Categorie

Enrico Brizzi

Editore: Laterza
Collana: Contromano
Edizione: 3
Anno edizione: 2008
Pagine: 181 p. , Brossura
  • EAN: 9788842087212

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Emanuela

    12/05/2011 00.02.26

    "... e spesso tende a idealizzare il suo recente passato...", meno male che Brizzi se lo dice da solo, mentre chiude il racconto sulla propria citta'. Bologna e' descritta dall'altro ieri a ieri come se invece si trattasse di ricordi lontani e consuetudini secolari. Biografia dell'autore, non certo della citta', caratterizzata da un eccessivo autocompiacimento: all'inizio risulta anche piacevole, piu' avanti puo' essere magari interessante nei retroscena, ma alla fine accumula tali e tanti giudizi stereotipati che si chiude il libro con un senso di antipatia, verso l'autore. Peccato.

  • User Icon

    mirko

    05/03/2010 21.41.31

    c'è poco da fare: questi sono i suoi temi, è qui che eccelle, nessuno racconta la stagione dell'adolescenza con la precisione, l'introspezione e la comicità, l'immensa bravura di enrico brizzi.

  • User Icon

    bix

    02/11/2009 20.09.41

    un altro libro mediocre. In pratica l'autobiografia di Brizzi, altro che Vasco. E insomma, con tutto il rispetto e pure con tutte le eventuali esperienze che Brizzi può aver fatto, ma a chi può importare veramente? Mica è Eco. E poi le storie, gli aneddoti, sono davvero dimenticabili: a meno che non vi interessino le trasferte al seguito del Bologna calcio, le litigate fra undicenni oppure la prima volta 'sessuale' del nostro (con una prostituta, mah...). un altro mestiere no?

  • User Icon

    mingo

    08/04/2009 17.27.48

    Il libro si dovrebbe intitolare "la vita quotidiana a Bologna ai tempi di Brizzi", è praticamente un'autobiografia di un giovane scrittore di successo, che vuole passare per sfigato. Non ti svela quasi nulla di nuovo, racconta episodi di vita pubblica bolognese molto noti anche ai non bolognesi come me. Però si fa leggere molto bene e ci sono un paio di aneddoti legati all'infanzia e all'adolescenza dell'autore, veramente memorabili...da farmi morir dal ridere...

  • User Icon

    Deb

    21/01/2009 10.56.06

    Un bel racconto di Bologna e dei suoi cambiamenti, dagli anni 70 a oggi. Le abitudini, il linguaggio, Andrea Pazienza, Vasco Rossi, i locali alla moda, la politica...la città scorre tra la parole di Brizzi come in un video, in cui chiunque abbia un legame con Bologna non può che ritrovarsi. A volte sembra fermarsi un pò alla superficie, ma comunque divertente e ben scritto.

  • User Icon

    Matteo

    07/01/2009 12.53.15

    Ciao, sono di Bologna e quindi meglio di altri ho potuto forse apprezzare questo libro. al di là della descrizione della città, mi è piaciuto tantissimo il modo di scrivere di Brizzi, tornato ai fasti del Jack. ed anche la sua storia personale che si intreccia con la vita della città, ed i suoi musicisti è stata molto interessante. Un libro divertente, da leggere per sorridere.

  • User Icon

    philo

    09/12/2008 12.05.39

    A me è parso modesto. Sono di Bologna quindi un minimo di voce in capitolo ce l'ho. Non mi ha convinto forse Enrico è troppo giovane per scrivere un libro di "memorie".

  • User Icon

    Irene

    01/12/2008 01.14.30

    E' proprio carino questo libro, che si divora in un giorno e che ci fa fare un viaggio a ritroso nella Bologna di 20-30 anni fa. Una bella risposta a tutti quegli intellettuali radical-chic che sulle pagine dei quotidiani locali periodicamente pontificano su come Bologna è cambiata (in peggio) da quando "loro" ne erano i protagonisti: come dice Brizzi "...perché te, invece, sei rimasto lo stesso di vent'anni fa??". Ho qualche anno più di Brizzi, ma nei suoi racconti di luoghi, di persone, di atmosfere ho ritrovato anche i miei ricordi, comprese le canzoni di Vasco: e condivido al 100% la sua analisi. Vivamente consigliato a tutti coloro che sono cresciuti a Bologna dagli anni 70 in poi.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione