Vintage Didion

Vintage Didion

Joan Didion

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Formato: EPUB con DRM
Testo in en
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,71 MB
  • EAN: 9780307548757

€ 8,93

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vintage Readers are a perfect introduction to some of the greatest modern writers presented in attractive, accessible paperback editions.

“Didion has the instincts of an exceptional reporter and the focus of a historian . . . a novelist’s appreciation of the surreal.” —Los Angeles Times Book Review

Whether she’s writing about civil war in Central America, political scurrility in Washington, or the tightl -braided myths and realities of her native California, Joan Didion expresses an unblinking vision of the truth.

Vintage Didion includes three chapters from Miami;an excerpt from Salvador; and three separate essays from After Henrythat cover topics from Ronald Reagan to the Central Park jogger case. Also included is “Clinton Agonistes” from Political Fictions, and “Fixed Opinions, or the Hinge of History,” a scathing analysis of the ongoing war on terror.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Joan Didion Cover

    Scrittrice statunitense. Corrispondente dall’estero per i maggiori quotidiani americani e autrice di saggi di attualità politica, sociologica, culturale – L’album bianco (1979), Salvador (1983), Miami (1987) – ha dato espressione lucida e provocatoria ai problemi delle donne della sua generazione. Da Prendila come viene (1970) a Diglielo da parte mia (1977) a Democracy (1984), ha affinato la sua scrittura, fino a farne un duro, efficace scandaglio dell’odierno universo tecnologico. Le sue figure femminili, isolate, straniate o in fuga, campeggiano sullo sfondo di realtà sociali o politiche stravolte che non lasciano spazi di evasione dalla storia. Nelle opere più recenti, tra narrativa e saggio, ha rievocato vicende autobiografiche: Da dove... Approfondisci
Note legali