Categorie

Severo Sulpicio

Curatore: F. Ruggiero
Editore: EDB
Anno edizione: 2003
Pagine: 320 p., Brossura
  • EAN: 9788810420492
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Tino

    28/10/2003 12.20.38

    La “Vita di Martino” è uscita nella prestigiosa Biblioteca Patristica, collana di grande pregio perché ospita testi della tradizione patristica, scelti tra i più significativi, e presentati anche nella loro lingua originale. Ruggiero offre al lettore, oltre a un’elegante traduzione italiana, un nuovo testo critico latino, frutto di una complessiva riconsiderazione della tradizione manoscritta, e un apparato di varianti ben più ampio di quello recato dalle precedenti edizioni. Il volume è inoltre arricchito da un’articolata introduzione, un accurato commento e numerosi indici. La biografia di Martino conobbe lungo tutto il medioevo una fortuna superiore a quella di qualunque altra opera del medesimo genere. Il testo di Sulpicio è un testo chiave della cultura europea e un documento biografico e agiografico di eccezionale rilievo, anche per la capillare diffusione che il culto del santo ha avuto sino ai nostri giorni in Occidente, con migliaia di luoghi a lui dedicati. Nell’introduzione il curatore, dopo aver tracciato un profilo dell’ambiente in cui visse e operò Sulpicio - testimone del passaggio del mondo antico dal paganesimo al cristianesimo -, compie un esame della struttura compositiva dello scritto, e una dettagliata analisi del lessico e della lingua usata dal primo biografo di Martino. La biografia è aperta da una LETTERA DEDICATORIA, in cui Sulpicio si sofferma ed espone i dubbi sul valore artistico del suo scritto e sull’opportunità di pubblicarlo. Nel PROLOGO l’autore mette in risalto la superiorità della biografia cristiana rispetto a quella pagana. La parte relativa al tempo PRIMA DELL’EPISCOPATO contiene episodi sulla vita militare di Martino e narra l’incontro con Ilario di Poitiers, figura di riferimento per tutto l’episcopato gallo-romano dell’epoca e strenuo difensore dell’ortodossia, il viaggio che il santo compie in Pannonia, sua terra natale, la fondazione del monastero di Ligugé, infine l’elezione a vescovo d

Scrivi una recensione