Categorie

Kathy Reichs

Traduttore: A. E. Giagheddu
Collana: Superbur
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
Pagine: 462 p.
  • EAN: 9788817129503

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Dj

    07/09/2012 16.26.47

    Finora in assoluto il più bello della serie: avvincente la storia (misteriosa al punto giusto), puntuali i colpi di scena e bello il finale. Se si fa l'abitudine alla scrittura molto dettagliata e un po' pesante dell'autrice, è facile apprezzare i personaggi ben caratterizzati, i dialoghi ben strutturati e le procedure investigative finalmente moderne ben descritte.

  • User Icon

    zombie49

    03/07/2011 08.56.25

    La dott. Brennan deve riconoscere le vittime di un incidente aereo sulle Smoky Mountains, al confine tra North Carolina e Tennessee. Ma trova un piede che non può appartenere a nessuno dei passeggeri. Le indagini con il tenente Ryan la portano ad un sinistro cottage nascosto tra i monti, presso il quale è forse sepolto un cadavere. Le autorità locali sembrano però volerla ostacolare. Ma nel seminterrato sono sepolti dei corpi di anziani scomparsi in epoche diverse, e tutti presentano strane incisioni su un femore. Nella casa simboli misteriosi ed inquietanti fanno pensare ad omicidi rituali. La verità sarà ancora più scioccante. Interessante la descrizione del recupero e identificazione dei corpi in una catastrofe, esperienza che K. Reichs ha vissuto in prima persona con le vittime dell'11 settembre. Fastidiose le annotazioni su eventi personali irrilevanti: enumerare ogni singolo boccone in una cena e ogni movimento del cane di Tempe produce una lettura a singhiozzo. Racconto lineare senza troppe digressioni, una volta tanto il tenente Ryan ha un ruolo marginale. A mio avviso l'opera migliore di K. Reichs.

  • User Icon

    Massimo

    09/11/2010 15.22.05

    Per chi conosce il personaggio di Temperance niente di nuovo, solita vita a dir poco agitata e irta di ostacoli ed imprevisti della protagonista, solito dilemma tra Pete, l'ex marito, e Ryan, il collega detective con il quale non sa se lasciarsi andare, solita trama con suspense ed imprevisti (forse entrambi un pò meno del solito) e soprattutto solite descrizioni tecniche legate alla sua attività lavorativa, interessanti e illuminanti riguardo le loro enormi potenzialità. Insomma, un buon libro da leggere anche se qualche altro della Reichs, secondo me, risulta migliore rispetto a questo.

  • User Icon

    Luca

    08/05/2010 18.08.29

    dopo la delusione di "resti umani", K. Reichs ha dato vita a una storia particolarmente coinvolgente dove non mancano di sicuro colpi di scena! Una storia che, seppur da una trama complicata, non deluderà assolutamente le aspettative del lettore. Consigliato a tutti gli amanti del "medical thriller"!

  • User Icon

    giuly

    01/07/2009 21.54.10

    come tutti i libri di Kathy Reichs mi danno una grande soddisfazione...è sempre un piacere leggere una buona trama che invoglia a leggere pagina dopo pagina, fino alla fine..il personaggio di Brennan sempre realistico..

  • User Icon

    Elisa

    19/06/2009 09.21.17

    Bello! Sto leggendo la Reichs in ordine cronologico e penso che migliori a poco a poco, ogni romanzo un gradino più su. La trama è curiosa e l'indagine interessantissima; il finale secondo me avrebbe potuto essere scritto con 20 pagine anzichè 80, ma ad ogni modo è un gran bel medical thriller.

  • User Icon

    Marco piva

    08/04/2008 12.20.12

    Mi è discretamente piaciuto questo romanzo della Reichs che pur rientrando nell'inflazionato genere alla P.Cornwell riesce comunque a distinguersi decisamente in meglio. Nonostante un inizio lentuccio la storia pian piano si dipana e riesce a tenere desta l'attenzione del lettore fino al termine. Peccato per due cose: la componente alla romanzo Harmony che appesantisce il racconto e LA S-C-A-N-D-A-L-O-S-A trama riportata nel retro del libro che rovina incredibilmente il fattore sorpresa. Tiratina d'orecchi da dare pure a IBS che posta le recensioni di lettori che spoilerano la trama assassinando il piacere di leggere un libro.

