Categorie

Plutarco

Curatore: C. Carena
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2014
Pagine: 208 p. , Rilegato
  • EAN: 9788806223809

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristiano Cant

    04/08/2015 12.54.46

    Meravigliosa silloge, estratti di una sagacia rarissima dispensati in un volume prezioso come oro. Fortuna e bravura, attesa e destino, i tratti della felicità mai smascherati e mai logici qui accostati con la maestria di un genio di sempre. Regole etere che diventano musica salvifica in viaggio nel cuore di chi legge, periodi di amarezza e sconforto tagliati con penna eccelsa a fronte di tracce più distese dove l'animo può toccare corde assai meno grigie. Ma c'è tanto altro a tessere i mille fili di una possibile felicità: la cura di una casa, il riposo dopo pranzo, le relazioni con gli altri, il cibo, la piena onestà di intenti nella vita sociale, politica, intima, la lealtà amicale, la pedagogia verso i figli, un condensato di azioni e riflessi che Plutarco dona alle pagine con grandezza e spirito senza uguali. E venticinque detti, ad aggiungersi al trattato, fra cui questo: "Mentre Gaio Cesare passava per un misero villaggio sulle Alpi, i suoi amici si posero a discutere se anche lì vi fossero partiti e contese per il primato. Egli si fermò e divenne pensieroso, poi disse:"Io preferirei essere il primo qui che il secondo a Roma". Quando il potere sa leggere dentro se stesso le sue stoltezze e i suoi veleni e sa riconoscerlo con un'umiltà che lo sovverte e lo esecra, ecco le parole.

Scrivi una recensione