Categorie

Michel Houellebecq

Editore: Bompiani
Anno edizione: 2016
Pagine: 2 voll., 802 p. , Brossura
  • EAN: 9788845281594

Indice

I. Restare Vivi
- Dapprima, la sofferenza - Articolare - Sopravvivere - Bussare dove conta - Il senso della lotta

Libro I
- Il giorno si leva e cresce, ricade sulla città - Lungo queste giornate in cui il corpo ci domina - Pomeriggio - Disoccupazione - I momenti immobili vissuti quasi di contrabbando - Cammina nella notte, lo sguardo pieno di morte - A servizio del sangue - Nell'istante di una rinuncia - Fine serata - Dietro i miei denti - Il lobo del mio orecchio destro - A bocca aprta, come carpe - Una giornata con lei - Eccezione Rue d'Avron

Libro II
- Nell'aria limpida - Gli aneddoti - Si geme di sofferenza o di piacere - La faccia dell'uomo si staccava - Non ho mai potuto sopportare - Parliamo di fieno e di feto - Quando mi vedeva, sollevava il suo bacino - Mezzogiorno - L'insopportabile ritorno delle minigonne - L'Eternità a pensione completa - Gli esseri stabiliscono una distanza - Club vacanze - La luce evolve più o meno nelle forme - Nessuna ombra risponde; i cieli sono blu e vuoti - Sistema sessuale della Martinica - Come un weekend in autobus - Divisione Consumo - Ho camminato tutto il pomeriggio - Gli insetti corrono tra le pietre - Nel metrò, sulla circonvallazione - Quell'uomo sull'altro binario è alla fine della corsa - L'ultimo baluardo contro il liberalismo - Lo scopo della vita è amare - Di fronte all'alternativa dell'aurora - Così calma, nel suo coma - All'inizio, c'è stato l'amore, o la sua possibilità

Libro III
- Sublime astrazione del paesaggio - Era bel tempo; e io camminavo su una collina arida e gialla - Il TGV Atlantique scivolava nella notte - Prima, ma molto prima, ci sono stati esseri - Ho rivisto i quaderni in cui annotavo appunti - Non tornerò mai più fra le piante - Casa grigia - L'appartenenza del mio corpo - Le antenne della televisione - La respirazione delle rondelle - Rotolando sul materasso - Nel treno diretto a Dourdan - Nel metrò quasi vuoto - Un momento di pura innocenza - Un'anima esposta al Sole - I corpi accatastati nella sabbia - L'esercizio della riflessione - La bruma circondava la montagna - Galleggiavo al di sopra del fiume - La pelle è un oggetto limite - E' tempo di fare una pausa - Dobbiamo sviluppare un atteggiamento di non resistenza al mondo - Le rondini prendono il volo

Libro IV
- Nuovo gioco - Quando fa freddo - So long - La memoria del mare - Un'estate a Deuil La Barre - L'alba cresce nella dolcezza - Ho sempre avuto l'impressione che fossimo vicini - Quando la pioggia cadeva a raffiche - Esiste un paese, o meglio una frontiera - I colori dell'irragionevolezza - Fuori c'è la notte - La lunga strada per Clifden - Fatti vedere, amico mio, mio doppio - Poesia per Marie Pierre - Nascita acquatica di un uomo - E' come una vena che corre sottopelle - Il senso della lotta

II. La ricerca della felicità
Libro I
- Ipermercato Novembre - Non riconciliato - Jim - Ho paura di tutte quelle persone ragionevoli e sottomesse - Il mio corpo è come un sacco attraversato da fili rossi - Una vita, piccola - Amo gli ospedali, asili di sofferenza - Tanti cuori hanno battuto, già, su questa terra - Mia sorella era molto brutta all'età di diciassette anni - La morte è difficile per le vecchie signore troppo ricche - Dov'è il mio corpo sottile? Sento venire la notte - All'angolo della FNAC ribolliva una folla - Ero solo al volante della mia Peugeot 104 - L'amore, l'amore - Natura - Vacanze - La luce ha brillato sulle acque - Momenti dalla fine del giorno - Accavallamento molle delle colline - Al di là di quelle case bianche - Sono le nove, fa ormai buio

Libro II
- Come una piantina di mais sradicata dalla sua terra - Una sensazione di freddo - Pomeriggio di falsa gioia - I piccoli oggetti puliti - Perché non possiamo mai - Vivere senza punto d'appoggio, circondato dal vuoto - Il lungo filo dell'oblio si svolge e si tesse - Il treno di Crécy La Chapelle - Mondo esterno - Non ho più il coraggio di guardarmi nello specchio - Attraverso la città in cui la notte si abbandona - L'incrinatura - Ritorno alla pace - Questa voglia di non fare più nulla - Fine percorso possibile - Un mattino di sole rapido - Incapace di nostalgia - Attore precoce, esperto nella sofferenza - Stasera camminando per Venezia - Il tuo sguardo, tesoro, mi portava nello spazio - Ultimi tempi