  • User Icon

    Monica

    07/01/2008 17.33.37

    E' stato il primo libro della Reichs che ho letto ed ero piuttosto riluttante, ma non sono affatto rimasta delusa, anzi! Senz'altro mi ha appassionata molto a questa autrice e a questo genere. Le precisazioni scientifiche sono dettagliate e puntuali e comprensibili anche per qualcuno che è completamente estraneo all'ambiente, la trama, inoltre, parla non solo di medicina, ma anche di persona e, soprattutto di sentimento, non necessariamente amore, ma compassione, pietà, ansia, paura... lo consiglio vivamente, tiene con il naso incollato alle pagine per tutta la durata della sua lettura!

  • User Icon

    zombie49

    25/10/2007 05.55.08

    Dott. Brennan indaga su incidente aereo e trova piede di troppo. Scopre setta cannibale. Le precise annotazioni mediche che infastidiscono qualche lettore a me piacciono molto, forse perché ho lavorato in questo campo e non ho mai trovato errori o approssimazioni caratteristiche di altri scrittori, pure apprezzabili. Trovo invece fastidiose le annotazioni su eventi personali irrilevanti. Una delle migliori opere di K. Reichs

  • User Icon

    Luisa

    17/09/2006 14.39.49

    é il 2° libro che leggo della Reichs: mi è piaciuto molto,ben costruita la storia e anche il personaggio di Tempe Brennan. A chi manca la vecchia Patricia Cornwell non può non piacere!

  • User Icon

    Enrico

    23/09/2004 00.21.10

    E' il quarto libro che leggo di questa autrice, devo dire che è il peggiore........Troppo infarcito di terminologie e spiegazioni di carattere medico, una trama contorta, poco scorrevole, insomma un libro che, a parte pochi momenti felici, diventa noioso. Mi piace molto il personalissimo stile della Reichs ma questo, a mio avviso, non basta per risollevare le sorti di questo libro.

  • User Icon

    Nazario

    27/03/2003 16.06.29

    Il romanzo non entusiasma come suspense, ma si legge volentieri. Non è il capolavoro di Kathy Reichs, ma è una storia, per chi ama questo genere di letture, che affascina per mistero, per intrigo. Racconto impregnato di morte, narrata senza reticenze in tutte le salse. Libro di morti ammazzati in abbondanza, di orrori macabri, di raccapriccianti storie di cannibalismo. Parla di gente famosa ed intelligente, felice nella propria vita domestica e pubblica, che per sfizio e per gioco, uccide nel privato, per imporre la propria superiorità culturale. Geni assassini dai gusti morbosi e perversi che praticano sacrifici umani, che strangolano anziani. C’è la morte per fatalità del destino, che abbatte un aereo di linea per una banale dimenticanza di uno sfigato bastardo. Su tutto e tutti, emerge con la solita forza di umanità, di competenza e correttezza professionale l’antropologa Brennan. Il suo credo è mettere a posto le ossa ritrovate, e dare un nome ai loro proprietari. Va sottolineata l’eccellente descrizione ambientale del romanzo, soprattutto l’illustrazione dello scenario paesaggistico delle Great Smoky Mountains ed in particolare della contea di Swain.

  • User Icon

    Nello Praz

    02/03/2003 18.05.32

    Che dire. Sembra un corso di antropologia applicata, scritto in modo crudo ed elementare e con qualche, ma troppo razionale, parentesi dedicata ai sentimenti. Abbastanza scontati i passaggi di scena e la ricerca del pathos.

  • User Icon

    alessia

    20/02/2003 21.27.56

    concordo con le recensioni precedenti, anche se m'e' un po' caduta sul finale. Dopo non essere riuscita a mollare il libro per due giorni, le ultime 20 pagine non riuscivo proprio a finirle...

  • User Icon

    Paolo

    18/02/2003 15.17.18

    Dopo aver letto Cadaveri Innocenti, questo thriller è così affascinante che me lo sono divorato in pochissimo tempo. Una Temperance Brennan strepitosa, dolce e coraggiosa che ti tira per le braccia facendoti entrare e partecipare con i suoi sentimenti in una storia incredibile. Grande Reichs che in un continuo crescendo si sta dimostrando una grande scrittrice.

  • User Icon

    Konni

    20/09/2002 14.53.33

    Ho cominciato il libro con un po' di perplessità perchè "resti umani" mi aveva deluso un po'. Ho dovuto ricredermi perchè "viaggio fatale" è molto bello, il personaggio di Brennan è così reale da riuscire a passare al lettore le stesse emozioni. Non si può abbandonare a metà questo libro. Sarebbe impossibile continuare a vivere senza sapere che fine ha fatto il piede!!! Ciao.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione