Categorie

Avvakum

Curatore: P. Pera
Editore: Adelphi
Edizione: 2
Anno edizione: 1986
Pagine: 244 p. , ill.

91 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Biografie - Biografie e autobiografie - Figure religiose e spirituali

  • EAN: 9788845902086

scheda di Rastello, L., L'Indice 1987, n. 3

Composto fra il 1672 e il '75 in un sotterraneo a Pustozërsk dove il suo autore, incoercibile guida spirituale dei "Vecchi credenti" ribelli alle innovazioni liturgiche e religiose che sconvolsero la Russia del '600, attendeva il martirio, questo libro circola manoscritto per due secoli, rimanendo quasi sconosciuto; scritto in volgare russo, solo a tratti cosparso di slavo ecclesiastico colto, utile in brani di polemica teologica, rappresenta il primo e fondamentale capolavoro letterario della lingua russa - paragonabile per importanza e anche per vigore di immaginazione alla "Divina Commedia" per l'italiano - e, insieme, un episodio paradossale nella storia della cultura e della comunicazione scritta: quello di un'opera decisiva nell'evoluzione della lingua sempre rimasta al di fuori dei circuiti di diffusione creati dall'affermarsi della stampa a caratteri mobili. Scrive Pia Pera in introduzione: "Se non fosse stato per le persecuzioni e la censura a cui furono sottoposte le opere dei vecchi credenti, con la "Vita" il russo avrebbe potuto avere il capolavoro che l'avrebbe fissata come lingua letteraria". Un'occasione straordinaria d'incontro con l'irriducibile peculiarità culturale russa, offerta fra pagine in cui il divino, il demoniaco e il meraviglioso contendono senza tregua, senza esclusione di colpi e senza trascurare lo scontro fisico, le bastonate, l'uso, magari, a scopi ultraterreni, di un grasso piatto di zuppa di cavoli.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giovanni Caprile

    03/04/2015 01.20.14

    L'arciprete Avvakum scrisse questa sua meravigliosa autobiografia con le seguenti parole: "Debbo dire a chi sono simile? Sono simile all'uomo povero che va per le strade della citta' e si ferma agli angoli per chiedere l'elemosina...E' all'uomo ricco, il Re Gesù Cristo, che io chiedo una fetta di pane del Vangelo...Riempita la borsa, io ne do' anche a voi, abitanti della casa del mio Dio. Ecco, mangiate, alla salute, nutritevi, non morite di fame". Un capolavoro!

  • User Icon

    Carlos

    30/03/2005 15.07.44

    Um bellissimo libro che dovrebbe essere letto da tutti coloro che si interessano di storia e di letteratura russa.

Scrivi una recensione