Una vita da libraio

Shaun Bythell

Traduttore: C. Palmieri
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 06/03/2018
Pagine: 384 p., Brossura
  • EAN: 9788806236182

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Economia e diritto - Industria e studi industriali - Industrie dei media e dell'informazione - Editoriale

Disponibile anche in altri formati:

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Patblu

    11/05/2018 20:31:30

    Si un libro che ti mette il buonumore

  • User Icon

    Liz Matutteame

    05/04/2018 12:35:00

    Sapete la mia attrazione per i libri che parlano di libri e di librerie. L'autore di questo libro è realmente il proprietario della The Book Shop, libreria di libri usati inglese, e racconta, sotto forma di diario, le sue giornate da libraio. Tutto il diario è diviso in giornate, dove in ogni una di esse è indicato il numero degli ordini online, il numero dei libri trovati da spedire ai compratori ( e non sempre i due numeri coincidono ) , il totale in cassa a fine giornata ed il numero di clienti. Partiamo dalla vendita online, perché come anche il libraio spiega, nell'era di internet e dei libri digitali anche lui si è dovuto arrendere alla vendita su Amazon, e riceve anche abbastanza ordini se non fosse che la sua libreria è talmente piena che spesso fatica a trovare i libri richiesti. Certo non gli rende le cose facili Nicky, la sua commessa, che trovo sia il personaggio più divertente di tutto il romanzo. Seguiremo Shaun nelle sue giornate in libreria, dove è alle prese con clienti affezionati (pochi) e clienti che entrano per i più svariati motivi tranne che per comprare libri, e quando lo fanno chiedono sconti talmente alti che se li regalasse sarebbe meglio (tanti). Shaun è un commerciante di libri usati, e come tale si li vende, ma prima di tutto li deve anche acquistare e per farlo spesso viene chiamato a vuotare case e librerie, quando non sono le persone stesse a portargli scatoloni di libri convinti che valgano una fortuna quando invece sono estremamente malridotti. Assieme a Nicky a " rallegrare " le sue giornate ci sono il gatto Captain e la fidanzata Anna, che fa la spola tra la cittadina e Londra dove lavora. Trovo che sia carino il fatto di raccontare eventi reali, più o meno accaduti realmente ed al massimo un po' romanzati, e trovo anche carino che l'autore voglia spiegare come si svolge in realtà il suo lavoro, ma ammetto che mi ero aspettata di meglio....

  • User Icon

    chicca

    26/03/2018 16:08:16

    Leggendo la presentazione mi ero entusiasmata perchè anche io amo i libri, la letteratura, lo humor british e la campagna e quindi pareva il libro scritto per me. Invece ho fatto fatica ad arrivare alla fine. Intanto per la forma di diario, appesantita dalle annotazioni inutili e dai riferimenti a personaggi assolutamente sconosciuti e senza parte nella storia; poi le citazioni letterarie mai sentite (mea culpa...) ma anche delle centinaia di autori citati ne avrò sentiti nominare si e no una decina. Infine la scrittura così così. Una delusione.

  • User Icon

    Alberta

    26/03/2018 14:59:16

    Carino, ma niente di esaltante. Il rischio è - per chi come me ha già letto romanzi simili - di rivedere un po' sempre le stesse tematiche e le stesse situazioni.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione