Salvato in 8 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Videocracy
9,99 €
;
DVD
Dettagli Mostra info
Videocracy 100 punti Effe Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,99 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Vecosell
7,99 € + 3,90 € Spedizione
Disponibile in 4 gg lavorativi Disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
KONKE
12,83 € + 4,99 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,99 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Vecosell
7,99 € + 3,90 € Spedizione
Disponibile in 4 gg lavorativi Disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
KONKE
12,83 € + 4,99 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Videocracy di Erik Gandini - DVD
Chiudi

Descrizione

'L'Italia che ho ritrovato è avvolta da una tensione fortissima tra televisione e spettatori. Con la mia cinepresa sono entrato in questo mondo. Un mondo estremamente legato al presidente Silvio Berlusconi, che lo presenta sempre come innocuo puro intrattenimento. Un mondo ben felice di esporsi, che così facendo mi ha concesso il privilegio di vivere l'esperienza personale, a volte spaventosa, ma davvero emozionante di un probabile nuovo ordine mondiale, la legge dell'immagine' E. Gandini
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

Svezia; Danimarca; Gran Bretagna; Finlandia
2009
DVD
8017229496134

Informazioni aggiuntive

Fandango, 2009
Mustang
85 min
Italiano (Dolby Digital 5.1)
Italiano per non udenti
Wide Screen
PAL Area2
interviste; commenti tecnici

Valutazioni e recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(1)
silvia
Recensioni: 1/5

Mi spiace ma non sono d'accordo: ne esce una visuale molto ambigua della società italiana attuale. Gandini non sembra affatto condannare questa smania di apparire, di esporsi ma anzi sembra compiacersi di quella che lui stesso definisce: "l'esperienza personale, a volte spaventosa, ma davvero emozionante di un probabile nuovo ordine mondiale, la legge dell'immagine". E io aggiungo: cosa c'è di emozionante nello squallore e nell'ignoranza di chi vive per apparire, di chi annulla ogni sentimento ed ogni valore umano, ogni proprio orgoglio e senso di dignità per una comparsata in una becera trasmissione come quelle che ormai la tv di stato e non ci propina ad ogni ora umanamente accettabile? perchè i programmi intelligenti passano sempre e solo in terza serata quando la gente comune che deve normalmente lavorare per vivere (e mantenere nel lusso ostentato i parassiti qui osannati) la mattina dopo deve magari alzarsi presto e non può certo permettersi di andare a dormire all'una di notte... Finchè la "politica dell'ignoranza" ci proporrà simili modelli e sogni di gloria così "poveri in spirito" la nostra civiltà (se possiamo chiamarla ancora in questo modo...) sarà destinata ad un inesorabile ed amaro declino. Scusate lo sfogo pessimistico...

Leggi di più Leggi di meno
asgerjorn
Recensioni: 5/5

Ammetto che le valutazione massima è un po' forzata, se si valutano la sole qualità artistiche del film, paragonandolo ad alcuni film di Bresson o di Dreyer. Il massimo voto è invece giustificato dalla originale e coinvolgente presentazione di un film inchiesta di grande qualità, nettamente superiore, per citare un film dello stesso genere,al CAIMANO di Nanni Moretti. Da vedere assolutamente, anche per la sua sostanziale oggettività.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(1)

Conosci l'autore

Silvio Berlusconi

1936, Milano

Imprenditore e uomo politico italiano. Studia legge e comincia la carriera imprenditoriale nel settore edilizio. Dalla fine degli anni ’70 coglie le enormi potenzialità della allora frammentata e pionieristica realtà delle tv private e locali e – anche grazie a potenti appoggi politici e legislativi – in breve tempo compie un’escalation che lo porta a fondare Canale 5 e in seguito il polo televisivo Fininvest, poi Mediaset (tre network), che contende alla Rai il monopolio televisivo e il mercato pubblicitario. Il potere massmediologico dei suoi tre network influenza non poco i percorsi di progettazione, realizzazione e vendita di molti film italiani (che spesso vengono realizzati solo se coprodotti o «prenotati» per il futuro passaggio televisivo e se rientrano nei canoni di gusto approvati...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore