personaggio di walker boh e la descrizione della città fantasma di castledown.Probabilmente questo è l'ultimo libro di shannara degno di tale nome:dopo "il labirinto", infatti, è iniziato a mio avviso il famoso calo di terry.

  • User Icon

    antrax

    27/08/2011 14.15.54

    Un libro molto bello,scritto con un linguaggio semplice ma perfetto. Una storia molto avvincente con un nuovo e spaventoso antagonista:Antrax Con questo libro Terry Brooks dimostra ancora una volta la sua bravura.

  • User Icon

    Michele

    25/09/2006 13.08.34

    lettura semple fluida e piacevole come accadeva nel precedente volume. la trama è appassionante e il confronto con Antrax è devastante e drammatico,è come essere nella scena.Il fatto che non ci sia un solo gran antagonista non è a mio parere una mancanza ma una diversificazione anche piacevole. Il gruppo della Jerle Shannara ha molte preoccupazioni perchè deve sempre fare i conti con i nemici,uno più pericoloso dell'altro. Insomma, un ottimo libro, dove l'atmosfera scura e misteriosa lascia il posto alla disperazione più totale.stupendo

  • User Icon

    Peter

    30/10/2005 15.41.26

    Per chi èrimasto deluso da "La strega di ilse" non prosegua con questo secondo libro. Continua la fusione tra fantasy e fantascienza con metallo, circuiti elettrici e robot. Comunque tutto sommato è piacevole.

  • User Icon

    Massimo

    07/01/2005 15.06.31

    e' un libro diciamo cosi' "leggibile", ma si sente molto che il buon Terry Brooks gratta il fondo. La cosa positiva e' che non c'e', come in tutti gli altri suoi libri, la ricerca di un "qualcosa" (La spada di shannara, il tanequil, etc etc), ma comunque l'autore non convince. L'idea delle navi volanti e' ottima, ma l'idea di Antrax e' banalotta e diciamolo pure ritrita e scopiazzata. Inoltre manca un vero cattivone: nel primo libro e' la strega di Ilse, nel secondo Antrax, nel terzo il Morgawr, ma in tutti i casi si tratta di nemici "facilmente" sconfiggibili (non si tratta, x capirsi, di un "Signore degli Anelli" indistruttibile se non con metodi estremi). Comunque il mondo di Shannara e' davvero magico, zeppo di buone e ottime idee, ed e' un peccato che Brooks svilisca cosi il suo mondo per "batter cassa". A mio modesto parere la trilogia del viaggio della Jerle Shannara doveva essere un libro solo, con la figura del Morgawr presente fin dall'inizio e la malignita' di Antrax piu' marcata. Ne sarebbe uscito un bel tomazzo di 1000 pagine piu' organizzato ed organico. Eppoi ci sono parecchie incongruenze: Ahren Elessedil usa le pietre magiche per distruggere i granchi di Antrax, ma nel seguito si dice che non puo' usarle per difendersi contro i Mwellret perche' funzionano solo contro la magia. bah! Leggendo il libro si sente chiaramente che e' stato buttato giu' senza una rilettura critica ed attenta. Altra cosa: xche' nella edizione italiana si cambiano i nomi??? nel ciclo di Shannara si parla di DIVIETO nel viaggio della jerle shannara si parla di PROIBIZIONE, Brooks nell'originale inglese usa sempre lo stesso termine (FORBIDDING). Lo stesso dicasi per l'ETEREA: nelle pietre magiche di shannara il termine inglese (ELLCRYS) e' tradotto, appunto, con ETEREA, mentre in TANEQUIL (e anche nel labirinto) la si chiama ELLCRYS. Insomma una traduzione dozzinale (non mancano le frasi, nel libro, insensate, segno di una cura molto approssimativa del testo) per un autore che si svende. Peccato!!!

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione