Vita di sant'Onorato. Fondatore del Monastero di Lérins

Ilario d'Arles (sant')

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Curatore: P. Saladini
Editore: Il Leone Verde
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 328,42 KB
Pagine della versione a stampa: 86 p.
  • EAN: 9788896720325
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 5,49

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Prima traduzione italiana di tre documenti concernenti la vita del Santo che fondò nel IV sec. il celebre monastero di Lérins, ancor oggi importante centro di spiritualità. Onorato sentì fin da giovane il fascino della vita religiosa: abbandonati tutti gli averi si recò in Oriente alla ricerca di esperienze ascetiche. Tornato in patria, prima di essere eletto vescovo, fondò una comunità monastica caratterizzata dall'assoluta separazione dal mondo.

Ambrogio nel IV secolo e il pagano Rutillio Numaziano all'inizio del V descrivono le isolette del Mediterraneo come popolate da monaci. Ma soltanto il monastero fondato da Onorato verso il 400-410 sulla più piccola delle due isole di Lerino, al largo di Cannes, ha conservato fino ad oggi una presenza monastica. Forse non è l'unica ragione, ma i documenti conservati nei secoli ci dicono che è grazie alla santità delle origini che non solamente i monaci, ma anche i cristiani provenzali si sono attaccati a quel luogo. I tre testi qui raccolti, tradotti per la prima volta in italiano, conducono il lettore alle radici della spiritualità lerinense e parlano di questa santità delle origini, in particolare di quella del fondatore: Onorato. Di origine nobile, fin da giovane sentì il richiamo della vita religiosa: ricevuto il battesimo e abbandonati tutti gli averi, si recò in Oriente alla ricerca di esperienze ascetiche. Ritornato in patria, prima di essere eletto Vescovo di Arles, in Provenza, si separò in maniera radicale dal mondo per ritirarsi a Lérins dove fondò una comunità monastica, ancora oggi importante centro di spiritualità.

| Vedi di più >
Note legali