Libro III
- Popolo assetato di vita - Fotografie dei propri figli - E' vero che in un luogo al di là della morte - Gli immateriali - Un misto di esseri umani mostruosi e innumerevoli - Parlavi di sessualità, di rapporti umani - Mercoledì. Magonza, Valle del Reno, Coblenza - Ci sono momenti nella vita - Il corpo dell'identità assoluta - Il mondo appare, più che mai, omogeneo e stabile - Venerdì 11 marzo. 18:15. Saorge - Confronto - Sono come un bambino che non ha più diritto alle lacrime - E' vero che questo mondo in cui respiriamo male - Pomeriggio Boulevard Pasteur - Palla di sangue, palla di odio - Ai confini del deserto Mojave

Libro IV
- Variazione 49: l'ultimo viaggio - Gli operatori contraenti - La struttura fine e delicata delle nubi - Vocazione religiosa - Lentamente, scivolavamo verso un palazzo fittizio - Passaggio - Alla fine del bianco - Variazione 32 - Una stazione nelle Yvelines - Quando scompare il senso delle cose - Soggiorno Club 2 - Nell'abbrutimento che mi fa da grazia - La strada - Véronique - L'estate scorsa - La ragazza - Il giardino delle felci - Tracce della notte - Gli algebristi - La sparizione - I visitatori - I campi di barbabietole - Avevamo preso la strada diretta - Aspettavamo, sereni, soli sulla pista bianca

III. Rinascita
Libro I
- La campagna vista da uno scompartimento ferroviario - Le lampade - Stazione Boucicaut - Le informazioni si mescolano come aghi - Giravo in tondo in camera mia - Mi sveglio e il mondo ricade su di me come un blocco - I denti che si disfanno - Il treno che si fermava in mezzo alle nuvole - Gli omaggi all'umanità - I mattini a Parigi, i picchi dell'inquinamento - Vivo entro pareti di vetro - L'anno nuovo ci invita - Gli ippocastani del Luxembourg - I cantieri urbanistici - Si entra in bagno - Una disperazione standardizzata - La calma degli oggetti, a dire il vero, è strana - L'interno dei polmoni - Le notti passano su di me come un grande laminatoio - Non è questo - Ero andato in vacanza con mio figlio

Libro II
- Il nocciolo del mal d'essere - Trasposizione, controllo - Digione - Parigi, Dourdan - Sono difficile da collocare - Nizza - L'arte moderna - Ricreare delle cerimonie - Delle turiste danesi sbirciavano con occhi da cerbiatta - Quattro ragazzine mostravano i seni - Piso pisello - Creatura dalle labbra accoglienti - Fra i muri della città in cui l'infelicità disegna - Ci sono le domeniche - La libertà mi sembra un mito - Dopo aver conosciuto la natura della vita - La verità si estende a pozzanghere - Con un rumore un po' beffardo - L'indifferenza delle scogliere - La permanenza della luce - Poiché bisogna che le libellule - Playa Blanca - Viaggiamo protetti nella luce uniforme

Libro III
- Bisogna precisare che non ero solo nell'auto - Il pozzo - Le figlie della Notte sono le stelle - Il primo giorno della seconda settimana - Un monco o un guercio con una piaga sanguinante - Sono forse, anch'io, un veicolo di Dio - Richiudo la mia stilografica - Scrivere - Le nubi, la notte - Abbiamo stabilito un rapporto diagonale - Parata - Pascale - Una fine solitaria della vita - Non abbiamo più molto tempo da vivere - Il tempo a Venezia è pesantissimo - Crepuscolo

Libro IV
- Gli abitanti del Sole lanciano su di noi uno sguardo impassibile - Non c'è alcun responsabile - Djerba La Douce - Sera senza nebbia - Percezione Digestione - Il vecchio idiota - Scoprendo l'esistenza umana - C'erano un muro e un treno - La prima volta che ho fatto l'amore era su una spiaggia - Fine serata, le onde scivolavano - Capelli sciolti - L'aurora è una alternativa - Viveva in una bomboniera - Il sole scende - Vetri curvi sul mare - Ricordati piccolo mio il lago era così calmo - Ci svegliavamo presto, ricordati tesoro - Cerimonie, soli calanti - I pini, le nuvole e il cielo - L'anello dei nostri desideri - Le settimane del calendario, i muri - C'è una strada, una possibilità di strada - 17 23 - Lentamente, il cielo azzurro chiaro

IV. Configurazioni dell'ultima riva
- La distesa grigia - Weekend prolungato in zona 6 - Mémoires d'une bite - Memorie di un cazzo - I paraggi del vuoto - Plateau