Categorie

Laurence Sterne

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: 752 p.

77 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Classica (prima del 1945)

  • EAN: 9788804539087

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    eds

    23/02/2015 21.24.03

    Sì, qui bisogna inchinarsi a un capolavoro inimitabile nel suo genere. Bisogna avere una buona disposizione d'animo per leggerlo, in alcuni punti mi sono trovato in difficoltà nel proseguire, ma la soddisfazione finale di averlo concluso e di avere tra le mani, riassunta in 700 pagine, la frivola commedia umana è semplicemente inimitabile. Sembra incredibile, ma è un opera di assoluta avanguardia, scritta 2 secoli prima delle avanguardie vere e proprie. Tanto di cappello. Edizione Oscar Mondadori consigliatissima, ricca di note e ottima traduzione

  • User Icon

    cristiano cant

    25/09/2013 17.01.21

    Ai piedi di una tale capolavoro dovremmo solo essere capaci di toccare la nostra vertiginosa piccolezza, gli umili residui lucidi del nostro sconfortante presente. Un magistrale gioco di specchi, rimandi, allusioni, ironie, una mirabile miscela di linguaggio e erudizione, di insensata polemica fra i protagonisti, e di chiacchiera teneramente stupidissima piegata nella follia di cui può essere intessuto solo il cielo poetico. Il padre di Tristram è una di quelle creature candidamente ipocondriache e ostinate fino all'assurdo da rendere immortali i capitoli sui nasi, sul pfui, sulle sottili e profonde avversità che dannano i pensieri, sulle strampalataggini più inverosimili spinte al godimento. E' un trionfo dell'intelligenza, del senno calpestato e esaltato, della gioia di vivere.

  • User Icon

    francois sanders

    01/03/2010 14.11.42

    Ho vergogna ad ammettere che sono arrivato soltanto alla conclusione del terzo libro e, da come leggo negli altri commenti, probabilmente ho perso il meglio.Eppure ero stato invitato e spronato da Junger che lo lesse e rilesse per due anni,trincea dopo trincea,durante la Prima Guerra Mondiale.A lui forse serviva per conoscere la psicologia e la vulnerabilità degli avversari.A me,nella mia battaglia,doveva servirmi per ridarmi un po'di forza e concentrazione.Sono spesso ritornato a queste parole di Carlo Levi :"Per fuggire il tempo bisogna rifugiarsi prima del tempo,nella pura durata.Il tempo,la morte,sono la 'pagina nera' che la sagacia del mondo non sa decifrare.Ad essa Sterne contrappone la sua 'pagina marmoreggiata',turbinosa e labirintica:il simbolo caotico di una durata prenatale.E' in questo labirinto che egli si aggira. Questa è la sua modernità" .Nonostante Levi eccomi qui triste e sconfitto. Quasi rassegnato. Scusa Junger.Scusa Michela

  • User Icon

    Federico

    18/01/2008 19.38.49

    Bellissimo, uno dei migliori romanzi che abbia mai letto: il gusto della parola, della lingua, della cultura, insomma, con una tecnica e un'erudizione straordinarie.

  • User Icon

    Roberta

    14/10/2005 12.03.38

    Bellissimo! Veramente un libro originale e molto spiritoso, è stato scritto circa 300 anni fa e questo lo ha reso ancora più interessante. I primi 4 capitoli sono sensazionali, poi il tono scende un po', ma resta comunque un capolavoro. Fantastico quando l'autore si rivolge al lettore con delle domande per verificarne l'attenzione. Originale anche quando con alcune linee rappresenta l'andamento dei capitoli già scritti, più le linee non sono rette e più l'autore ha divagato.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione